Il sosia

poema pietroburghese

Voto medio di 1883
| 174 contributi totali di cui 170 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
il sosia è il secondo romanzo di Fedor Dostoevskij: fu scritto nel 1845, subito dopo Povera Gente, e pubblicato all'inizio dell'anno successivo. Ma è l'opera del giovane Dostoevskij che in modo più organico e profondo è legata al Dostoevskij dei ...Continua
Ha scritto il 17/09/17
Il suo secondo...
... romanzo. Già durante la sua stesura egli stesso se ne proclamava entusiasta, in realtà fu opera molto controversa ed ampiamente criticata. Egli stesso ne parlerà più avanti in termini non proprio entusiastici: " Quel racconto decisamente non ...Continua
  • 7 mi piace
Ha scritto il 30/04/17
Il nemico di dentro
Il nemico di dentro risulta dallo scontro fallimentare con il nemico di fuori. Dostoevskij parla come Gogol' del moloch burocratico russo della metà del XIX secolo attraverso la storia di un impiegato alienato a causa del fallimento di ogni sua ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 14/04/17
Un errore che si può fare leggendo "Il sosia" è considerarlo una storia convenzionale con una trama convenzionale, dai risvolti razionali e comprensibili. Non è certo tutto oro, d'altronde lo stesso Dostoevskij si rese conto che trattasi di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/03/17
SPOILER ALERT
Oltre Gogol’, il vero punto di partenza di Dostoevskij
Il sosia è un romanzo giovanile di Dostoeskij: apparve nel 1846, quando l’autore era venticinquenne e si era conquistato da poco tempo una certa fama, sia tra il pubblico sia presso i circoli letterari progressisti, con il suo primo racconto, ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 12/01/17
Molto interessante, ma faticoso
La particolarità del libro è la novità con la quale viene affrontato l'essere umano; l'individuo non è solo il protagonista di una vita, ma è anche custode di una complessità psicologica che si sviluppa in nevrosi, doppiezza, e follia allo ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Feb 17, 2016, 21:03
....non mi piacciono le mezze paroline,disprezzo i miserabili ipocriti,odio la calunnia e i pettegolezzi.La maschera me la metto solo di carnevale,e non la porto ogni giorno davanti agli altri...
Ha scritto il Dec 26, 2013, 15:44
- La sua condizione in quel momento rassomigliava alla condizione dell'uomo ritto su un precipizio spaventoso, mentre la terra si apre sotto di lui e già frana, già si muove, sussulta per l'ultima volta, crolla, lo trascina nell'abisso, e intanto ...Continua
Ha scritto il Mar 14, 2010, 20:11
Fuori di sé, pieno di vergogna e di disperazione, il rovinato e perfettamente giusto signor Goljadkin si precipitava alla ventura, in balia del destino, dovunque le gambe lo portassero; ma ad ogni passo, ad ogni colpo della gamba sul granito del ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Sep 02, 2016, 08:50
Donazione D'Alessabndro, Fondo Di Tursi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi