Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sole negli occhi

Di

Editore: TEA

3.2
(26)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 157 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850220499 | Isbn-13: 9788850220496 | Data di pubblicazione: 

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il sole negli occhi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ogni esistenza è costellata di momenti cruciali nei quali ci si trova di fronte a un bivio: la scelta è obbligata e si compie anche quando vi si oppone la nostra risoluta volontà di non scegliere. Una volta imboccata una via, però, può succedere di rimanere a fissare increduli quel punto che si allontana dietro le nostre spalle. Il rischio è di perdersi nei se e ritrovarsi a trascorrere il resto della vita chiedendosi cosa sarebbe accaduto se avessimo agito diversamente. Proprio come accade ad Ariele, scrittrice di successo, nata a Udine, città dalla quale si era allontanata per dimenticare un amore finito male. Venticinque anni dopo, un avvenimento drammatico - Viola, sua figlia, è scomparsa nel nulla - la costringe a tornare, a fare i conti con il passato, a ripercorrerlo attraverso ricordi, lettere e dialoghi. E improvvisamente la realtà comincia ad intrecciarsi con il rimpianto, il sogno e l'ossessione. E allora farà una scoperta sconvolgente.
Ordina per
  • 4

    Debutto con finale a sorpresa, che davvero non mi aspettavo.

    Una lettura decisamente più cerebrale della mia media, che ho trovato interessante anche se a tratti un poco lenta.

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi è piaciuta affatto la trama, questa figlia fantasma che resiste nella sua immaginazione per così tanto tempo proprio non mi ha convinta, mentre lo stile non è male.

    ha scritto il 

  • 1

    Non mi piace lo stile, il modo di scrivere dell'autrice che trovo piatto e poco coinvolgente; la storia non sarebbe male, ma un'aurea di irrealtà permea le pagine, e prima di una prevedibile svolta lo lascio.

    ha scritto il 

  • 4

    Questa opera prima della De Prato è una storia molto particolare! anche se a tratti un po' noiosa, ma quando arrivi in fondo ti accorgi che ne è valsa la pena!!
    la scrittura è scorrevole e la trama fuori dal comune. Lo consiglio!!

    ha scritto il 

  • 5

    Mi ha entusiasmato nelle prime pagine, poi mi è scaduto un pochino perché diciamo sembra ripetitivo..anche se non lo è.. mentre il finale mi ha entusiasmato talmente tanto da fargli meritare 5 stelline... mi ha sorpreso davvero, è uno di quei racconti che ti piace riprendere in mano.. che ti fann ...continua

    Mi ha entusiasmato nelle prime pagine, poi mi è scaduto un pochino perché diciamo sembra ripetitivo..anche se non lo è.. mentre il finale mi ha entusiasmato talmente tanto da fargli meritare 5 stelline... mi ha sorpreso davvero, è uno di quei racconti che ti piace riprendere in mano.. che ti fanno pensare alla tua vita, ai tanti SE di cui è fatta;
    complimenti all'autrice, al suo esordio..
    Da leggere velocemente, in poche ore, è un racconto veloce e forse può risultare noioso se letto in tanto tempo.. provare per credere! =)

    ha scritto il 

  • 4

    Giochiamo al "Se fosse(stato)"...

    Chi se ne va, portandosi via "la vita che avrebbe potuto essere", ci lascia pieni di vorrei, di avrei voluto, di se.
    Ci si può perdere la ragione rimuginandoci su, oppure ci si può costruire un romanzo come questo, al confine tra follia e memoria, tra lucide rifl ...continua

    Chi se ne va, portandosi via "la vita che avrebbe potuto essere", ci lascia pieni di vorrei, di avrei voluto, di se.
    Ci si può perdere la ragione rimuginandoci su, oppure ci si può costruire un romanzo come questo, al confine tra follia e memoria, tra lucide riflessioni (in alcuni frangenti un pò troppo cervellotiche) su quelli che sono i bivi della vita e sognanti vaneggiamenti in cui certe biforcazioni non esistono.

    Questa storia mi fa pensare a quei bellissimi puzzle dei quali, quando sono ormai quasi completi, ci accorgiamo di aver perduto un pezzo: io allora lo riproduco, lo ri-creo, anche se l'insieme non sarà mai perfetto come l'originale... ma, a modo mio, così ho colmato il vuoto.

    "Con il tempo sono giunta a fare un'ipotesi: (...)alcune storie sono destinate a fermarsi dopo un tratto più o meno lungo.(...) Sono coppie, queste, formate da persone destinate ad accompagnarsi per un poco e poi lasciarsi andare.(...)Ma guai se per paura della fine decisono di non iniziare nemmeno! Quella porzione di destino condiviso va vissuta.
    Più che una spiegazione ti sembra una pomata per lenire le ferite? Non lo so. Del resto, ho detto che si tratta di un'ipotesi. Da allora, non possiedo certezze."

    ha scritto il 

  • 5

    "...ci siamo ribaditi il bene che ci siamo voluti per tutta la vita, anche se non siamo riusciti a viverla insieme".
    Splendido libro che affonda le sue radici nell'animo di una donna, apparentemente normale, ma che, in realtà, cela in sè un grande segreto...uno di quei misteri che scopri so ...continua

    "...ci siamo ribaditi il bene che ci siamo voluti per tutta la vita, anche se non siamo riusciti a viverla insieme".
    Splendido libro che affonda le sue radici nell'animo di una donna, apparentemente normale, ma che, in realtà, cela in sè un grande segreto...uno di quei misteri che scopri solo alla fine e ti spiazzano totalmente.
    Ho amato questo libro e l'ho divorato in 2 giorni...lo consiglio vivamente a chi, faticosamente, tenta di fare pace con il proprio passato..

    ha scritto il 

Ordina per