Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il tailleur grigio

By Andrea Camilleri

(444)

| Softcover | 9788804589648

Like Il tailleur grigio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nel corso della sua lunga, sfolgorante carriera di alto funzionario di banca, Febo Germosino ha ricevuto tre lettere anonime. Adesso, nel primo giorno della sua nuova vita da pensionato, le ha allineate davanti a sé. Le prime due sono vecchie di dece Continue

Nel corso della sua lunga, sfolgorante carriera di alto funzionario di banca, Febo Germosino ha ricevuto tre lettere anonime. Adesso, nel primo giorno della sua nuova vita da pensionato, le ha allineate davanti a sé. Le prime due sono vecchie di decenni, l'ultima è recente e insinua dubbi sulla fedeltà della sua giovane e bellissima seconda moglie, Adele. È lei la protagonista di questo romanzo, una splendida femme fatale che ama indossare un apparentemente castigato tailleur grigio. Un vestito che per lei ha un profondo significato simbolico. Un significato che sarebbe stato molto meglio non conoscere mai... La letteratura di Camilleri è ricchissima di figure femminili, sempre seguite con una partecipazione amorevole, una sorta d'indulgente, quasi sorniona, profonda adesione alle loro carnali debolezze, una incuriosita attenzione all'attimo del cedimento, quando i freni inibitori si allentano per passione, per vendetta, per un semplice capriccio; per un attimo o per sempre; per malizia, per calcolo o per esplosione dei sensi. In queste pagine del più "francese" dei suoi romanzi, in questa affascinante, temibile Adele accarezzata dalla scrittura come da mani appassionate e al tempo stesso intimorite, si sentono echi di Maupassant, del Pierre Louys di "La donna e il burattino" e di tutti i classici della letteratura e del noir che ci hanno fatto sognare su certe dark ladies tanto incantevoli da amare nella finzione quanto pericolose da incontrare nella realtà.

313 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La Sicilia che sprizza, le immagini che si disegnano chiare davanti agli occhi...bel romanzo, bel faccia a faccia con se stesso, intenso finale

    Is this helpful?

    Vale vally - mammafelice ❤️ said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ormai per Camilleri non ho piu' parole, quando scrive in questa maniera e' unico nel suo genere,uno Scrittore con la S maiuscola. Il solo lato debole e' che negli ultimi tempi si lascia trascinare nel far pubblicare libri a solo scopo pubblicitario v ...(continue)

    Ormai per Camilleri non ho piu' parole, quando scrive in questa maniera e' unico nel suo genere,uno Scrittore con la S maiuscola. Il solo lato debole e' che negli ultimi tempi si lascia trascinare nel far pubblicare libri a solo scopo pubblicitario vedi : " La creatura del desiderio ".
    TRAMA
    Cosa c'è di più sconvolgente del primo giorno in pensione per una persona che ha dedicato la sua vita intera al lavoro. Per il protagonista di questo romanzo di Camilleri è l'inizio di una nuova vita, fatta di una prigione senza sbarre, ossia casa sua. Dopo quarant'anni in banca, si ritrova tra le mura domestiche, con una moglie troppo giovane e troppo tempo libero. Man mano scoprirà molte cose della doppia vita della sua signora, che da anni vive nella sua metà della casa dove gli vieta di entrare, se non in rare occasioni...
    La storia è ambientata in Sicilia, e Camilleri sfrutterà i nostri preconcetti sulla vita siciliana, e le usanze del luogo per creare una cornice di riferimento per il romanzo. Ciò permette a Camilleri di concentrarsi sulla storia sapendo che il lettore penserà da solo ai dettagli.
    ( recensione tratta da Pausalibro.it )

    Is this helpful?

    Mildan said on Mar 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    UN DIRIGENTE DELLA BANCA VA' IN PENSIONE MA FRA I SUOI EFFETTI PERSONALI ,CHE RITIRA DAL SUO UFFICIO, UNA LETTERA ANONIMA LO METTE SUL CHI VA LA SULLA FEDELTA' DI ADELE LA SUA SECONDA MOGLIE .
    CAMILLERI RIESCE AD INTERPRETARE IN MODO SUBLIME LE MILL ...(continue)

    UN DIRIGENTE DELLA BANCA VA' IN PENSIONE MA FRA I SUOI EFFETTI PERSONALI ,CHE RITIRA DAL SUO UFFICIO, UNA LETTERA ANONIMA LO METTE SUL CHI VA LA SULLA FEDELTA' DI ADELE LA SUA SECONDA MOGLIE .
    CAMILLERI RIESCE AD INTERPRETARE IN MODO SUBLIME LE MILLE SFUMATURE DELLA FIGURA DI ADELE ACCANTO AL SUO MARITO BANCARIO

    Is this helpful?

