Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il secondo libro dell'ignoranza

Tutto quello che vi ostinate a non sapere

Di ,

Editore: Einaudi

3.6
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806211005 | Isbn-13: 9788806211004 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giuliana Lupi ; Prefazione: Stephen Fry

Genere: Education & Teaching , Science & Nature , Social Science

Ti piace Il secondo libro dell'ignoranza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Davvero interessante.
    Informazioni corrette e di vario genere. Belli anche i vari aneddoti riportati in talune spiegazioni.
    Non ho letto il primo libro della stessa serie ma il secondo ne vale la pena, per sapere qualcosa in più e aggiornarci sulle verità portate a galla di recente e distinguersi ...continua

    Davvero interessante. Informazioni corrette e di vario genere. Belli anche i vari aneddoti riportati in talune spiegazioni. Non ho letto il primo libro della stessa serie ma il secondo ne vale la pena, per sapere qualcosa in più e aggiornarci sulle verità portate a galla di recente e distinguersi dalla massa in cui crede ancora alle vecchie dicerie

    ha scritto il 

  • 4

    Molto interessante, ho scoperto di ritenere vere tante idiozie, tipo che Napoleone fosse un tappo, o che i pipistrelli siano ciechi, o che il muschio cresca sul lato nord degli alberi

    ha scritto il 

  • 4

    Il bisogno e il tempo per imparare, modificare, aggiornare cognizioni sono sempre da vedere sotto un lato positivo. Questo libro, suddiviso in molti capitoli di lunghezza non superiore alle due pagine, ci dà la possibilità di aprire gli occhi su molte nostre conoscenze a volte piuttosto approssim ...continua

    Il bisogno e il tempo per imparare, modificare, aggiornare cognizioni sono sempre da vedere sotto un lato positivo. Questo libro, suddiviso in molti capitoli di lunghezza non superiore alle due pagine, ci dà la possibilità di aprire gli occhi su molte nostre conoscenze a volte piuttosto approssimative, a volte piuttosto ricordate in modo persino errato. I capitoli sono ricchi anche di agganci a situazioni interessanti relative all'argomento affrontato.

    ha scritto il 

  • 0

    molte curiosità, molta inutilità

    preso in prestito in biblio, per pura curiosità del momento


    in effetti la stragrande maggioranza dei paragrafi non mi interessano proprio per niente...
    alcuni sono per me più interessanti, ma pochi, e in generale sono tutte quisquilie senza le quali si può vivere bene lo stesso


    alla ...continua

    preso in prestito in biblio, per pura curiosità del momento

    in effetti la stragrande maggioranza dei paragrafi non mi interessano proprio per niente... alcuni sono per me più interessanti, ma pochi, e in generale sono tutte quisquilie senza le quali si può vivere bene lo stesso

    alla fin fine di pagine ne ho lette davvero poche cmq resta un apprezzamento generale per l'idea del libro, che col mio disinteresse non intendo quindi assolutamente stroncare

    ha scritto il 

  • 4

    E' il classico libro che dice tutto senza spiegare niente; è proprio quello che mi aspettavo e che cercavo. E' comunque interessante, curioso e pieno di spunti per eventuali letture più approfondite.

    ha scritto il 

  • 4

    Erano anni...

    Per 10 anni ho cercato il libro perfetto per quei 4 minuti che passo sulla tazza del cesso tra le 6 e le 7 di ogni cazzo di giorno (una mia amica di Brescia mi ha definito "stitico selettivo"). Un romanzo mi accompagna male perchè mi da fastidio smettere a metà parafgrafo (quando arriva il fastid ...continua

    Per 10 anni ho cercato il libro perfetto per quei 4 minuti che passo sulla tazza del cesso tra le 6 e le 7 di ogni cazzo di giorno (una mia amica di Brescia mi ha definito "stitico selettivo"). Un romanzo mi accompagna male perchè mi da fastidio smettere a metà parafgrafo (quando arriva il fastidioso momento di pulirsi il culo, prima di perdere completamente la circolazione nelle gambe). L'internazionale (seconda scelta) è stampato su carta assorbente (ecologgggica) e vivendo in casa con 7 animali che lo appoggiano vicino alla tazza del cesso, posso dire che non fa piacere sfogliarlo leccandosi le dita. Il secondo libro dell'ignoranza (forse il primo è più interessante) sembra calibrato sulla seduta-sforzo-fuoriuscita e riempie di soddisfazioni incredibili. Una di queste è sapere, come recita la citazione di Will Rogers nel frontespizio, che siamo tutti ingoranti solo su argomenti diversi.

    ha scritto il 

  • 5

    Questa serie non smette ma di sorprendermi!!! Pero' fa anche riflettere.... Quanto è facile boicottare un'informazione,manipolarla e distorcere il suo contenuto? Con questo principio chissà quante altre cose crediamo di sapere e invece no..... Illuminante!!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Termino questo testo e mi rendo conto che la mia vita e' sempre stata mossa da poca curiosità, rispetto a quella che ha pervaso i due John autori.
    In questo secondo - come nel primo - apprezzo la capacità dell'editor di rendere facile e istruttiva la lettura, grazie anche alle frequenti indicazio ...continua

    Termino questo testo e mi rendo conto che la mia vita e' sempre stata mossa da poca curiosità, rispetto a quella che ha pervaso i due John autori. In questo secondo - come nel primo - apprezzo la capacità dell'editor di rendere facile e istruttiva la lettura, grazie anche alle frequenti indicazioni etimologiche dei termini. Poi sapere che Pocahontas e' morta a 22 anni ed e' stato il primo americano ad essere seppellito in Gran Bretagna è straziante... Per non parlare del peso delle nuvole, o del rapporto tra alcool e antibiotici - nullo, come i miei esperimenti mi avevano sempre confermato :-)

    ha scritto il