Il suono sacro di Arjiam

Di

Editore: EdiGiò Collana Le Giraffe

3.9
(76)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 697 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862052103 | Isbn-13: 9788862052108 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il suono sacro di Arjiam?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"È al cammino che hai davanti che devi guardare, non a quello che hai già compiuto. Il Suono Sacro è la Conoscenza. In esso troverai la via per sollevare il velo che nasconde la verità immutabile."Per il regno di Arjiam si profila una terribile minaccia: il nobile Mazdraan, Primo Cavaliere del Re, ha scoperto che, impadronendosi del Cristallo del Tempo, potrà controllare le vibrazioni del Suono Sacro, il principio creatore dell'universo, e mutare a suo piacimento la Legge che regola il ciclo della vita. Il cammino di Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, sembra incrociarsi per caso con quello di Mazdraan, dell'anziano saggio Tyrnahan e di Uszrany, Cavaliere dell'Ordine militare del Grifo. Durante la sua iniziazione ai misteri del Suono Sacro però, Fahryon comprenderà il suo ruolo nella vicenda in cui si è trovata coinvolta e, dopo averlo coscientemente scelto, riuscirà a trasformare le sue apparenti debolezze nell'arma vincente per impedire che il Mondo precipiti nel caos.
Ordina per
  • 3

    Nel regno di Arjiam, più precisamente a Tuhtmaar, la sua capitale, vive Xhanys, una veggente che sta per diventare la fortunata madre di una bambina, il cui destino metterà in pericolo o salverà l’int ...continua

    Nel regno di Arjiam, più precisamente a Tuhtmaar, la sua capitale, vive Xhanys, una veggente che sta per diventare la fortunata madre di una bambina, il cui destino metterà in pericolo o salverà l’intero popolo di Arjiam.
    Xhanys è la moglie di Mazdraan, nobile signore che un tempo era un Magh e divenuto poi primo Cavaliere del re e capo supremo dell’Ordine del Grifo.
    Xhanys era convinta che il suo matrimonio fosse felice e pieno d’amore, ma poco prima di partorire ha una serie di visioni che le mostrano come il marito userà loro figlia per impossessarsi del potere del Suono Sacro.
    Illuminata e ferita da quella verità, la donna fugge dall’agiatezze in cui l’aveva segregata il marito, per rivelare al Magh Anziano del Conclave la visione che ha avuto.
    Tyrnahan il Mag arriva in tempo per vedere la donna morire dando alla luce la bambina, assistita dalla neofita Fahryon.
    Il Magh Anziano capisce che non c’è tempo da perdere, la bambina va protetta e tenuta lontana dal padre.
    Una serie di eventi, però, scombussolano i piani del Magh. Degli uomini mandati da Mazdraan vogliono prendere la bambina e nella confusione generale, attaccati dal Cavaliere Uszrany, danno fuoco alla locanda e prendono la bambina sbagliata.
    Ora aspetta al Magh, alla neofita e al cavaliere fare in modo che l’astuto Mazdraan non ottenga ciò che vuole.
    Una lettura avvincente dalla narrazione delicata e sonante, ricca di descrizioni e dettagli che rendono però leggermente dispersivo il testo.
    Un libro invaso da personaggi dai nomi strani e quasi impronunciabili, come Fahryon, l’aspirante Magh che appare fragile e piena di incertezze ma che con tutta sé stessa tenta di portare a termine le prove che il destino le impone.
    Al suo fianco troviamo il Cavaliere del Grifo Uszrany, abile e obbediente soldato deve decidere da che parte stare, se con l’Ordine che da sempre serve e rispetta o con i Magh che tentano di salvare il Suono Sacro e tutti gli abitanti del regno dal perfido Mazdraan, uomo esperto nel mentire che farebbe di tutto per divenire l’uomo più potente di Arjiam, perfino rinunciare alla sua famiglia.
    Un’opera ricca di eventi, colpi di scena, rivelazioni inattese, il tutto intrecciato assieme per formare un fantasy appassionante e intrigante.

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo godibile, ma un po' confuso

    L'inizio è lento. Non perché non succeda nulla, va detto. La prima metà della storia è ambientata nella capitale del Regno di Arjam, tra le sedi dell'ordine dell'Uroburo e del Grifo, l'uno di sacerdot ...continua

    L'inizio è lento. Non perché non succeda nulla, va detto. La prima metà della storia è ambientata nella capitale del Regno di Arjam, tra le sedi dell'ordine dell'Uroburo e del Grifo, l'uno di sacerdoti/maghi e l'altro di guerrieri, e alcuni ambienti nobiliari. I personaggi principali entrano in gioco subito, così come nelle prime pagine si scopre il nome del cattivo (non è un segreto, c'è scritto in quarta di copertina), e tra di loro si instaurano complicate dinamiche che si risolvono spesso in duelli verbali. La seconda metà del romanzo è invece più varia, perché il tempo si dilata e i personaggi si muovono in località nuove ed esotiche, che ampliano notevolmente lo scenario iniziale, ed entrano in gioco personaggi secondari e sottotrame che rendono più interessante lo svolgimento della vicenda. Il vero protagonista, va detto, è il Suono Sacro citato nel titolo, una magia che permea tutte le cose, che solo gli iniziati dell'ordine dell'Uroburo possono richiamare. Dal Suono Sacro emergono l'Armonia, che i sacerdoti praticano grazie ai loro inni, e la Malia, la controparte silenziosa nelle mani dei cattivi. Insomma, una magia non banale e coerente con l'impianto del romanzo, memore forse delle teorie pitagoriche.
    Nel complesso un romanzo gradevole, con una prima metà confusa che forse si sarebbe potuta svolgere in maniera più lineare. Non aspettatevi però grandi guerre o combattimenti memorabili, perché non ci sono (uno dei due ordini è decisamente sottotono).

