Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sorriso del fenicottero

Di

Editore: Feltrinelli

4.2
(61)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 373 | Formato: Altri

Isbn-10: 8807080559 | Isbn-13: 9788807080555 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Lucia Maldacea

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Science & Nature

Ti piace Il sorriso del fenicottero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Stephen J. Gould è scienziato conosciuto in tutto il mondo per le sue ricerche di paleontologia e per essere il caposcuola della “teoria degli equilibri punteggiati”, un’interpretazione nuova della teoria evoluzionistica che va riscuotendo sempre più credito nella comunità scientifica e che sostiene un andamento “a salti” del cammino evolutivo, con lunghi periodi di relativa normalità punteggiati da momenti di attività intensa e a volte catastrofica. Ma Gould è anche un grandissimo divulgatore, tra i pochissimi capaci di conciliare rigore e piacere della lettura, “vero re Mida, sotto il tocco della cui penna... si tramutano in oro i più nascosti animaluzzi del creato, i più strampalati sgorbi di natura” (M. Piattelli Palmarini).
Questa nuova raccolta riunisce trenta articoli e saggi brevi che trattano gli argomenti più svariati e, apparentemente, stravaganti: il macabro pasto della vedova nera; Rita e Cristina, gemelle siamesi dall’incerta identità; un’improbabile teoria del passato che tentava di conciliare scoperte geologiche e Creazione divina; una venere ottentotta che fu la meraviglia vivente all’inizio dell’Ottocento; il braccio nera della bianca Hanna West; meduse, dinosauri... E altro ancora, come il misterioso sorriso che inaspettatamente compare se capovolgiamo l’immagine del fenicottero: una metafora forse (oltre che rarissimo esempio di inversione funzionale di una struttura anatomica) per dire che l’austera scienza della natura, sotto una penna brillante, può rivelarsi un’affascinante avventura, capace di coinvolgere anche il lettore più distratto.
Ordina per
  • 4

    E' un libro di semplice lettura che spazia tra biologia ed evoluzione. Mi è piaciuto il modo di affrontare argomenti, teorie o fatti talvolta stravaganti in un'ottica scientifica. Una visione affascinante di ciò che ci circonda.

    ha scritto il 

  • 4

    Forse è, tra le raccolte di Gould, quella un pò più ripetitiva, con alcuni saggi sviluppati su temi poco originali o comunque di ampia diffusione. Contiene però, numerosi concetti notevoli e approfondimenti degni di interesse. Irrinunciabile.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro fra i più famosi del grande zoologo e genetista Stephen Jay Gould, è una raccolta di saggi a tema naturalistico scritti con piglio divulgativo ma scientificamente corretto e ineccepibile.


    Pensati per essere letti anche da un pubblico di non specialisti, vi si affrontano gli argoment ...continua

    Libro fra i più famosi del grande zoologo e genetista Stephen Jay Gould, è una raccolta di saggi a tema naturalistico scritti con piglio divulgativo ma scientificamente corretto e ineccepibile.

    Pensati per essere letti anche da un pubblico di non specialisti, vi si affrontano gli argomenti più disparati: dalle stranezze -che poi tali non sono, se viste in ottica evoluzionistica- della Natura, come il bizzarro "sorriso" del fenicottero che dà il titolo alla raccolta, a curiosità umane e scientifiche quali le teorie sull'"ombelico di Adamo" e sul creazionismo ottocentesco; fino ad arrivare a una lucida analisi del perché "L'uguaglianza umana è un fatto congenito della storia" che è probabilmente fra i passi più belli del libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Divulgazione scientifica di gran classe

    I primi saggi non sono i più interessanti, perché troppo specifici. Poi Gould propone testi di più ampia portata, e affascina, sorprende e insegna. Tra questi cito lo splendido "L'uguaglianza umana è un fatto contingente della storia".

    ha scritto il