Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il suggeritore

Di

Editore: Longanesi

4.0
(4653)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 468 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Olandese , Tedesco , Francese , Portoghese , Inglese , Danese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8830430021 | Isbn-13: 9788830430020 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il suggeritore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l’abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un’indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l’arrivo di Mila Vasquez, un’investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l’altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo...
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    SPOILERONI!!! :D

    Divorato, come non mi sarei mai aspettata di fare.
    "Il suggeritore" è davvero un thriller 'diverso' dagli altri che ho letto fino ad ora e credo che il suo pregio più grande sia stato ...continua

    SPOILERONI!!! :D

    Divorato, come non mi sarei mai aspettata di fare.
    "Il suggeritore" è davvero un thriller 'diverso' dagli altri che ho letto fino ad ora e credo che il suo pregio più grande sia stato quello di non avermi fatto scoprire in anticipo chi fosse l'assassino, se non quando ormai era piuttosto palese.
    Sono riuscita a dedurre varie cose, ma il finale... mi è piaciuto un sacco e penso che Donato Carrisi sia stato davvero bravo a tenere tutto sul filo senza tradirsi neppure una volta.
    E' vero, ci sono stati dei punti che mi hanno convinta meno, come ad esempio la relazione tra Mila e Goran che ha subito l'impennata improvvisa durante l'interrogatorio di Boris in maniera decisamente... out of the blue. Non tanto perché sia inaspettata, ma proprio perché avvenga in QUEL momento, quando uno dei compagni è sotto interrogatorio e si pensi sia colpevole di qualcosa. Stessa cosa la dipartita stessa del criminologo: così repentina, forse, magari avrebbe dovuto dedicargli qualcosa in più; qualche parola in più.
    Per il resto, l'intreccio ha restituito ottimi personaggi, soprattutto nel comparto 'assassini'. Alcuni momenti mi hanno incredibilmente messo l'angoscia sotto la pelle, cosa che non accadeva dai bei tempi di IT. E anche questo è un enorme punto a favore dell'autore.
    Incredibilmente, credo che il mio personaggio preferito sia proprio Albert, Carrisi lo ha caratterizzato così bene senza tuttavia fargli perdere l'aura di mistero che continuerà a portarsi dietro per sempre. Non lo ha rivelato del tutto, fornendo comunque tantissime cose di lui e della sua psicopatia.
    Goran mi aveva convinta molto all'inizio, ma temo si perda un po' con il procedere della storia, fino ad annullarsi completamente nel finale.
    Mila, invece, non so.
    E' anche vero che io e i pg femminili non ci vogliamo bene, e lei è una sorta di Nì, ma chissà... magari il prossimo libro dedicato a lei mi farà prendere una decisione. ;)
    Per il resto: ottimo stile, ottimo intreccio, a volte tendeva a essere un po' manualistico, ma tutto sommato le spiegazioni non mi hanno infastidita.
    Vivamente consigliato!!! :D

    ha scritto il 

  • 4

    Primo della serie mila vasquez

    Mi piace lei che è veramente contorta e cazzuta. Mi è piaciuto il ritmo, lo stile, mi sono fatta prendere come è giusto che sia da un thriller che si rispetti.
    Avessi ...continua

    Primo della serie mila vasquez

    Mi piace lei che è veramente contorta e cazzuta. Mi è piaciuto il ritmo, lo stile, mi sono fatta prendere come è giusto che sia da un thriller che si rispetti.
    Avessi saputo che si parlava di vittime giovani, avrei evitato, perché la crudeltà, anche se fittizia, sui bambini mi schiva però una volta iniziato è difficile smettere.
    I cattivi sono davvero cattivi

    ha scritto il 

  • 5

    Arrivo tardi, arrivo veramente tardi! Volevo leggere questo libro già da tempo, ma immaginavo di doverlo fare con la mente sgombra, in effetti è servito per seguire il filo degli eventi. Carrisi è sta ...continua

    Arrivo tardi, arrivo veramente tardi! Volevo leggere questo libro già da tempo, ma immaginavo di doverlo fare con la mente sgombra, in effetti è servito per seguire il filo degli eventi. Carrisi è stata una rivelazione e non vedo l'ora di leggere anche gli altri libri (la fortuna nell'essere arrivata tardi, mi offre l'opportunità di averne nuovi a disposizione). Favolosi i personaggi, la trama e gli intrecci.