    Gaggarillo said on Jan 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Malinconico racconto del tramonto di un uomo. Ancor più malinconico per chi è in procinto del tanto atteso pensionamento

    Is this helpful?

    Marziana said on Jan 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    IL TAILLEUR GRIGIO

    Affrancatosi temporaneamente da Montalbano, Andrea Camilleri ci regala questo lungo racconto noir estremamente raffinato ed elegante, immerso in una flemma tragica in cui il tempo si srotola con una naturale lentezza capace di generare un’ansia sotti ...(continue)

    Affrancatosi temporaneamente da Montalbano, Andrea Camilleri ci regala questo lungo racconto noir estremamente raffinato ed elegante, immerso in una flemma tragica in cui il tempo si srotola con una naturale lentezza capace di generare un’ansia sottile e un’inquietudine degna di un thriller intenso ed emozionante.
    Un alto funzionario bancario affronta il suo primo giorno di pensione sostenendo il peso della sua vita mutata negli orari e nelle abitudini di tanti anni di lavoro.
    E’ stato un dirigente modello che grazie ai suoi talenti di mediazione e astuzia è riuscito a gestire i difficili rapporti tra la sua banca e un certo tipo di clientela mafiosa e dagli affari poco chiari.
    Vedovo di Michela che gli ha dato un figlio, Luigi, sposato e residente all’estero, egli si risposa con Adele, giovanissima vedova di un suo impiegato dopo solo otto mesi di matrimonio.
    Su questa enigmatica ed inquietante figura di donna e sullo strano e atipico rapporto di coppia che i due vivono da anni si impernia tutto il romanzo.
    Ma chi è veramente Adele? E’ solo una bambola passionale e ninfomane, che ha bisogno del sesso come del cibo? E’ una mantide votata alla religione dell’usa e getta della voluttà e della sensualità? E’ così attaccata alle apparenze e all’esteriorità da nascondere sempre e comunque la sua vera natura insensibile e cinica fino all’estremo? O è capace di amore, tenerezza e dolcezza, sentimenti che racchiude per riservatezza nel fondo della sua anima? E il tailleur grigio che indossa negli eventi preluttuosi o luttuosi, un tailleur ancora macchiato del sangue del suo primo marito, non è forse la rappresentazione estrinseca di ciò che lei veramente è?
    Una grave malattia colpisce il marito. Mettendo in moto una serie di dinamiche comportamentali di intenso conformismo esteriore che riesce ad ingannare chi le ruota intorno, Adele indossa, come una seconda pelle, la maschera della teatralità della vita a colmare l’immane vuoto interiore che la caratterizza. Ma sarà poi questa la sua vera peculiarità? Vorrebbe davvero Adele essere diversa da come in realtà è?
    Il marito vive la malattia con una dignitosa solitudine e ripercorre la sua vita accettando le sue stesse fragilità e l’eccessiva indulgenza verso la giovane moglie, rivisitando i momenti più importanti della loro storia, continuando a illudersi e disilludersi nel suo travaglio interiore amaro e struggente.
    Con il suo solito idioma italo-siculo che in questo libro è usato solo dal narratore e non dai personaggi coinvolti nella vicenda, Camilleri racconta con sofisticata maestria un certo tipo di società agiata, impersonale e intrisa di convenzioni manifeste prive di principi profondi e i grandi temi del declino umano che iniziano con la pensione, la vecchiaia, la malattia, la morte.
    Egli si rivela imparziale con i suoi protagonisti, non giudica, non condanna, non assolve, semplicemente osserva comunicando al lettore, con questa storia amara e tormentosa, il senso dell’ inevitabile rassegnazione, del fatale abbandono e dell’inutilità di una vita priva di umano ed interiore sentire.

    Is this helpful?

    Maristella said on Nov 24, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Solo Camilleri...

    ...riesco a leggere tutto d'un fiato, senza nemmeno posare il libro.

    Is this helpful?

    Gechio said on Jun 29, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book