    ha scritto il 

  • 4

    "Niente è solo ciò che sembra"

    A Tuhtmaar, capitale del regno di Arjiam, la giovane Xhanys, neofita dell'ordine sapienziale dell'Uroburo, è preda di una terribile visione che riguarda l'uomo che ama, il nobile Mazdraan, Primo Caval ...continua

    A Tuhtmaar, capitale del regno di Arjiam, la giovane Xhanys, neofita dell'ordine sapienziale dell'Uroburo, è preda di una terribile visione che riguarda l'uomo che ama, il nobile Mazdraan, Primo Cavaliere del Re; dopo aver partorito una bambina, Xhanys rivela la verità all'unica persona della quale si può fidare, il saggio Tyrnahan: Mazdraan è diventato un pericolo per il regno, poiché ha scoperto come controllare il Suono Sacro, principio creatore dell'universo, e quindi come mutare a suo piacimento la Legge che regola il ciclo della vita..

    La scrittrice torinese Daniela Lojarro, protagonista, fin da giovanissima, del melodramma italiano sui più importanti palcoscenici europei, si presenta ai lettori con questo fantasy, ambientato nel magico e suggestivo regno di Arjiam, dove tutto è regolato dalle vibrazioni del Suono Sacro, il principio creatore del mondo.
    Ad una narrazione fluida e che definirei anche "musicale", si aggiunge una storia molto coinvolgente, una trama forte e coerente, impreziosita da poetiche descrizioni e da interessanti riflessioni sulla vita. E' anche una vicenda equilibrata, poiché alterna capitoli ricchi di azione e colpi di scena, ad altri più introspettivi, il cui scopo è quello di farci conoscere meglio i personaggi (che sono tanti e tutti con una personalità e un ruolo ben definiti), le motivazioni che li spingono ad agire in un determinato modo, i luoghi ove abitano, la storia e le leggende di Arjiam. L'unico difetto è la tendenza dell'autrice a dilungarsi un po' troppo, a volte, con le suddette descrizioni, che restano comunque molto curate e precise.
    Chi pensa che il fantasy sia un genere che ormai non ha più nulla da dire o che gli scrittori italiani non siano in grado di sviluppare una storia che possa essere avvincente e offrire qualche spunto originale, potrebbe ricredersi leggendo il libro della Lojarro.

    ha scritto il 

  • 5

    UN libro bellissimo, pieno di significati escatologici e di passione. Di ricerca del potere e di amore.
    "Nulla è come sembra"
    Questa frase ritorna spesso nel libro e devo ammettere che è vero, non sol ...continua

    UN libro bellissimo, pieno di significati escatologici e di passione. Di ricerca del potere e di amore.
    "Nulla è come sembra"
    Questa frase ritorna spesso nel libro e devo ammettere che è vero, non solo nel libro ma anche nelle riflessioni che ti scatena.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro che val la pena leggere. Sorprende come leggendo io sia stata effettivamente in grado di sentire della musica! Ottimo inizio per un'autrice emergente!!!

    Videorecensione: http://youtu.be/sPbXh ...continua

    Un libro che val la pena leggere. Sorprende come leggendo io sia stata effettivamente in grado di sentire della musica! Ottimo inizio per un'autrice emergente!!!

    Videorecensione: http://youtu.be/sPbXhmnbF6k

    ha scritto il 

  • 5

    Musicale

    Fedele al titolo e all'autrice, cantante lirica, questo libro scorre musicale coinvolgendo nella storia ambientata in un mondo fantastico dal sapore fortemente mediterraneo.
    Per essere il libro di un' ...continua

    Fedele al titolo e all'autrice, cantante lirica, questo libro scorre musicale coinvolgendo nella storia ambientata in un mondo fantastico dal sapore fortemente mediterraneo.
    Per essere il libro di un'emergente è una grossa scommessa anche per il volume della lettura, ma è una scommessa vinta dalla Lojarro che ha saputo delineare personaggi ammalianti e convincenti con tratti peculiari, personaggi che si possono amare anche e soprattutto quando sono cattivi o che non si possono sopportare molto perchè eterni indecisi e piagnucoloni. Ma comunque personaggi con carattere.
    Altra scommessa vinta: si può scrivere un romanzo fantasy senza dover per forza di cosa farne una trilogia o un seguito.

    ha scritto il 

  • 5

    Leggere a passo di danza un fantasy "suonato" al nostro cuore

    La recensione completa dei demiurghi la trovate qui:

    http://demiurghiracconti.blogspot.it/2012/06/biblioteca-il-suono-sacro-di-arjiam.html

    ha scritto il