    ha scritto il 

  • 3

    Epilogo debole

    Thriller avvincente e ben scritto, che mi ha tenuta incollata fino alle ultime pagine. Purtroppo non mi ha soddisfatta il ritratto finale del killer, non viene dato sufficiente spazio alla sua identit ...continua

    Thriller avvincente e ben scritto, che mi ha tenuta incollata fino alle ultime pagine. Purtroppo non mi ha soddisfatta il ritratto finale del killer, non viene dato sufficiente spazio alla sua identità e alla sua motivazione ad uccidere.

    ha scritto il 

  • 5

    Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l'abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze ...continua

    Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l'abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un'indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l'arrivo di Mila Vasquez, un'investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l'altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo...
    Un romanzo stupendo che mi ha tenuto incollato fino all'ultima pagina. Ogni capitolo riserva una sorpresa, un colpo di scena inatteso.
    Donato Carrisi è bravissimo a realizzare un puzzle intricato nel quale ogni pezzo che può sembrare superfluo, in realtà è elemento fondamentale per la trama.
    Anche il finale è perfettamente riuscito.

    ha scritto il 

  • 5

    la storia infinita

    Dopo anni che non leggevo un libro, vedo il Suggeritore il bella vista nel scaffale delle novità. Una forza oscura mi spinge a comprarlo e a rinchiudermi 2 giorni solo io e lui. Carrisi é riuscito a r ...continua

    Dopo anni che non leggevo un libro, vedo il Suggeritore il bella vista nel scaffale delle novità. Una forza oscura mi spinge a comprarlo e a rinchiudermi 2 giorni solo io e lui. Carrisi é riuscito a risvegliare quelvsenso nascosto in noi, capace di bagnarmi quando nel libro pioveva, sentire vedere provare ciò che i protagonisti del libro vivevano. Finito il Suggeritore é iniziata la mia compulsiva ricerca di rivivere tali emozioni, divorando libri in quantità industriale alla ricerca della mia parte oscura. Carrisi un maestro, burattinaio di incubi, capace di farti perdere in un labirinto di parole.

    ha scritto il 

  • 4

    ogni volta che si risolve un caso o un mistero pensi: e vabbè l'avevo capito anch'io troppo semplice e adesso tutte ste pagine che racconteranno ancora? e rimani un pò deluso e incerto se continuare e ...continua

    ogni volta che si risolve un caso o un mistero pensi: e vabbè l'avevo capito anch'io troppo semplice e adesso tutte ste pagine che racconteranno ancora? e rimani un pò deluso e incerto se continuare e invece ti stupisce ogni volta, non puoi dare niente per scontato perchè ti stravolge tutte le congetture che avevi fatto.

    ha scritto il 

  • 5

    Nuovo talento italiano

    Il thriller ha trovato un nuovo grande protagonista! Ed è italiano! Una vera rarità. Libro molto bello, veloce da leggere, avvincente e ogni 100 pagine c'è quasi sempre un colpo di scena. Grande esord ...continua

    Il thriller ha trovato un nuovo grande protagonista! Ed è italiano! Una vera rarità. Libro molto bello, veloce da leggere, avvincente e ogni 100 pagine c'è quasi sempre un colpo di scena. Grande esordio.

    ha scritto il 

  • 5

    Era ora!

    Era davvero da parecchio tempo che non mi capitava di spaventarmi, avere "l'ansia" e non riuscire a dormire pensando ad un libro. Solitamente tendo a confrontare un thriller con "Io uccido" di Faletti ...continua

    Era davvero da parecchio tempo che non mi capitava di spaventarmi, avere "l'ansia" e non riuscire a dormire pensando ad un libro. Solitamente tendo a confrontare un thriller con "Io uccido" di Faletti, opera italiana del genere che preferisco in assoluto e devo dire che questa di Carrisi si avvicina molto nel giudizio che gli do. Mi piace il fatto che uno dei personaggi principali sia un criminologo -e non il solito poliziotto- che da spesso nozioni di psicologia e cita altri casi.
    I personaggi sono riuscitissimi e la storia coinvolgente, anche se c'è da dire che a un certo punto, verso la fine si ha la sensazione che ci sia troppa carne al fuoco. A parte questo, molto molto bello.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per