Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il segreto delle ossa

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.0
(43)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8820049716 | Isbn-13: 9788820049713 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il segreto delle ossa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Stimato medico di New York, Jack Stapleton ha sempre avuto una fiducia illimitata nel potere della scienza. Ecco perché, quando il figlio si ammala gravemente, sente venir meno tutte le certezze. Disperato, si orienta verso le medicine alternative, nonostante il suo scetticismo. Ma nel lungo cammino verso la guarigione del bambino, Jack è disposto a tutto. Anche a incrociare la sua strada con quella di due vecchi compagni di college: lo spregiudicato archeologo e studioso della Bibbia, Shawn Daughtry, e il rigido cardinale arcivescovo di New York, James O'Rourke. È disposto anche a credere alla scoperta di Shawn: un antico codice con informazioni che potrebbero consegnarlo agli annali della storia, nel quale forse è custodito il miracoloso rimedio per salvare la vita del piccolo. Ma questa rivelazione minerebbe le fondamenta stesse della Chiesa. Inizia così una corsa contro il tempo che porta Jack fino a Roma, nel cuore della cristianità, dove sono conservate le ossa dal potere divino. Intensa e coinvolgente, l'ultima avventura dell'eroe Stapleton, è un mix mozzafiato di suspense, esoterismo e mistero. Una nuova frontiera del medical thriller che mescola scienza, antiche credenze e sconvolgenti, possibili misteri.
Ordina per
  • 3

    Primo libro di Cook assolutamente deludente. Una storia che inizia in un senso, prosegue in un altro, per terminare da tutt'altra parte. Un romanzo, piuttosto che un medical thriller, come mi aveva abituato l'autore. Un guazzabuglio senza capo ne' coda. Andra' meglio con il prossimo...spero

    ha scritto il 

  • 3

    Carino, ma...

    Benché scorrevole, la lettura prosegue alla ricerca di un colpo di scena che però non arriva mai. I riferimenti storici e medici sono precisi e ben riportati, la lettura è piacevole, ma si arriva alla fine con l'amaro in bocca, come se mancasse qualcosa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Non ho letto altri libri di Cook, ma le recensioni affermano che questo non sia all'altezza dello scrittore, il che è rincuorante.
    La scrittura è scorrevole e coinvolgente, il tema religioso non mi dispiace, i personaggi sono ben caratterizzati. Il problema da Dan Brown in avanti è che puoi costr ...continua

    Non ho letto altri libri di Cook, ma le recensioni affermano che questo non sia all'altezza dello scrittore, il che è rincuorante. La scrittura è scorrevole e coinvolgente, il tema religioso non mi dispiace, i personaggi sono ben caratterizzati. Il problema da Dan Brown in avanti è che puoi costruire una bella trama su scioccanti rivelazioni di complotti e segreti, ma devi finire con il dubbio e il nulla di fatto (non puoi certo dire: ecco a voi le ossa della Madonna!). Il libro in questione però va avanti troppo a parlare di come hanno trovato l'ossario, di quale dramma sarà per la Chiesa e in due pagine fa finire tutto, l'archeologo morto ammazzato, insieme alla moglie, per mano dell'invasato psicolabile, con l'arcivescovo che si chiede: sarà colpa mia (gliel'hai messo in casa tu!!)?? E tutti a dire ma figurati no, povero amore. Non si capisce nemmeno, del resto, perchè Jack passi la prima parte ad avercela con la medicina alternativa, parlando dei chiropratici come stregoni che curano la tosse (:D), per poi piantar lì il discorso e riprenderlo nell'ultima pagina, quando porta il bambino malato di cancro dalla santona, ignara di esserlo. Ci stava dicendo che si era ricreduto sulle medicine alternative? Ma cosa c'entra curarsi con omeopatia o erbe, con il farsi appoggiare le mani da una sconosciuta che ha lo stesso dna di Eva mitocondriale e della Madonna?? (:D:D Poi? I Templari dove sono finiti??). Vedrò quali sono i suoi altri libri definiti molto migliori di questo.

    ha scritto il 

  • 3

    Non e' un romanzo che ti prende, anche se si legge facilmente. Rimane poi l'impressione di aver sprecato del tempo, tant'è che dieci mesi dopo l'ho ripreso in biblioteca dimentico d'averlo già letto. Mi sarei aspettato qualcosa di più.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    No va beh ma parliamo della presunta scoperta delle ossa della Vergine Maria (mi sembrava di leggere una brutta copia di Dan Brown)e del miracolo per cui il figlio degli Stapleton guarisce da un tumore al cervello incurabile??!!Rivoglio il vecchio Robin Cook!!!!!!!!!!!!!!

    ha scritto il 

  • 1

    Non ci posso credere!!!

    No! Non riesco a credere che un genio del medical-thriller come Cook abbia sfornato un libro tanto scadente!
    Praticamente un novanta per cento del romanzo mette in scena un recupero di un ossario e successivamente una sequenza di diatribe tra i quattro personaggi principali di natura teologica (s ...continua

    No! Non riesco a credere che un genio del medical-thriller come Cook abbia sfornato un libro tanto scadente! Praticamente un novanta per cento del romanzo mette in scena un recupero di un ossario e successivamente una sequenza di diatribe tra i quattro personaggi principali di natura teologica (sono le ossa della Madonna o no? Lo diciamo al mondo se lo saranno o no?)per poi far arrivare il lettore (che a quel punto è in angosciante attesa di un guizzo di vita che gli permetta di dire 'oh finalmente adesso arriva l'azione!')ad un epilogo che lascia una rabbia palpabile per la stupidità con cui si conclude. Un libro che consiglio vivamente di evitare, non si avvicina neanche un unghia al suo stile precedente.

    ha scritto il 

  • 4

    Cook lascia sempre qualcosa dentro di me dopo averlo letto. Questa volta, come la precedente, sono coincidenze. Un particolare del romanzo che si aggancia alla mia vita.

    ha scritto il