Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sexto

Di

Editore: Einaudi (Nuovi coralli, 333)

3.7
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806053752 | Isbn-13: 9788806053758 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Angelo Morino

Disponibile anche come: Copertina rigida

Ti piace Il sexto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Protagonista, come sempre in Arguedas, è la collettività, da cui vengono a galla alcune figure emblematiche. Caimac, il minatore che muore aggrappato al sogno di potersi costruire una chitarra; "Punalada", il negro feroce che prostituisce a tutti il giovane "Clavel"; il giapponese, mendicante dal "sorriso inestinguibile", ed infine Gabriel, il giovane sognatore attraverso cui ci viene raccontato il mondo del carcere di "Sexto".
Ordina per
  • 5

    Il sexto è il carcere di Lima, diviso in gironi di dantesca memoria. Il primo è occupato dai detenuti comuni, l'ultimo dai politici, soprattutto apristi. Arguedas occupava l'ultimo girone. Romanzo durissimo, essenziale. Bellissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo è il più bel libro di Josè Maria Arguedas, poco conosciuto scrittore peruviano, profondo conoscitore e divulgatore della cultura quechua, morto suicida nel 1969. Altri suoi libri pubblicati in italiano sono "I fiumi profondi" e "Festa di sangue", entrambi belli e interessanti. "Festa di sa ...continua

    Questo è il più bel libro di Josè Maria Arguedas, poco conosciuto scrittore peruviano, profondo conoscitore e divulgatore della cultura quechua, morto suicida nel 1969. Altri suoi libri pubblicati in italiano sono "I fiumi profondi" e "Festa di sangue", entrambi belli e interessanti. "Festa di sangue si presenta anche come un testo di antropologia quechua. Leggeteli.

    ha scritto il