Il suggeritore

Di

Editore: Longanesi

4.0
(5300)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 468 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Olandese , Tedesco , Francese , Portoghese , Inglese , Danese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8830430021 | Isbn-13: 9788830430020 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il suggeritore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l’abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un’indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l’arrivo di Mila Vasquez, un’investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l’altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo...
Ordina per
  • 3

    Mah, non so. Sicuramente mette tensione e ansia, sicuramente scorre via veloce, ma ci sono stati troppi "inciampi" perché io sia rimasto convinto del tutto. Alcune cavolate tecniche, alcune cose un po ...continua

    Mah, non so. Sicuramente mette tensione e ansia, sicuramente scorre via veloce, ma ci sono stati troppi "inciampi" perché io sia rimasto convinto del tutto. Alcune cavolate tecniche, alcune cose un po' troppo esagerate (seriamente, i medium??), alcuni salti narrativi così di punto in bianco, boh non mi hanno convinto fino in fondo. Quindi giudizio medio, non brutto ma non bello, direi a metà strada.

    ha scritto il 

  • 3

    Positivo, non eccelso

    Spinto dalle recensioni (non solo anobiane) favorevoli e attratto dall'indubbia statura culturale del suo autore, ho dedicato la mia lettura di evasione del mese di giugno a questi osannato e non rece ...continua

    Spinto dalle recensioni (non solo anobiane) favorevoli e attratto dall'indubbia statura culturale del suo autore, ho dedicato la mia lettura di evasione del mese di giugno a questi osannato e non recentissimo thriller.
    Il commento mio - non sono uno specialista in noir, legal thriller ecc., né particolarmente appassionato al genere - è infine duplice, e quindi, in conclusione, ambiguo.
    Da un lato ho apprezzato la scrittura, la serietà e l'interesse destato dagli approfondimenti criminologici (che sono forse il clou di questo libro) e anche, parzialmente, la struttura narrativa, complessa, ma, direi, controllata positivamente dall'autore..
    Dall'altro, ho trovato lo scenario troppo affollato, il che mi ha dato qualche volta l'impressione di trovarmi di fonte a quei dipinti straripanti del cinquecento e seicento italiano che troviamo al Louvre o al Metropolitan, quelli che rappresentano battaglie zeppe di personaggi e in cui si fatica a focalizzare l'attenzione sul particolare…
    In ogni caso, complessivamente un giudizio positivo, ma non entusiasta.

    ha scritto il 

  • 3

    PIACEVOLE NOIR

    Un piacevole thriller/noir che segue uno schema classico del genere...mai troppo pretenzioso sa coinvolgere fino alla fine anche se ho preferito la parte iniziale al finale.
    Sicuramente promosso,ma no ...continua

    Un piacevole thriller/noir che segue uno schema classico del genere...mai troppo pretenzioso sa coinvolgere fino alla fine anche se ho preferito la parte iniziale al finale.
    Sicuramente promosso,ma non eccellente...

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante come storia e come stile con finale di effetto, ma si avverte una forzata ricerca della storia cruda..la si nota sia nella trama sia nei personaggi e nell'ambiente descritto. Risultando, ...continua

    Interessante come storia e come stile con finale di effetto, ma si avverte una forzata ricerca della storia cruda..la si nota sia nella trama sia nei personaggi e nell'ambiente descritto. Risultando, a mio modesto parere, un pò pesante..ricercato.

    ha scritto il 

  • 4

    Il diavolo sussurra ... la simmetria nel male

    Thriller scritto da autore italiano ma con stile americano.
    Una storia cruda, complicata, macabra in alcuni punti.
    Ben scritta, con eleganza, molto scorrevole, ti prende dall'inizio la smania di conti ...continua

    Thriller scritto da autore italiano ma con stile americano.
    Una storia cruda, complicata, macabra in alcuni punti.
    Ben scritta, con eleganza, molto scorrevole, ti prende dall'inizio la smania di continuare per scoprire, sapere ma nonostante i continui indizi, la storia si fa sempre più complessa, diventa snervante perchè cresce ansia e angoscia; ma devi continuare, non puoi più smettere !
    Avvertenza : premunirsi di tempo ne ruba parecchio.

    "E bisogna far attenzione agli illusionisti : il male a volte ci inganna assumendo la forma più semplice delle cose."

    "Li chiamiamo "mostri" perchè li sentiamo lontano da noi, perchè li vogliamo "diversi"!.

    Dello stesso autore ho apprezzato "La donna dei fiori di carta", molto raffinato.
    Non sembra neppure lo stesso autore.

    ha scritto il 

  • 4

    La prima parola che userei per descrivere questo romanzo è spiazzante. Perché molte volte in tanti hanno provato ad affrontare un tema così delicato e particolare come i serial killer e la loro psiche ...continua

    La prima parola che userei per descrivere questo romanzo è spiazzante. Perché molte volte in tanti hanno provato ad affrontare un tema così delicato e particolare come i serial killer e la loro psiche ma mai a questo livello secondo me. Innanzitutto ogni volta che nel libro crediamo di essere vicini alla soluzione del caso, ci ritroviamo invece ad un bivio, con più domande che risposte. I personaggi sono caratterizzati in maniera eccellente, con tutte le loro pecche e difetti. Qui non troverete l'eroe perfetto. Anzi. Per questo romanzo, se posso, userei una frase di King che calza a pennello con tutta la storia: il ka è una ruota. Tutto è collegato, non c'è un particolare che venga tralasciato o che non venga chiarito. Anche per questo sono rimasta piacevolmente colpita. A questo punto non vedo l'ora di leggere altri suoi libri. Assolutamente consigliato.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per