Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sangue di Montalcino

Una indagine del commissario Cosulich

Di

Editore: Einaudi (Stile libero Big)

3.2
(128)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 281 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806200917 | Isbn-13: 9788806200916 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Cooking, Food & Wine , Crime , Mystery & Thrillers

Ti piace Il sangue di Montalcino?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Roberto Candido, enologo di fama mondiale, è stato trovato ucciso. Nell'abbazia di Sant'Antimo, tra le vigne di Montalcino. Sotto un antico affresco con san Cristoforo.
A indagare è chiamato il taciturno e colto commissario Cosulich.
A cui tocca una bella gatta da pelare.
Perché se c'è un winemaker assassinato, e se accorre la stampa nazionale e persino la Cnn, la faccenda è piú grossa di quanto sembri. È un complicato giallo di vino, con troppi interessi di mezzo, non sempre puliti. Ma è anche un giallo divino, perché forse Candido si era imbattuto in cose proibite e sacrileghe.
Una verità sepolta nel cuore piú profondo della terra.
Una verità che risale a tempi molto lontani, quando nei piú antichi giardini cresceva la Prima Uva.
Un romanzo di piacevolissima lettura, che unisce al fascino del racconto dei luoghi piú belli d'Italia, dalle terre del Barolo alla Franciacorta alla campagna toscana, un intreccio di storia, cultura, imbroglio, denaro e stupore.
Ordina per
  • 4

    Da politico non mi era molto simpatico (eufemismo), da scrittore mi ha piacevolmente sorpreso anche per il tema trattato (che dovrebbe ben conoscere per l'attività che ora svolge), quello dei super vini che è ormai diventato un settore economico globalizzato e in grado di muovere interessi e quin ...continua

    Da politico non mi era molto simpatico (eufemismo), da scrittore mi ha piacevolmente sorpreso anche per il tema trattato (che dovrebbe ben conoscere per l'attività che ora svolge), quello dei super vini che è ormai diventato un settore economico globalizzato e in grado di muovere interessi e quindi appetiti poco innocenti su cui meditare. Complimenti all'editore per la copertina.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelle e mezzo

    Come dice l'autore, un giallo di vino, ma anche un giallo divino. Un giallo di vino perché ambientato nel mondo del vino e di tutto quanto ruota attorno alla sua produzione. E qui, se non si è sommelier o intenditori di vini, le descrizioni e le 'lezioncine' sui vini possono diventare un po' peda ...continua

    Come dice l'autore, un giallo di vino, ma anche un giallo divino. Un giallo di vino perché ambientato nel mondo del vino e di tutto quanto ruota attorno alla sua produzione. E qui, se non si è sommelier o intenditori di vini, le descrizioni e le 'lezioncine' sui vini possono diventare un po' pedanti per il lettore comune.
    Un giallo divino, perché va alle radici della storia dell'uva e del vino, dei suoi significati simbolici e rituali.
    Anche se alla fine si scoprirà che, più che attorno a vino e divino, la verità ruota tutta attorno al vil denaro...
    Lettura gradevole, ma non da 4 stelle piene.

    ha scritto il 

  • 3

    recuperato il primo romanzo dopo aver apprezzato il secondo. peccato solo che ho scoperto che i sue libri si somigliano troppo, son cambiati solo per la zono vitivinicola e per poco altro..

    ha scritto il 

  • 4

    Peccato il finale

    Troppo cinematografico con tutti i colpevoli riuniti in un ristorante ed il commissario che svela l'assassino con un colpo di teatro ... ho sentito dire Ellery Queen là dietro ?
    Per il resto un bel giallo ambientato nel mondo dell'alta enologia fra winemaker, possidenti di vigne famose, geo ...continua

    Troppo cinematografico con tutti i colpevoli riuniti in un ristorante ed il commissario che svela l'assassino con un colpo di teatro ... ho sentito dire Ellery Queen là dietro ?
    Per il resto un bel giallo ambientato nel mondo dell'alta enologia fra winemaker, possidenti di vigne famose, geologi e cantinieri.

    ha scritto il 

  • 2

    c'è Negri e Negri

    Era un film di qualche anno fa: "Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d'Europa" .......e presto eliminerà Winemaker e tutta la compagnia che ci ammannisce attraverso qualsiasi media pareri enologici; e ricette di di cucina.
    Romanzo pallosetto e pretenzioso, che non perde occasione per ...continua

    Era un film di qualche anno fa: "Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d'Europa" .......e presto eliminerà Winemaker e tutta la compagnia che ci ammannisce attraverso qualsiasi media pareri enologici; e ricette di di cucina.
    Romanzo pallosetto e pretenzioso, che non perde occasione per mostrare quanto ne sa di vini, di storia, di cultura generale, l'autore; ex segretario del partito radicale (a sapere che era lui neanche cominciavo), ora proprietario di vigneto nelle Langhe - citato nel romanzo- e produttore di vino. Non è riuscito a farsi eleggere né con il centrosinistra né con il centrodestra, però a farsi pubblicare un romanzo da Einaudi sì.

    ha scritto il