Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il silenzio del ghiaccio

Di

Editore: Longanesi (La Gaja scienza)

3.9
(299)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 344 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8830430919 | Isbn-13: 9788830430914 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Adria Tisso

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il silenzio del ghiaccio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Doveva essere un tranquillo weekend in montagna. Maura Isles ne aveva bisogno più che mai, per staccare un po’ da un lavoro, quello di anatomopatologa, che le ha fatto guadagnare il soprannome di «regina dei morti». E per dimenticare un amore impossibile. Doveva essere un tranquillo weekend e invece va subito tutto storto. La neve comincia a cadere troppo fitta. La stradina di montagna diventa indistinguibile. Il navigatore satellitare non funziona, così come i cellulari. Basta un attimo perché l’auto esca di strada. Sopravvissuta all’incidente, Maura si addentra nel nulla per cercare soccorso. Quello che trova, però, ha dell’incredibile e del misterioso. E ha l’odore inconfondibile della morte. Forse, presto, anche della sua. Molto presto. Se per Maura sta per iniziare il peggiore degli incubi, per Jane Rizzoli, detective della polizia di Boston, sta per iniziare la caccia. Perché nonostante Maura sia scomparsa, nonostante le prove evidenti di un destino terribile, Jane non è disposta ad arrendersi. A costo di scoperchiare un segreto orribile e letale.
Ordina per
  • 4

    Incuriosito dalle recensioni ho letto questo primo libro della Gerritsen in pochi giorni. Scrittura scorrevole nella prima parte , rallenta un po' nella seconda quando si fa anche un po' prevedibile senza però abbassare la tensione creata. Mi ha convinto e leggerò anche gli altri suoi libri

    ha scritto il 

  • 3

    Il punto principale di questo romanzo non sono indizi, sospettati, la ricerca dell'assassino; l'elemento portante è la lotta per la sopravvivenza, in tutte le sue complesse sfaccettature.
    La Gerritsen riesce a creare grande suspence anche in questo giallo dalla costruzione, rispetto a tutti i pre ...continua

    Il punto principale di questo romanzo non sono indizi, sospettati, la ricerca dell'assassino; l'elemento portante è la lotta per la sopravvivenza, in tutte le sue complesse sfaccettature. La Gerritsen riesce a creare grande suspence anche in questo giallo dalla costruzione, rispetto a tutti i precedenti della serie, atipica; per alcuni tratti sembra un mix tra un horror e un romanzo di avventura, e, nonostante per alcuni tratti la narrazione arranchi (se avesse mantenuto lo stesso livello delle prime 200 pagine, sarebbe stato perfetto), la storia è intrigante e originale.

    ha scritto il 

  • 4

    Quando il candore nasconde un inferno...

    Scrittura scorrevole.
    "Il silenzio del ghiaccio" è ad ora il libro della serie Rizzoli e Isles di Tess Gerristen che mi sia piaciuto meno.
    La storia nella prima metà del libro fatica a decollare e manca quasi completamente della "suspense" trovata nei libri precedenti; ma per fortuna nella secon ...continua

    Scrittura scorrevole. "Il silenzio del ghiaccio" è ad ora il libro della serie Rizzoli e Isles di Tess Gerristen che mi sia piaciuto meno. La storia nella prima metà del libro fatica a decollare e manca quasi completamente della "suspense" trovata nei libri precedenti; ma per fortuna nella seconda metà il libro trova finalmente quel non so ché per far funzionare la storia e il finale particolare aiuta a migliorare il libro.

    Voto finale: 3 stelline e 1/2

    ha scritto il 

  • 4

    Jane&Maura

    Superati i primi 5/6 capitoli, il romanzo inizia a scorrere senza problemi, tant'è che si finisce tranquillamente in una nottata.
    Un bel thriller con parecchi colpi di scena e che regala anche un groppo alla gola con contorno di lacrime.
    Jane e Maura sono meravigliose anche su carta.
    Peccato so ...continua

    Superati i primi 5/6 capitoli, il romanzo inizia a scorrere senza problemi, tant'è che si finisce tranquillamente in una nottata. Un bel thriller con parecchi colpi di scena e che regala anche un groppo alla gola con contorno di lacrime. Jane e Maura sono meravigliose anche su carta. Peccato solo per quei capitoli iniziali che sono davvero noiosi!

    ha scritto il 

  • 1

    Primo libro di T.G. che leggo. Strutturato come un telefilm “ai confini della realtà”. Tema non originale: sette, ecologia. Personaggi di poco spessore. Scontato.

    ha scritto il 

  • 2

    a volte il silenzio sarebbe meglio

    non so se sono io che mi sto stufando o se progressivamente i libri di questa serie calano di qualità, forse la seconda, complice una cronica mancanza di originalità e un reiterarsi delle situazioni e, spesso, persino dei modi di raccontare fatti accaduti già in altri libri


    vabbè, qua Maur ...continua

    non so se sono io che mi sto stufando o se progressivamente i libri di questa serie calano di qualità, forse la seconda, complice una cronica mancanza di originalità e un reiterarsi delle situazioni e, spesso, persino dei modi di raccontare fatti accaduti già in altri libri

    vabbè, qua Maura è protagonista per il semplice delitto di essersi allontanata con un collega dopo un convegno, sta poveretta che si dibatte come un'adolescente nelle spire dei suoi sentimenti in stile Uccelli di Rovo si trova incazzata con Daniel e lontano da casa, qui un fascinoso amico la invita a una gita fuori porta e lei ci va...ovviamente per il semplice fatto che si tratta di un thriller le cose non saranno mai semplici e lei finisce in una località isolata dalla neve con un po' di gente che pare intenzionata a fare fuori al più presto lei e suoi amici...Jane la salva, naturalmente, ma la storia è lenta, noiosa, implausibile persino per una nazione dove i santoni fanno strage degli adepti da sempre e infine non ho provato nemmeno un brivido nonostante la poveretta rischi la vita tutto il tempo, sarà che la mia idea di rischiare la vita non comprende la mancanza di una doccia e di abiti puliti?

    ps. possibile che la mia opinione sia falsata dal fatto che una deficente su Anobii non ha messo lo spoiler nella sua rece e mi sono imbattuta nel finale alla seconda riga delle sue farneticazioni...

    ha scritto il 

  • 4

    Adepti disposti a tutto per il capo della setta

    Dopo Il club Mephistofele questa è la terza avventura che associa l'indagatore dell'occulto Antony Sansone alla popolare Jane Rizzoli e all'aistocratica Maura Isles. Stessi pruriti da uccelli di rovo uniti allo scabroso alla Dan Brown per questa autrice spregiudicatica ma pirotecnica negli intrec ...continua

    Dopo Il club Mephistofele questa è la terza avventura che associa l'indagatore dell'occulto Antony Sansone alla popolare Jane Rizzoli e all'aistocratica Maura Isles. Stessi pruriti da uccelli di rovo uniti allo scabroso alla Dan Brown per questa autrice spregiudicatica ma pirotecnica negli intrecci e amministratrice sicura della pagina.

    ha scritto il 

  • 4

    E' stata una bella sorpresa: scoprire quest'autrice e il romanzo che racconta di due personaggi a cui sono affezionata dal telefilm, il detective Jane Rizzoli e la sua amica patologa Maura Isles. Dovrò recuperare anche gli altri volumi della serie!

    ha scritto il