Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sogno

Di

Editore: Mondadori

3.7
(96)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 217 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8804315369 | Isbn-13: 9788804315360 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Irene Bernardini , Enza Maccarone

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Health, Mind & Body , Da consultazione , Social Science

Ti piace Il sogno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Ho letto solo il saggio sul sogno per un compito scolastico, e devo dire che ho trovato lo stile di Freud a tratti molto semplice e facile da comprendere, accessibile a tutti insomma, ma in molti ...continua

    Ho letto solo il saggio sul sogno per un compito scolastico, e devo dire che ho trovato lo stile di Freud a tratti molto semplice e facile da comprendere, accessibile a tutti insomma, ma in molti casi oscuro, pieno di concetti difficili.Comunque stiamo parlando di psicoanalisi, non di bruscolini, è normale che venga usato un linguaggio specifico. Un saggio utile per comprendere meglio i meccanismi che entrano in atto quando ci addormentiamo.

    ha scritto il 

  • 4

    Da leggere solo a mente lucida e serena!!! Interessante, anche se abbastanza pesantuccio, ma in fondo stiamo parlando di Freud...ma se devo dirla tutta, a me i suoi testi, tra cui questo, sono ...continua

    Da leggere solo a mente lucida e serena!!! Interessante, anche se abbastanza pesantuccio, ma in fondo stiamo parlando di Freud...ma se devo dirla tutta, a me i suoi testi, tra cui questo, sono serviti.

    Il saggio si apre con i capitoli del meccanismo della dimenticanza e dei ricordi di copertura. Poi si passa all'interessante capitolo sul sogno. Per Freud "i sogni sono semplici e palesi realizzazioni di desideri ed essi non si occpano mai di cose che non siano degne di interesse anche durante il giorno, e le banalità che non ci colpiscono durante il giorno non possono seguirci nel sonno". Essi ci rivelano l'inconscio e i suoi desideri, alcune volte lo fanno in modo diretto(ma è una rarità), ma la maggior parte delle volte lo fanno attraverso processi di camuffamenti e censure, dovute probabilmente alla coscienza.

    http://librichepassione.forumfree.it/?t=31673084

    ha scritto il 

  • 4

    Cito un passo di Freud: "Sono giunto a nuove conclusioni sul sogno applicando a esso un nuovo metodo di indagine psicologica che mi ha dato eccellenti risultati nella soluzione delle fobie, delle ...continua

    Cito un passo di Freud: "Sono giunto a nuove conclusioni sul sogno applicando a esso un nuovo metodo di indagine psicologica che mi ha dato eccellenti risultati nella soluzione delle fobie, delle ossessioni, dei deliri e così via, e che in seguito è stato accoolto col nome di 'psicoanalisi' da tutta una scuola di ricercatori"

    ha scritto il 

  • 0

    Da leggere solo a mente lucida e serena!!!
    Interessante, anche se abbastanza pesantuccio, ma in fondo stiamo parlando di Freud...ma se devo dirla tutta, a me i suoi testi, tra cui questo, sono ...continua

    Da leggere solo a mente lucida e serena!!!
    Interessante, anche se abbastanza pesantuccio, ma in fondo stiamo parlando di Freud...ma se devo dirla tutta, a me i suoi testi, tra cui questo, sono serviti.
    Il saggio si apre con i capitoli del meccanismo della dimenticanza e dei ricordi di copertura. Poi si passa all'interessante capitolo sul sogno.
    Per Freud "i sogni sono semplici e palesi realizzazioni di desideri ed essi non si occpano mai di cose che non siano degne di interesse anche durante il giorno, e le banalità che non ci colpiscono durante il giorno non possono seguirci nel sonno".
    Essi ci rivelano l'inconscio e i suoi desideri, alcune volte lo fanno in modo diretto(ma è una rarità), ma la maggior parte delle volte lo fanno attraverso processi di camuffamenti e censure, dovute probabilmente alla coscienza.
    Infine il saggio di chiude su Il delirio e i sogni nella Gradiva di Wilhelm Jensen....molto molto bello, e ne approfitto anche per consigliare proprio il testo "Gradiva".
    Cos'è la Gradiva? E' uno scritto bellissimo pubblicato a inizio 900.
    Brevemente è la "storia" di un archeologo, che scopre a Roma, un bassorilievo che ritrae una donna "nell'atto di camminare"...in una posa che colpisce lo studioso. Cosa molto strana, visto che per lui le donne non suscitavano alcun interesse...dopo un po' fa un sogno: si trova a Pompei, e rivede la fanciulla proprio prima dell'eruzione del vulcano...Cosa fa allora? Si convince che l'unico modo per ritrovarla è andare proprio a Pompei...Insomma non vi dico più nulla...chi è interessato deve scoprire da solo tutto il resto, senza rovinarsi la lettura con i miei spoieler.

    http://librichepassione.forumfree.net/?t=31673084

    ha scritto il