Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il segreto della collana di perle

Di

Editore: Newton Compton (Anagramma; 116)

3.3
(151)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 431 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854132055 | Isbn-13: 9788854132054 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Di Natale

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace Il segreto della collana di perle?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Caroline riceve in eredità una collana di perle, un dono che si tramanda da generazioni tra le donne della sua famiglia. Decisa a staccare la spina per un po', per lasciarsi alle spalle la crisi che sta vivendo con il marito, si rifugia in una casa sul mare. Qui, immersa nella pace e nella tranquillità, inizia a fare ricerche per ricostruire la storia delle sue antenate. Grazie ai diari di nonna Rose e alle lettere private di sua madre Helen, Caroline scopre vicende femminili molto diverse tra loro eppure segnate da errori e difficoltà comuni, soprattutto nelle relazioni sentimentali. Storie di grandi amori e tradimenti, di sacrifìci e infelicità, che si snodano dai primi anni del Novecento, tra le due guerre, fino al passato più vicino a Caroline. Vite legate da un riconoscibile filo rosso, la collana di perle. Riuscirà, Caroline, a sottrarsi a un destino che sembra già segnato? Saga familiare e sentimentale, "Il segreto della collana di perle" è un romanzo pieno di passione che abbraccia le vite di tre donne fragili e affascinanti, che percorrono un secolo di storia, dall'inizio del Novecento ai giorni nostri.
Ordina per
  • 4

    Bello il quadro storico, con l'evoluzione sociale della donna dai primi del novecento ai giorni nostri, ma la storia è piuttosto banale e lascia aperti degli interrogativi. Lo stile è scorrevole, semplice, e la lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho fatto fatica ad iniziare la lettura, a naso questo libro non mi convinceva. Iniziato il romanzo devo dire che ne sono rimasta colpita e coinvolta, per quanto a tratti la storia sia pesante. Il finale mi ha spiazzato e lasciato l'amaro in bocca. Generalmente leggo più volte i libri che mi sono ...continua

    Ho fatto fatica ad iniziare la lettura, a naso questo libro non mi convinceva. Iniziato il romanzo devo dire che ne sono rimasta colpita e coinvolta, per quanto a tratti la storia sia pesante. Il finale mi ha spiazzato e lasciato l'amaro in bocca. Generalmente leggo più volte i libri che mi sono piaciuti, con questo non è accaduto.

    ha scritto il 

  • 1

    Dopo 80 pagine non ce l'ho più fatta. Un libro odioso, che non scorre, basato sul niente e che non mi suscitava proprio nulla.
    Considerando che leggo 4 o 5 libri al mese (come se i libri fossero eroina per una tossica dalla tenera età di 3 anni,quindi da 20 anni) e di libri ne avrò abbandon ...continua

    Dopo 80 pagine non ce l'ho più fatta. Un libro odioso, che non scorre, basato sul niente e che non mi suscitava proprio nulla.
    Considerando che leggo 4 o 5 libri al mese (come se i libri fossero eroina per una tossica dalla tenera età di 3 anni,quindi da 20 anni) e di libri ne avrò abbandonati 5 o 6 in tutta la mia vita (mi incaponisco e devo comunque finirli), vuol dire che questo è proprio un libro penoso!

    ha scritto il 

  • 4

    Certo, la storia si basa su una serie di fortuite coincidenze, e questa scelta stilistica non può essere propriamente definita una buona idea perchè rende tutto più surreale e tirato, come tirato è il finale, con la morte di simon in circostanze confuse (per non dire assurde).
    Tuttavia rest ...continua

    Certo, la storia si basa su una serie di fortuite coincidenze, e questa scelta stilistica non può essere propriamente definita una buona idea perchè rende tutto più surreale e tirato, come tirato è il finale, con la morte di simon in circostanze confuse (per non dire assurde).
    Tuttavia resta un bel libro, la storia di artiste di diverse generazioni, appassionante e coinvolgente fino alla fine

    ha scritto il 

  • 4

    "Piangere per il passato è vano. Piangere per il presente non fa che offuscare gli occhi, rendendo più difficile veder chiaro nel futuro."

    Tre protagoniste, Rose, Helen e Caroline, coinvolte in tre storie d'amore molto simili e comuni.
    Il ruolo della donna nel tempo, la sua forza e il suo amore.
    Un libro coinvolgente, in un certo senso triste, ma pieno di speranza.
    Peccato solo per gli innumerevoli errori di ortogr ...continua

    Tre protagoniste, Rose, Helen e Caroline, coinvolte in tre storie d'amore molto simili e comuni.
    Il ruolo della donna nel tempo, la sua forza e il suo amore.
    Un libro coinvolgente, in un certo senso triste, ma pieno di speranza.
    Peccato solo per gli innumerevoli errori di ortografia, talmente tanti da rendere la lettura a momenti "fastidiosa" .

    ha scritto il 

  • 2

    NOIOSO

    Era partito bene, poi non so perchè ma è diventato noiosissimo, una faticaccia riuscire a finirlo, visto che ormai avevo perso completamente l'interesse per le vicende delle protagoniste.
    E il fatto di saltare spesso da un'epoca all'altra non aiuta certo a mantenere il filo del discorso.

    ...continua

    Era partito bene, poi non so perchè ma è diventato noiosissimo, una faticaccia riuscire a finirlo, visto che ormai avevo perso completamente l'interesse per le vicende delle protagoniste.
    E il fatto di saltare spesso da un'epoca all'altra non aiuta certo a mantenere il filo del discorso.

    Per fortuna che ho letto per primo il secondo libro di quest'autrice, molto bello, perchè se avessi cominciato da questo il successivo non l'avrei neanche iniziato.

    ha scritto il