Il sergente nella neve

Voto medio di 2806
| 367 contributi totali di cui 322 recensioni , 41 citazioni , 0 immagini , 4 note , 0 video
Ha scritto il 09/11/17
Intenso, laconico, vero, a tratti lirico. Non capisco perché non si faccia leggere alle medie o al liceo.
Ha scritto il 09/11/17
sensazione di perdita
Stern e la sua grande abilità descrittiva: immagini così sature, crude e vivide che mi hanno fatto provare disperazione e sensazione di perdita; sentire il gelo della guerra, l' odore del sangue e del fango. Straziante e dolce contemporaneamente.
Ha scritto il 02/08/17
Frasi dal libro
“Ho ancora nel naso l’odore che faceva il grasso sul fucile mitragliatore arroventato. Ho ancora nelle orecchie e sin dentro il cervello il rumore della neve che crocchiava sotto le scarpe, gli sternuti e i colpi di tosse delle vedette russe, il ...Continua
Ha scritto il 23/07/17
Memorie di un Uomo
C'erano i professori che leggevano il Sergente e dicevano "Ma guarda questo come si permette di scrivere!" [...] Insomma, passavano il libro con la matita rossa e blu, per divertirsi poi magari a farmi dire che come io, ignorante quale ero, mi ...Continua
Ha scritto il 25/06/17
Leggendolo mi sono ritrovato in guerra con lui, stupido e fatalista come tutti loro. Chissà se io sarei ritornato a baita.
  • 1 mi piace

Ha scritto il Dec 14, 2016, 09:08
Quando sono pronto per uscire la donna mi porge una tazza di latte caldo. Latte come quello che si beve nelle malghe all’estate; o che si mangia con la polenta nelle sere di gennaio. Non gallette e scatolette, non brodo gelato, non pagnotte ...Continua
Ha scritto il Aug 21, 2016, 15:01
"C'era la guerra, proprio la guerra più vera dove ero io, ma io non vivevo la guerra, vivevo intensamente cose che sognavo, che ricordavo e che erano più vere della guerra.Il fiume era gelato, le stelle erano fredde, la neve era vetro che si ...Continua
Ha scritto il Mar 24, 2016, 17:18
Di Rino, rimato ferito durante il primo attacco, non sono riuscito a sapere nulla di preciso. Sua madre è viva solo per aspettarlo. La vedo tutti i giorni quando passo davanti alla sua porta. I suoi occhi si sono consumati. (...) E anche Giuanin è ...Continua
Pag. 115
  • 1 mi piace
Ha scritto il Mar 24, 2016, 17:16
Molto tempo dopo, in Italia (e c'era il sole, il lago, alberi verdi, vino, ragazze che passeggiavano), venne il padre di questo alpino a chiedere notizie a noi pochi che eravamo rimasti. Nessuno sapeva dire niente o non voleva dire niente. Ci ...Continua
Pag. 48
Ha scritto il Mar 24, 2016, 17:09
C'era la guerra, proprio la guerra più vera dove ero io, ma io non vivevo la guerra, vivevo intensamente cose che sognavo, che ricordavo e che erano più vere della guerra. Il fiume era gelato, le stelle erano fredde, la neve era vetro che si ...Continua
Pag. 28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Mar 06, 2017, 08:49
lettura in classe 2B secondaria 1° grado che si terrà con la DS nella settimana 18-25 aprile 2017
Ha scritto il Dec 23, 2015, 12:51
Collocazione: NR 628
Ha scritto il Jan 13, 2015, 23:06
Questo è stato il 26 gennaio 1943. I miei piú cari ami-ci mi hanno lasciato in quel giorno.Di Rino, rimasto ferito durante il primo attacco, nonsono riuscito a sapere nulla di preciso. Sua madre è vivasolo per aspettarlo. La vedo tutti i giorni ...Continua
Pag. 128
  • 2 mi piace
Ha scritto il Jan 13, 2015, 23:03
Io faccio un passo avanti, mi met-to il fucile in spalla e mangio. Il tempo non esiste piú. Isoldati russi mi guardano. Le donne mi guardano. Ibambini mi guardano. Nessuno fiata. C’è solo il rumoredel mio cucchiaio nel piatto. E d’ogni mia ...Continua
Pag. 121
  • 2 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi