Il sistema periodico

Voto medio di 2291
| 319 contributi totali di cui 293 recensioni , 25 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 25/07/17
Meraviglioso
Un libro veramente meraviglioso. Scritte in un italiano perfetto, schietto, diretto efficace, le storie raccontate da Primo Levi, chimico pratico impiegato in aziende e in ruoli tecnci, ci raccontano di come la materia, fatta di elementi chimici, si ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 03/07/17
Già con i primi due ascolti (Se questo è un uomo, La tregua) mi ero fatta l’idea che Primo Levi fosse l’autore del Novecento che usa meglio la lingua italiana (tra quelli che conosco, naturalmente). Questo libro mi dà la conferma.Passando dal ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 24/05/17
“Il sistema periodico” consta di ventuno capitoli, ognuno con il titolo di un elemento chimico. Eppure, avverte l'autore, “questo non è un trattato di chimica: la mia presunzione non giunge a tanto, «ma voix est foible, et même un peu ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 22/05/17
Sinestesie
Associare gli antenati alle qualità dei gas, gli amici a quelle del Fe, i messaggeri al Hg (quantomai azzeccato), un amore sfiorato al P.La chimica applicata alla vita.Ho quasi cercato, durante la lettura, un motivo per abbandonarlo, non so ..." Continua...
  • 14 mi piace
  • 3 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 12/05/17
Una prosa tesa, concreta, senza concessioni apparenti alla limatura estetica, aderente alla materia del vivere, forzando i sentimenti ad allontanarsi. La materia si lega , come in nuove soluzioni chimiche, alle vite, ai caratteri, ai misteri delle ..." Continua...
  • 7 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 16, 2017, 19:42
Sulle dispense stava scritto un dettaglio che alla prima lettura mi era sfuggito, e cioè che il così tenero e delicato zinco, così arrendevole davanti agli acidi, che se ne fanno un solo boccone, si comporta invece in modo assai diverso quando è ... Continua...
Pag. 32
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 21, 2015, 16:58
Nel mondo reale gli armati esistono, costruiscono Auschwitz, e gli onesti e gli inermi spianano loro la strada; perciò di Auschwitz deve rispondere ogni tedesco, anzi, ogni uomo, e dopo Auschwitz non è più lecito essere inermi.
Pag. 196
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 29, 2011, 12:56
Che la nobiltà dell’Uomo, acquisita in cento secoli di prove e di errori, era consistita nel farsi signore della materia, e che io mi ero iscritto a Chimica perché a questa nobiltà mi volevo mantenere fedele. Che vincere la materia è ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 24, 2011, 07:24
Io pensavo ad un’altra morale, più terrena e concreta, e credo che ogni chimico militante la potrà confermare: che occorre diffidare del quasi-uguale (il sodio è quasi uguale al potassio: ma col sodio non sarebbe successo nulla), del ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il May 28, 2011, 22:06
Sulle dispense stava scritto un dettaglio che alla prima lettura mi era sfuggito, e cioè che il così tenero e delicato zinco, così arrendevole davanti agli acidi, che se ne fanno un solo boccone, si comporta invece in modo assai diverso quando è ... Continua...
Pag. 34
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 06, 2017, 17:13
In ascolto tramite il podcast della trasmissione "Ad alta voce" di radiotre.
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi