Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il segno dei quattro

Di

Editore: Newton & Compton

3.8
(2186)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 100 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Ceco

Isbn-10: 8879839209 | Isbn-13: 9788879839204 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Nicoletta Rosati Bizzotto

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il segno dei quattro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    In tono minore

    E' famosissimo ma io l'ho trovato un pelo più pesantino rispetto agli altri (decisamente superiori) della tetralogia di Sherlock Holmes. Il meno entusiasmante, a mio parere.

    ha scritto il 

  • 3

    Riletto in poco tempo, non lo ricordavo minimamente. Mezza vita fa approfittai di una collana per comprare ogni libro di Conan Doyle.
    Forse una delle opere più famose, ma priva di smalto. Se leggi Agatha Christie, qualsiasi altro thriller ti sembra scialbo.
    Inoltre il buon vecchio She ...continua

    Riletto in poco tempo, non lo ricordavo minimamente. Mezza vita fa approfittai di una collana per comprare ogni libro di Conan Doyle.
    Forse una delle opere più famose, ma priva di smalto. Se leggi Agatha Christie, qualsiasi altro thriller ti sembra scialbo.
    Inoltre il buon vecchio Sherlock paga lo scotto di un metodo d'indagine non più attuale.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo racconto si apre con uno Sherlock Holmes alquanto annoiato e che vive uno dei suoi momenti di inattività che lui tanto detesta, con un Watson che cerca in tutti i modi di risollevarlo, finché, finalmente, non si presenta la signorina Morstan con un caso da risolvere.


    Essendo il sec ...continua

    Questo racconto si apre con uno Sherlock Holmes alquanto annoiato e che vive uno dei suoi momenti di inattività che lui tanto detesta, con un Watson che cerca in tutti i modi di risollevarlo, finché, finalmente, non si presenta la signorina Morstan con un caso da risolvere.

    Essendo il secondo racconto di Sherlock Holmes che leggo (Pila li ha letti tutti!!! *-*), faccio un paragone con la mia precedente lettura, Uno studio in rosso, che, lo confesso, mi aveva coinvolta e appassionata di più di questo caso e il bello è che non ricordo più perché non avevo scritto una recensione (ecco a cosa servono!!! xD).
    In sostanza in quest'avventura Holmes spiega la differenza fra deduzione e osservazione al mite Watson, ma nel corso dell'indagine cambierà metodo di investigazione perché constata che i suoi normali metodi non bastano a sbrogliare la matassa questa volta.
    Come al solito, però, trovo affascinante e incredibile la genialità di Arthur Conan Doyle che doveva avere un genio di non poco conto e vi consiglio, naturalmente, la lettura.

    Se il giallo pensate che non faccia per voi... vi consiglio di vedere i film che sono stati recentemente girati su Sherlock Holmes, con protagonisti il bellissimo (io e Pila ne siamo cotte! xD) Robert Downey Jr. nei panni del mitico investigatore e (tanto per non farci mancare nulla) Jude Law nei panni del Dott. Watson. E vi giuro che i film, oltre ad essere belli e interessantissimi, sono veramente tanto divertenti!!!

    http://geekybookers.blogspot.co.uk/2014/09/mini-recensione-il-segno-del-quattro-di.html

    ha scritto il 

Ordina per