Il signore delle mosche

I grandi della narrativa - Novecento europeo Vol. 4

Di

Editore: Editoriale San Paolo - Famiglia cristiana (su licenza Mondadori)

4.0
(14382)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 239 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Chi semplificata , Francese , Polacco , Russo , Catalano , Svedese , Portoghese , Giapponese , Greco , Galego , Ceco , Farsi , Coreano , Olandese , Estonian

Isbn-10: A000043116 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , Rilegato in pelle

Genere: Narrativa & Letteratura , Scienze Sociali , Adolescenti

Ti piace Il signore delle mosche?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Dei ragazzini finiti su un'isola sperduta cercano di ricreare l'organizzazione della società da cui provengono ma col tempo prevarrà la legge del più forte. L'uomo lontano dalla civiltà torna animale ...continua

    Dei ragazzini finiti su un'isola sperduta cercano di ricreare l'organizzazione della società da cui provengono ma col tempo prevarrà la legge del più forte. L'uomo lontano dalla civiltà torna animale predatore. Il potere preso con la forza anziché con la democrazia non porta a niente di buono. Mi è particolarmente piaciuto il finale dove si passa dall'ansia alla commozione.

    ha scritto il 

  • 2

    ENONMISTABBENEEH!!!!!

    Qualche volta vorrei permettermi il lusso di credere che le persone, specialmente i più giovani, siano migliori di quanto appaiono. I romanzi distopici come questo, in particolar modo se letti in dete ...continua

    Qualche volta vorrei permettermi il lusso di credere che le persone, specialmente i più giovani, siano migliori di quanto appaiono. I romanzi distopici come questo, in particolar modo se letti in determinati periodi, mandano in vacca speranze e compagnia bella. Golding, vai a farti una passeggiata per favore, e ritorna solo quando ti sarai rimesso in pace col mondo!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Il Signore delle Mosche è un romanzo ben scritto, con un attenta visione della natura umana. L'Autore è convinto della incapacità dell'uomo di migliorarsi e di cadere sempre nei propri errori, ripetut ...continua

    Il Signore delle Mosche è un romanzo ben scritto, con un attenta visione della natura umana. L'Autore è convinto della incapacità dell'uomo di migliorarsi e di cadere sempre nei propri errori, ripetuti nel tempo. Un gruppo di ragazzi sopravvive alla caduta di un aereo durante un conflitto planetario (anche se di questo aspetto non troviamon quasi nulla nel racconto) e sin dall'inizio cerca di organizzarsi per riuscire a vivere fino all'arrivo dei soccorsi. L'iniziale costruzione di una società democratica non reggerà all'urto della natura umana lasciata libera dai vincoli morali, trasformando i giovani sull'isola in assassini. La critica feroce della società e dell'uomo rende il libro meritevole di essere letto, anche se non è stato tra le mie letture preferite, per l'esasperazione artificiale di alcune situazioni dirette a giustificare la tesi di Golding.

    ha scritto il 

  • 3

    Su tutte le classifiche dei 100 libri ...

    ... che assolutamente un uomo deve leggere prima di morire, ho trovato il presente scritto.
    Poi ho scoperto, che tutte le liste che lo segnalano, sono state scritte da esperti di origine sassone.
    Il r ...continua

    ... che assolutamente un uomo deve leggere prima di morire, ho trovato il presente scritto.
    Poi ho scoperto, che tutte le liste che lo segnalano, sono state scritte da esperti di origine sassone.
    Il racconto è scritto alla narrativa anni '50 di origine inglese, semplice ed asciutto ... senza particolari fronzoli.
    Libro acclamato e adorato dagli studenti americani e inglesi, con il Giovane Holden, dal '60 in poi ... per un Italiano, forse passa un po' inosservato.
    I temi traspaiono , il significato è chiaro.
    Associato al libro, spesso viè la locuzione "il Grande Satana" un filo conduttore un po' più nascosto, ma ammetto di averlo percepito mentre leggevo.
    Meno chiaro, il tema del peccato originale.

    Tutto sommato un libro da "leggere sicuramente", ma magari, in una posizione che va' oltre la 100 del proprio elenco personale.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho letto questo libro a scuola, per un progetto d'inglese. Ammetto che all'epoca mi colpì tanto per la trama quanto per lo stile di scrittura. Uno dei primi romanzi in cui riuscii a impressionarmi: le ...continua

    Ho letto questo libro a scuola, per un progetto d'inglese. Ammetto che all'epoca mi colpì tanto per la trama quanto per lo stile di scrittura. Uno dei primi romanzi in cui riuscii a impressionarmi: le barbarie del gruppo di ragazzi sull'isola deserta rasentano il comportamento animalesco, la testa di porco piena di mosche è descritta con un realismo di particolari che sembra di trovarsela davanti e poterla toccare. Un libro che è una riflessione sulla società, sulla legge del più forte, che non lascia indifferenti. Ho dato tre stelle e non quattro solo perché mi spiace di averlo letto in un periodo in cui non ho saputo valutarlo a pieno. Spero di riprovarmici in futuro, ma in ogni caso lo consiglio.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Diludendo

    Ma 'sti bambini che non si sa manco quanti sono, dove fossero diretti, come ci siano arrivati, da chi fossero guidati... in un'isola dove incontrano la loro "cattiveria"... che cosa mi volevano dire.. ...continua

    Ma 'sti bambini che non si sa manco quanti sono, dove fossero diretti, come ci siano arrivati, da chi fossero guidati... in un'isola dove incontrano la loro "cattiveria"... che cosa mi volevano dire... "meno male che ci sono gli adulti?" che mantengono la pace nel mondo... ambé!... stiamo in banca!

    ha scritto il 

  • 2

    Dal "masterpiece" di un premio Nobel per la letteratura sinceramente mi aspettavo di più, il "Signore delle mosche" è un romanzo per ragazzi ma anche un'allegoria dell'eterna lotta tra il razionalismo ...continua

    Dal "masterpiece" di un premio Nobel per la letteratura sinceramente mi aspettavo di più, il "Signore delle mosche" è un romanzo per ragazzi ma anche un'allegoria dell'eterna lotta tra il razionalismo e l'istintualità che tratteggiano l'essere umano, ciò non toglie che le prime 150 pagine siano stucchevoli e noiose, solo nelle ultime 90 il romanzo si fa più intrigante e guadagna la sufficienza.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per