Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il sospetto

(Omnibus)

Di

Editore: A. Mondadori

3.4
(72)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 227 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804313722 | Isbn-13: 9788804313724 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1a ed

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il sospetto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Furono due gli avvenimenti che piantarono nella mente di Matilde Monterispoli il sospetto di aver generato un assassino. I due avvenimenti si verificarono nell'arco della stessa giornata, in apparenza scollegati fra loro, e solo dopo il secondo Matilde riuscì a dare un senso all'inquietudine che ...continua

    Furono due gli avvenimenti che piantarono nella mente di Matilde Monterispoli il sospetto di aver generato un assassino. I due avvenimenti si verificarono nell'arco della stessa giornata, in apparenza scollegati fra loro, e solo dopo il secondo Matilde riuscì a dare un senso all'inquietudine che l'aveva presa quando si era verificato il primo.
    La mattina, trovò l'astuccio dei bisturi spostato.
    La sera, si trovò in casa la polizia.

    ha scritto il 

  • 2

    non è scritto male ma non è proprio nelle mie corde questo romanzo che di giallo ha molto poco e che in realtà narra soltanto una tristissima viocenda umana e di una genitrice veramente spaventosa!..non lo consiglierei comunque..

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    "Furono due gli avvenimenti che piantarono nella mente di Matilde Monterispoli il sospetto di aver generato un assassino. La mattina, trovò l'astuccio del bisturi spostato. La sera, si trovò in casa la polizia."

    La storia fa ricordare molto le vicende relative al mostro di Firenze.
    P ...continua

    "Furono due gli avvenimenti che piantarono nella mente di Matilde Monterispoli il sospetto di aver generato un assassino. La mattina, trovò l'astuccio del bisturi spostato. La sera, si trovò in casa la polizia."

    La storia fa ricordare molto le vicende relative al mostro di Firenze.
    Purtroppo il finale è un po' scontato: è esattamente quello che il lettore si sarebbe aspettato di leggere e arrivati solo a metà della lettura, si capisce perchè il titolo del libro sia appunto "Il sospetto."
    Comunque l'ho trovato molto gradevole, breve e scorrevole.
    Inoltre, mette in risalto l'incapacità delle persone di valutare le situazioni nel momento in cui vengono sopraffatte dalla paura.
    Primo libro che leggo della Grimaldi ed è stata una bella scoperta.

    ha scritto il 

  • 4

    All'ombra della Firenze scossa dal "Mostro" si sviluppa una tristissima vicenda umana...una donna tutta raziocinio e buone maniere comincia, per una serie di coincidenze, a sospettare che il mostro sia suo figlio...
    La prima parte del romanzo, a dire il vero, appare piuttosto piatta anche a ...continua

    All'ombra della Firenze scossa dal "Mostro" si sviluppa una tristissima vicenda umana...una donna tutta raziocinio e buone maniere comincia, per una serie di coincidenze, a sospettare che il mostro sia suo figlio...
    La prima parte del romanzo, a dire il vero, appare piuttosto piatta anche a livello di scrittura...poi mi è sembrato di assister einvece a una "metamorfosi della penna", come se lo stile andasse di pari passo con la drammaticità della vicenda.
    Le ultime pagine sono davvero toccanti, specialmente quelli sprazzi di dialoghi tra madre e figlio...poche battute che lasciano emergere il dramma di un'incomunicabilità insuperabile...il figlio che "vorrebbe" che la madre gli leggesse nel pensiero, fosse capace in quanto madre di cogliere qualcosa dai suoi silenzi...
    La madre che "vorrebbe" chiedere, osare, ma non ce la fa...
    Amaro e coinvolgente.

    ha scritto il 

  • 2

    E' uno degli innumerevoli libri scritti intorno al "pianeta mostro di Firenze".L'autrice non ha grandi idee.La lettura è un pò pesante perchè dopo poche pagine si intuisce il finale.Se non lo si legge non si perde niente.

    ha scritto il