Il sistema periodico

Voto medio di 2.304
| 289 contributi totali di cui 264 recensioni , 24 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 09/09/17
Provai a leggere questo libro subito dopo l'acquisto, ma lo abbandonai.Non ricordo perché accadde, solo andò ad aumentare la pila dei desiderati in camera mia.Oggi l'ho finito ed ho già voglia di rileggerlo.E' un libro multiforme, ha tantissime ..." Continua...
  • 13 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 07/09/17
"Il sistema periodico" è una raccolta originale, in cui si intrecciano esperienze che Levi ha raccolto in diversi momenti della vita, dall'infanzia agli anni degli studi universitari, dal periodo di prigionia ad Auschwitz al lavoro nel dopoguerra. ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/07/17
Meraviglioso
Un libro veramente meraviglioso. Scritte in un italiano perfetto, schietto, diretto efficace, le storie raccontate da Primo Levi, chimico pratico impiegato in aziende e in ruoli tecnci, ci raccontano di come la materia, fatta di elementi chimici, si ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/07/17
Già con i primi due ascolti (Se questo è un uomo, La tregua) mi ero fatta l’idea che Primo Levi fosse l’autore del Novecento che usa meglio la lingua italiana (tra quelli che conosco, naturalmente). Questo libro mi dà la conferma.Passando dal ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 24/05/17
“Il sistema periodico” consta di ventuno capitoli, ognuno con il titolo di un elemento chimico. Eppure, avverte l'autore, “questo non è un trattato di chimica: la mia presunzione non giunge a tanto, «ma voix est foible, et même un peu ..." Continua...
  • 6 mi piace

Ha scritto il Feb 16, 2017, 19:42
Sulle dispense stava scritto un dettaglio che alla prima lettura mi era sfuggito, e cioè che il così tenero e delicato zinco, così arrendevole davanti agli acidi, che se ne fanno un solo boccone, si comporta invece in modo assai diverso quando è ... Continua...
Pag. 32
Ha scritto il Jan 21, 2015, 16:58
Nel mondo reale gli armati esistono, costruiscono Auschwitz, e gli onesti e gli inermi spianano loro la strada; perciò di Auschwitz deve rispondere ogni tedesco, anzi, ogni uomo, e dopo Auschwitz non è più lecito essere inermi.
Pag. 196
  • 1 mi piace
Ha scritto il Dec 29, 2011, 12:56
Che la nobiltà dell’Uomo, acquisita in cento secoli di prove e di errori, era consistita nel farsi signore della materia, e che io mi ero iscritto a Chimica perché a questa nobiltà mi volevo mantenere fedele. Che vincere la materia è ... Continua...
Ha scritto il Dec 24, 2011, 07:24
Io pensavo ad un’altra morale, più terrena e concreta, e credo che ogni chimico militante la potrà confermare: che occorre diffidare del quasi-uguale (il sodio è quasi uguale al potassio: ma col sodio non sarebbe successo nulla), del ... Continua...
Ha scritto il May 28, 2011, 22:06
Sulle dispense stava scritto un dettaglio che alla prima lettura mi era sfuggito, e cioè che il così tenero e delicato zinco, così arrendevole davanti agli acidi, che se ne fanno un solo boccone, si comporta invece in modo assai diverso quando è ... Continua...
Pag. 34
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 06, 2017, 17:13
In ascolto tramite il podcast della trasmissione "Ad alta voce" di radiotre.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi