Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il tè è sempre una soluzione

Di

Editore: TEA

3.7
(731)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 222 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Chi tradizionale

Isbn-10: 8850212526 | Isbn-13: 9788850212521 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Garbellini

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace Il tè è sempre una soluzione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel suo ufficio di Gaborone Precious Ramotswe, titolare della Ladies'Detective Agency N.1, si sta gustando una tazza di tè rosso e attende nuoviclienti, immersa in mille pensieri. Per esempio quello del suo ineffabilefidanzato, il signor JLB Matekoni, che ancora non s'è deciso per le nozze enel frattempo è stato coinvolto dalla signora Potokwane, direttricedell'orfanotrofio locale, perché l'aiuti in una raccolta di fondi lanciandosicol paracadute. E come se non bastasse, alla porta dell'agenzia bussa lasignora Holonga, proprietaria di una catena di saloni di bellezza e inventricedel "Preparato per treccine per ragazze speciali", che vorrebbe sposarsi, maha bisogno di sapere se i pretendenti sono interessati a lei o soltanto aisuoi soldi...
Ordina per
  • 3

    Questo libro non ha nulla a che fare con un giallo, motivo che mi aveva spinto a sceglierlo. In realtà è il racconto della quotidianità di una comunità del Botswana. Semplicità, consigli di vita, riflessioni, chiacchierate e un buon tè che non può mai mancare..

    ha scritto il 

  • 0

    Che dire dopo aver letto "Il tè è sempre una soluzione"? Tutto in questo libro è lineare, semplice e contemporaneamente assurdo e surreale. Non è di certo un giallo alla maniera tradizionale inglese e per questo ti chiedi per tutto il tempo: dov'è il caso, il mistero? D'altra parte è pieno di pen ...continua

    Che dire dopo aver letto "Il tè è sempre una soluzione"? Tutto in questo libro è lineare, semplice e contemporaneamente assurdo e surreale. Non è di certo un giallo alla maniera tradizionale inglese e per questo ti chiedi per tutto il tempo: dov'è il caso, il mistero? D'altra parte è pieno di pensieri e considerazioni sul tempo e sul mondo che ti fanno pensare e questo è sicuramente piacevole. Forse la soluzione migliore per capire il libro è bersi una tazza di tè rosso per vedere tutto più chiaramente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Piccoli casi e interrogativi sospesi

    Se siete in cerca di un giallo, questo non potrà mai essere il libri che fa per voi: le indagini della signora Ramotswe sono tanto piccole e legate alla vita di tutti i giorni che sembrano niente rispetto al lavoro dei più famosi e sofisticati detective (della letteratura e della televisione). Pe ...continua

    Se siete in cerca di un giallo, questo non potrà mai essere il libri che fa per voi: le indagini della signora Ramotswe sono tanto piccole e legate alla vita di tutti i giorni che sembrano niente rispetto al lavoro dei più famosi e sofisticati detective (della letteratura e della televisione). Però il libro mi è piaciuto. Se dovessi dire il perché, risponderei che affronta tanti piccole situazioni quotidiane e solleva qualche interrogativo, sebbene sempre lasciato in sospeso. Se tutti fossero rimasti al loro villaggio, esisterebbero le "ragazze da bar"? Allo stesso tempo, senza la città la signora Ramotswe avrebbe potuto diventare una detective abbandonando il bestiame? E' accettabile che soltanto raccogliendo tutti i suoi risparmi la signorina Makutsi possa permettersi una camera con l'acqua corrente? Quale sarà il futuro degli apprendisti, che amano più le ragazze del lavoro? Per finire, il Botswana è davvero un paese così fortunato?

    ha scritto il 

  • 3

    La protagonista di The Full Cupboard of Life (e di tutta la serie No.1 Ladies' Detective Agency) è Precious Romatswe, una donna del Botswana, 'traditionally built', titolare di un'agenzia investigativa e fidanzata con il titolare di un'officina, J. L. B. Maketoni. La signora Romatswe passa le sue ...continua

    La protagonista di The Full Cupboard of Life (e di tutta la serie No.1 Ladies' Detective Agency) è Precious Romatswe, una donna del Botswana, 'traditionally built', titolare di un'agenzia investigativa e fidanzata con il titolare di un'officina, J. L. B. Maketoni. La signora Romatswe passa le sue giornate a seguire i casi per l'agenzia con l'aiuto della sua efficiente impiegata Mma. Makutsi, e litri e litri di 'bush tea' * tonico e dissetante nella calura africana.

    http://robertabookshelf.blogspot.it/2012/12/305-full-cupboard-of-life.html

    ha scritto il 

  • 1

    Niente, non lo capisco. Scoperto per caso l'autore (raccomandatomi da un architetto inglese incontrato in treno mentre lo stava leggendo, un uomo apparentemente brillante e interessante, neanche brutto a dire il vero, e sentendomi io ignorantissima corsi - metaforicamente - a comprare un paio di ...continua

    Niente, non lo capisco. Scoperto per caso l'autore (raccomandatomi da un architetto inglese incontrato in treno mentre lo stava leggendo, un uomo apparentemente brillante e interessante, neanche brutto a dire il vero, e sentendomi io ignorantissima corsi - metaforicamente - a comprare un paio di libri del nostro). Ho provato a leggerlo nei suoi diversi cicli (Botswana, Edimburgo ecc), ma non ce la faccio. Il vuoto pneumatico, per quanto bien coiffé, sempre vuoto resta. Più che rilassare mi mette ansia

    ha scritto il 

  • 1

    Se non fossi stata in Botswana mentre leggevo questo libro probabilmente lo avrei abbandonato all’istante. Invece mentre ero là mi è sembrato parte del viaggio conoscere le usanze e le abitudini locali così come leggere il nome di una città e dopo poco vederla indicata in un cartello stradale o l ...continua

    Se non fossi stata in Botswana mentre leggevo questo libro probabilmente lo avrei abbandonato all’istante. Invece mentre ero là mi è sembrato parte del viaggio conoscere le usanze e le abitudini locali così come leggere il nome di una città e dopo poco vederla indicata in un cartello stradale o leggermi le descrizioni di quello stesso paesaggio che mi vedevo passare davanti...

    ha scritto il 

Ordina per