Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il segno dei quattro

Di

Editore: Giunti Demetra

3.8
(2238)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Ceco

Isbn-10: 8844000229 | Isbn-13: 9788844000226 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il segno dei quattro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Leggermente inferiore a "Uno studio in rosso", anche qui ho amato le perle di saggezza e la sagacia di Sherlock Holmes, ma mi ha un po' annoiata il racconto di Small.

    Ps: un cuoricino per Watson e Ma ...continua

    Leggermente inferiore a "Uno studio in rosso", anche qui ho amato le perle di saggezza e la sagacia di Sherlock Holmes, ma mi ha un po' annoiata il racconto di Small.

    Ps: un cuoricino per Watson e Mary!

    ha scritto il 

  • 4

    É stata la prima lettura di un libro giallo, è stato bello ed appassionante, ogni pagina che leggi è una nuova domanda che ti poni o una a cui trovi una risposta.

    ha scritto il 

  • 5

    Conan Doyle.. Wow!

    Prima esperienza con Sherlock Holmes e ne sono rimasta sbalordita. Questa lettura mi ha praticamente obbligato a proseguire con le avventure di Holmes e del Dr. Watson, figure che già adoro. È stato u ...continua

    Prima esperienza con Sherlock Holmes e ne sono rimasta sbalordita. Questa lettura mi ha praticamente obbligato a proseguire con le avventure di Holmes e del Dr. Watson, figure che già adoro. È stato un po' pesantuccio alla fine ma tutto sommato è una lettura che sicuramente consiglio!

    ha scritto il 

  • 3

    "Aborrisco la monotona routine dell'esistenza. Ho un desiderio inestinguibile di esaltazione mentale.
    Ecco perchè ho scelto questa mia particolare professione o, meglio, l'ho creata, poichè sono l'uni ...continua

    "Aborrisco la monotona routine dell'esistenza. Ho un desiderio inestinguibile di esaltazione mentale.
    Ecco perchè ho scelto questa mia particolare professione o, meglio, l'ho creata, poichè sono l'unico ad esercitarla."

    Il segno dei quattro, secondo romanzo di Conan Doyle con protagonista Sherlock Holmes, racconta un'indagine quanto mai intricata, tra sanguinosi delitti e tesori trafugati.
    Riesce a trascinare il lettore fino alla fine anche grazie alla bravura dell'autore nel costruire casi sempre più complessi che stimolano quindi a tentare di risolverli prima del famoso detective.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello, bello, bello!
    Si è capito che mi è piaciuto?

    P.s. Date qualcosa da fare, qualche caso da investigare al nostro caro Holmes perchè se ogni qualvolta non ha niente da fare si spara un iniezione d ...continua

    Bello, bello, bello!
    Si è capito che mi è piaciuto?

    P.s. Date qualcosa da fare, qualche caso da investigare al nostro caro Holmes perchè se ogni qualvolta non ha niente da fare si spara un iniezione di cocaina....

    ha scritto il 

  • 3

    Seconda esperienza con Holmes ben sotto le aspettative. Rispetto al primo episodio ho trovato questa indagine molto meno avvincente e caotica. Sul finale perde molto per la lunga spiegazione sul caso. ...continua

    Seconda esperienza con Holmes ben sotto le aspettative. Rispetto al primo episodio ho trovato questa indagine molto meno avvincente e caotica. Sul finale perde molto per la lunga spiegazione sul caso. I personaggi e lo stile rimangono comunque di alto livello come nel precedente caso.

    ha scritto il 

  • 4

    Un caso più esotico rispetto al primo, un Holmes che mostra i suoi limiti e se ne arricchisce, un Doyle impeccabile. Ottima lettura, una serie che mi sta sorprendendo.

    ha scritto il 

  • 2

    Carino ma non abbastanza avvincente. Nonostante abbia preferito questa costruzione della storia a quella del precedente "Uno studio in rosso", la storia è sicuramente meno coinvolgente.

    ha scritto il 

  • 3

    In tono minore

    E' famosissimo ma io l'ho trovato un pelo più pesantino rispetto agli altri (decisamente superiori) della tetralogia di Sherlock Holmes. Il meno entusiasmante, a mio parere.

    ha scritto il 

Ordina per