Il segreto del bosco vecchio

Voto medio di 1.811
| 256 contributi totali di cui 225 recensioni , 30 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
40 cap
Ha scritto il 28/05/17
21° lettura condivisa di SALERNO CHE LEGGE
Sono triste, perché questo libro mi ha deluso. Se è vero che il film di Olmi è un capolavoro e che il regista ha saputo cogliere il senso inquietante e profetico della natura, è altrettanto vero che Buzzati non è al suo meglio, qui. Una ..." Continua...
  • 4 mi piace
Ha scritto il 16/04/17
Poetico, magico, delicato ed estremamente crudo allo stesso tempo, una meravigliosa favola con un fondo di inquietudine atroce che in quello che scrive Buzzati, secondo me, c'è sempre. Bellissimo.
Ha scritto il 11/01/17
Deliziosamente invernale
Che bello tornare alle atmosfere da favola italiana di Buzzati! Un bosco antico, popolato di geni e uccelli chiacchieroni, in cui i venti si danno battaglia e diramano bollettini; una storia dove l'ordinario e il reale si mischiano al magico e al ..." Continua...
  • 24 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 23/12/16
Il Buzzati che mi piace maggiormente viene dopo. Ci sono parti che mi sono sembrate più forti ... ma forse la destinazione come libro anche per la gioventù ha influito sul testo.
Ha scritto il 19/12/16
Favole...
No, non fanno per me le favole. Nemmeno se scritte da uno scrittore come Buzzati, riconosciuto come grande scrittore. Che poi ha scritto uno dei miei libri preferiti. Diciamo però che il Deserto dei tartari è di un altro livello.
  • 1 mi piace
  • 3 commenti

Ha scritto il Dec 19, 2016, 19:25
< < Ci sono cose che non ritornano, caro mio>> continuò Matteo con voce leggermente rabbiosa < < stà attento, quando sarà il tuo turno, a non lasciartelo sfuggire. Quello che è stato è stato>>
Ha scritto il Oct 09, 2016, 10:25
Il colonnello la guarò con gli occhi luccicanti, ma per non darle soddisfazione represse il sorriso che gli era salito alle labbre, spense la luce e riprese il cammino.
Pag. 131
Ha scritto il Oct 09, 2016, 10:24
Non si udì più, all'esterno, il rombo armonioso di prima, ma attraverso una fessura, troppo stretta, per permettere la fuga, cominciò un fischio rabbioso che formava delle parole.Erano atroci bestemmie, che continuarono giorno e notte senza un ... Continua...
Pag. 38
Ha scritto il Apr 27, 2011, 11:59
Il greve silenzio della vecchia casa, carico di enigmatiche risonanze, lasciò passare adagio il tempo, il tempo meraviglioso che s'ingrandisce d'ora in ora, inghiottendo senza pausa la vita, e accumula con pazienza gli anni, diventando sempre più ... Continua...
Pag. 126
Ha scritto il Apr 05, 2011, 07:05
Colto dalla stanchezza, il colonnello si appoggiò al davanzale, si passò una mano sulla fronte, gli occhi fissi per terra; egli sentì tutto intorno il greve silenzio della vecchia casa, carico di enigmatiche risonanze, lasciò passare adagio il ... Continua...
Pag. 126

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Nov 24, 2015, 12:23
Collocazione : NR 720 (2 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi