Il simbolo perduto

Di

Editore: A. Mondadori (Numeri primi)

3.5
(9613)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 604 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Portoghese , Francese , Olandese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Svedese , Polacco , Galego , Russo , Finlandese , Turco , Ceco , Ungherese , Greco , Indonesiano

Isbn-10: 8866210013 | Isbn-13: 9788866210016 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Annamaria Biavasco , Nicoletta Lamberti , Roberta Scarabelli , Annamaria Raffo , Valentina Guani

Disponibile anche come: Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il simbolo perduto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Robert Langdon, professore di simbologia ad Harvard, è in viaggio per Washington. È stato convocato dall’amico Peter Solomon, uomo potentissimo affiliato alla massoneria, per tenere una conferenza al Campidoglio. Ad attenderlo c’è però un inquietante fanatico che vuole servirsi di lui per svelare un segreto millenario. Langdon intuisce qual'è la posta in gioco quando all’interno della Rotonda del Campidoglio viene ritrovata una mano mozzata con il pollice e l’indice rivolti verso l’alto: è la mano destra di Solomon. Langdon ha poche ore per ritrovare l’amico. Viene così proiettato in un labirinto di tunnel e oscuri templi, dove si perpetuano antichi riti iniziatici. E dovrà dare fondo a tutta la propria sapienza per decifrare i simboli che i padri fondatori hanno nascosto tra le architetture della città. Fino al sorprendente finale.
Ordina per
  • 3

    Alla ricerca della Parola

    Scorrevole da leggere, lo stile è quello solito di di Dan Brown: i colpi di scena si susseguono in ogni capitolo invogliando il lettore a proseguire nella lettura, nonostante in alcuni punti il raccon ...continua

    Scorrevole da leggere, lo stile è quello solito di di Dan Brown: i colpi di scena si susseguono in ogni capitolo invogliando il lettore a proseguire nella lettura, nonostante in alcuni punti il racconto risulta appesantito dai troppi particolari che allontanano dalla trama principale. Questi stessi particolari, che sono un mix di storia,architettura, simbologia ed arte, se da una parte potrebbero annoiare dall'altra incuriosiscono al punto da effettuare continue ricerche per saperne di più.
    Bello il colpo di scena finale: ha dato quel tocco in più alla storia.
    L'epilogo a mio avviso si poteva evitare!!!

    ha scritto il 

  • 3

    piacevole ma leggermente scontato

    un Dan Brown che non smentisce il suo modello di romanzo : il buon professor langdon alle prese con un mega complotto farcito di misteri e di enigmi stavolta inerenti l'argomento massoneria con tanto ...continua

    un Dan Brown che non smentisce il suo modello di romanzo : il buon professor langdon alle prese con un mega complotto farcito di misteri e di enigmi stavolta inerenti l'argomento massoneria con tanto di coinvolgimento della CIA ordito dal pazzo esaltato di turno.
    Il tutto si svolge in un susseguirsi di fatti e colpi di scena un po' esagerati per concludersi in modo un po' fiacco. lo scrittore ha fatto di meglio ma non è proprio da scartare.

    ha scritto il 

  • 2

    Deludente

    Il Prof.Langdon mantiene il suo fascino e cattura l'attenzione oltre che la simpatia del lettore ma, in questo romanzo la storia non è all'altezza del personaggio.Azione e suspance non mancano ma il f ...continua

    Il Prof.Langdon mantiene il suo fascino e cattura l'attenzione oltre che la simpatia del lettore ma, in questo romanzo la storia non è all'altezza del personaggio.Azione e suspance non mancano ma il finale delude.Troppi concetti filosofici che a dire il vero annoiano un pò....Non paragonabile al capolavoro dell'Inferno

    ha scritto il 

  • 4

    還真是緊張刺激啊,
    加上看過前兩部大作『達文西密碼』及『天使與魔鬼』
    故事內容真的會在腦中飛也似的呈現真實的畫面
    可惜我的藝術氣息超薄弱 裡面太多藝術家的作品完全不知道是什麼樣子@@
    (還好有估狗大神XD)

    內容設定很有趣 尤其是一開始知性科學的部分
    一開始出現有些突兀 但是和結局做了不錯的連結
    有些誇張,但是我同意他的結論!

    如同J.K羅琳筆下的雷文克勞學院箴言
    『無盡的智慧是人類最珍貴的寶藏。 ...continua

    還真是緊張刺激啊,
    加上看過前兩部大作『達文西密碼』及『天使與魔鬼』
    故事內容真的會在腦中飛也似的呈現真實的畫面
    可惜我的藝術氣息超薄弱 裡面太多藝術家的作品完全不知道是什麼樣子@@
    (還好有估狗大神XD)

    內容設定很有趣 尤其是一開始知性科學的部分
    一開始出現有些突兀 但是和結局做了不錯的連結
    有些誇張,但是我同意他的結論!

