Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il tamburo di latta

By Günter Grass

(1838)

| Paperback | 9788807807053

Like Il tamburo di latta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Oskar Matzerath ripercorre con l'aiuto di un tamburo di latta, giocattolo e strumento magico, le vicende della sua vita, dominata dalla scelta, a tre anni, di non crescere più e di essere nano per odio dei suoi due padri (quello anagrafico e l'amante Continue

Oskar Matzerath ripercorre con l'aiuto di un tamburo di latta, giocattolo e strumento magico, le vicende della sua vita, dominata dalla scelta, a tre anni, di non crescere più e di essere nano per odio dei suoi due padri (quello anagrafico e l'amante della madre). Il ricordo comprende la vita della madre fino alla sua nascita, ricca di presagi. Si passa poi all'infanzia, al rifiuto di crescere, al rifiuto e poi all'adesione al nazismo, all'esperienza teatrale e erotica con una compagnia di nani. La fine della guerra separa Oskar da Danzica e lo porta a Düsseldorf. A 28 anni decide di crescere e di diventare un famoso compositore di musica da tamburo.

261 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    "Brilla per modestia chi all'inizio pretende"

    Non facile da leggere questa farsa del Novecento così come farsa (o tragedia) è stato il secolo stesso. Odio, guerre, violenze, follie collettive, disumanità, ottusità e piccolezza morale. Oskar decide di rimanere piccolo, di terminare la crescita fi ...(continue)

    Non facile da leggere questa farsa del Novecento così come farsa (o tragedia) è stato il secolo stesso. Odio, guerre, violenze, follie collettive, disumanità, ottusità e piccolezza morale. Oskar decide di rimanere piccolo, di terminare la crescita fisica all'età di 3 anni, quasi di mettersi al livello della statura morale del suo secolo e di vedere da un'altezza differente quel che capita attorno. E battere il tempo sul tamburo di latta, divenendo un tamburino capace di leggere la vita e l'animo della gente.
    "...non esistono più gli eroi da romanzo, perchè gli individualisti non esistono più, perchè l'individualità ci è scapppata di mano, perchè l'uomo è solo, ogni uomo solo allo stesso modo, senza alcun diritto a una solitudine individuale, e costituisce una massa solitaria senza nomi e senza eroi."
    Vivere o lasciarsi vivere? Restare sempre piccoli, nascosti, poco visibili, spettatori, fuori dagli eventi o cambiare ruolo, crescere, iniziare una nuova vita? A trent'anni è il momento di scegliere, è il momento di essere uomo. Il tamburo segnerà ancora una volta il tempo, metro di giudizio. E' ora di metter da parte tutte le paure, che necessariamente fanno parte della vita vera.
    "...perchè l'amore non conosce ore, e la speranza è senza fine, e la fede non conosce limiti, solo il sapere e il non sapere sono legati a tempi e limiti..."

    Is this helpful?

    Zefiro said on Aug 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro

    originale, interessante dal punto di vista narrativo
    e particolare, ma me lo aspettavo ancora più "strano"
    e poi è troppo lungo rispetto alla trama ed ha un finale
    un po' fuori fuoco

    Is this helpful?

    Alfio said on Apr 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mah?

    Per fortuna c'è aNobii: cercavo persone per un confronto su qs libro tanto decantato...ma trovavo solo chi non avevano osato andare oltre le poche pagine lette in libreria.
    Sono incappata in una decina di bellissime pagine che purtroppo non ho segnat ...(continue)

    Per fortuna c'è aNobii: cercavo persone per un confronto su qs libro tanto decantato...ma trovavo solo chi non avevano osato andare oltre le poche pagine lette in libreria.
    Sono incappata in una decina di bellissime pagine che purtroppo non ho segnato, ma non mi metterei mai a rileggere un libro così barocco e astruso. Per fortuna qui ho trovato molti altri che la pensano come me.
    Consigliarlo al peggior nemico.

    Is this helpful?

    Maria said on Mar 4, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book