    如同J.K羅琳筆下的雷文克勞學院箴言
    『無盡的智慧是人類最珍貴的寶藏。』

    ha scritto il 

  • 5

    All'inizio un po' ostico (il mio inglese non è eccellente e Brown usa molt vocaboli non del linguaggio colloquiale). La trama, come al solito, è avvincente, con la giusta dose di suspense e colpi di s ...continua

    All'inizio un po' ostico (il mio inglese non è eccellente e Brown usa molt vocaboli non del linguaggio colloquiale). La trama, come al solito, è avvincente, con la giusta dose di suspense e colpi di scena (anche se alcuni piuttosto prevedibili). Il bello dei thriller di Brown è che sono intrisi di storia ed arte: c'è un bel mix di inventato e reale (ho praticamente letto il libro con la pagina di Wikipedia a portata di click). Alcune situazioni e alcuni personaggi sono un po' troppo assurdi e poco veritieti, ma almeno per me non è stato un problema. In qualche modo Brown rende tutto plausibile. A me è piaciuto molto.

    ha scritto il 

  • 3

    Ormai chi legge i libri di Dan Brown sa esattamente a cosa va incontro; anche questo "Simbolo Perduto" assomiglia nel bene e nel male a tutti gli altri: i colpi di scena si susseguono a ripetizione , ...continua

    Ormai chi legge i libri di Dan Brown sa esattamente a cosa va incontro; anche questo "Simbolo Perduto" assomiglia nel bene e nel male a tutti gli altri: i colpi di scena si susseguono a ripetizione , la struttura con i capitoli corti che "non finiscono" invogliando il lettore a continuare, una miscellanea di storia, architettura, religione, simbologia profusa a piene mani che se da una parte puzza di furberia dall'altra se non altro stimola chi legge ad informarsi e a viaggiare per conto proprio. Qui, a differenza degli altri romanzi, l'ambientazione statunitense (Washington) risulta decisamente meno accattivante rispetto a quella di "Inferno" (Venezia, Firenze, Istambul) e "Angeli e Demoni" (Roma), almeno per il lettore europeo, italiano in particolare. E' comunque garantita tensione e suspance dalla prima al''ultima pagina (o quasi, visto il "pistolotto" finale) e se non lo si prende troppo sul serio, ci si può davvero divertire.

    ha scritto il 

  • 3

    ATTENZIONE: Di seguito non anticipo eventi specifici della trama, ma dal mio modo di esprimermi potrebbe trapelare qualcosa che chi non ha ancora letto il libro potrebbe non gradire.. :)

    Non mi ha ent ...continua

    ATTENZIONE: Di seguito non anticipo eventi specifici della trama, ma dal mio modo di esprimermi potrebbe trapelare qualcosa che chi non ha ancora letto il libro potrebbe non gradire.. :)

    Non mi ha entusiasmato troppo, per il semplice fatto che la trama è quasi il calco dei due libri precedenti.. una setta segreta, la ricerca di un grande potere, una donna super bella e super intelligente, un pazzo fanatico che vuole far fuori tutti.. inseguimenti, rapimenti, minacce, pistole alla testa di Langdon, Langdon che rimane intrappolato da qualche parte, Langdon che muore, ah no, non è morto veramente, in realtà è rimasto vivo in un modo assurdo e rientra in scena giusto in tempo per il finale, in cui ovviamente tutto torna a posto.
    Di buono c'è che Dan Brown ha uno stile unico ed inimitabile, reso tale grazie alle mille curiosità ed informazioni artistiche e storiche che inserisce in una narrazione altrimenti banale e piatta.. Mi è piaciuto un po' meno degli altri anche forse perchè ambientato in un posto a me estraneo come Washington..
    Continua a non farmi impazzire il modo in cui Langdon risolve gli enigmi tramite improvvise illuminazioni e colpi di genio, e alcuni passaggi li trovo piuttosto stentati, i questo libro come nei precedenti.. Per non parlare del fatto che (mio malgrado) ho intuito la vera identità del cattivo di turno qualche pagina prima del tanto atteso colpo di scena, rovinandomi così l'effetto sorpresa. Era forse previsto dallo scrittore?
    Rimane comunque una lettura piacevole e senza impegno, che in alcuni momenti mi ha pure preso..

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per