Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il tempo è un bastardo

By Jennifer Egan

(1894)

| Paperback | 9788875213633

Like Il tempo è un bastardo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il tempo è un bastardo è un romanzo breve che è valso il premio Pulitzer alla scrittrice americana Jennifer Egan.
Il libro è diventato famoso per lo stile in cui è scritto che esula dalla scrittura tradizionale e che riprende, in modo estremamente or Continue

Il tempo è un bastardo è un romanzo breve che è valso il premio Pulitzer alla scrittrice americana Jennifer Egan.
Il libro è diventato famoso per lo stile in cui è scritto che esula dalla scrittura tradizionale e che riprende, in modo estremamente originale, alcuni dei metodi moderni della comunicazione, tra cui spiccano numerose pagine che diventano delle slide di powerpoint e alcune abbreviazioni, tipiche della scrittura che i giovani utilizzano per gli sms.
La narrazione si alterna tra prima, seconda e terza persona, dando ritmo e cambiando velocemente l'inquadratura.
Come dice il titolo stesso, il romanzo racconta delle difficoltà legate al passare del tempo, al crescere e all'invecchiare.
Si parla della storia di diverse persone. Sasha è in terapia da uno psicologo perché ha tendenze cleptomani ed è l'assistente di Bennie, che lavora nel settore discografico e sta facendo visita ad una band per chiudere un accordo. Essi sono i due personaggi principali, che restano sempre, più o meno, al centro della scena, in base alle diverse prospettive che vengono descritte.
A volte infatti il racconto parlerà delle persone che i due incontrano nel corso della loro vita.
Il tempo è un bastardo, di Jennifer Egan, è un romanzo divertente e originale che non deluderà gli appassionati delle sperimentazioni letterarie di qualità.

389 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    eh, lo so....

    ...avrei dovuto fidarmi dello Stucchevole!

    Is this helpful?

    giò said on Jul 16, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Un puzzle di storie che trovano il loro incastro nella musica e nell'incoscienza della gioventù che giustifica ogni scellerato abuso di vita, fino a restituire il quadro complessivo di esistenze che si rammaricano del tempo, bastardo, trascorso. Tra ...(continue)

    Un puzzle di storie che trovano il loro incastro nella musica e nell'incoscienza della gioventù che giustifica ogni scellerato abuso di vita, fino a restituire il quadro complessivo di esistenze che si rammaricano del tempo, bastardo, trascorso. Tra capitoli/pezzi più o meno godibili, si arriva a una sorta di happy ending che rafforza la perplessità che accompagna la lettura di questo, pur piacevole, premio Pulitzer.

    Is this helpful?

    Barbara Scipioni said on Jul 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    non so che dire su questo libro...
    mi è piaciuto su questo non ci piove... in un momento in cui mille pensieri e preoccupazioni mi circondano, lo aprivo, iniziavo a leggere e mi estraniavo per un pò dalla realtà, riuscendo a ricaricarmi un pò...
    malg ...(continue)

    non so che dire su questo libro...
    mi è piaciuto su questo non ci piove... in un momento in cui mille pensieri e preoccupazioni mi circondano, lo aprivo, iniziavo a leggere e mi estraniavo per un pò dalla realtà, riuscendo a ricaricarmi un pò...
    malgrado questo però non riesco a recensirlo, mi mancano le parole...

    Is this helpful?

    Cippola said on Jun 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "La pausa ti fa pensare che la canzone sia finita. Invece scopri che non è finita, e per te è un sollievo. Poi però la canzone finice d a v v e r o, perché tutte le canzoni finiscono, ovviamente, e STAVOLTA. LA. FINE. E'. VERA."
    :-)

    Is this helpful?

    Cocconauta said on Jun 13, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Che dire? leggetelo ne vale la pena, soprattutto se avete un po’ più o un po’ meno di 'anta anni.
    Dunque: il tempo é un bastardo? si. Ad un certo punto alzi la testa e… dove sono andati tutti? Che é successo? Oh siam cresciuti, ci son diventati i ca ...(continue)

    Che dire? leggetelo ne vale la pena, soprattutto se avete un po’ più o un po’ meno di 'anta anni.
    Dunque: il tempo é un bastardo? si. Ad un certo punto alzi la testa e… dove sono andati tutti? Che é successo? Oh siam cresciuti, ci son diventati i capelli bianchi, la pancetta, la pelata, ci fa male la schiena, siam più cinici, intolleranti, esigenti.
    Il tempo é un bastardo? uhm direi di si. Mi ha portato via esseri amati. Mi ha spinto un po’ alla deriva, mi sta schiacciando sotto il suo peso. Una volta il tempo mi pareva molto più leggero e mi stava pure simpatico, non vedevo l’ora (!) che diventasse la settimana, il mese, l’anno dopo.
    Il tempo é un bastardo, niente da fare. Mi ha tolto illusioni, freschezza fisica e psichica, ha reso tutto un po’ più difficile e complesso. Ha rubato sogni, e peggio ancora, a volte li ha tramutati in tristi realtà.
    Noi umani siamo gli unici mammiferi, almeno per quel che ne sappiamo, ad avere la percezione del passato, di un presente, e del futuro. Abbiamo i mezzi per viaggiare nel tempo. Ma non é che questo ci renda la faccenda del vivere più facile.
    Anzi. Perché poi, a volte, lo senti in ogni fibra che il tempo é un bastardo, un grandissimo bastardo, ma non c’é niente da fare bisogna venirci a patti, a meno di morire giovani quando il tempo non ha ancora fatto in tempo a diventare bastardo. Oppure smemorarsi, e/o buttare via tutti gli specchi, oppure trasferirsi su di un’isola deserta.
    La Egan ha congegnato un bell’intreccio con i suoi personaggi che in un capitolo sono protagonisti e nell’altro diventano comparse e viceversa. Ad esempio: Sacha la ragazza che va dall’analista per il suo problema di cleptomania é la protagonista del primo capitolo, Alex il giovane che incontra per una notte é la comparsa, occupa un piccolo spazio nell’economia del capitolo. Ma il genio scrittorio della Egan ce lo fa ritrovare nell’ultimo capitolo stavolta come protagonista, 15 anni dopo il loro incontro, qui Sacha non é che il ricordo di una giovane donna incontrata per caso con cui si é passato una notte nel suo appartamento molto old NY perché era uno di quelli con ancora il bagno in cucina.
    C’é anche un capitolo con le note a pié di pagina, stile DFW, e ce n’é uno che é una presentazione in power point. Incredibile ma tutto ci sta, e pure bene.
    Ma meglio fermarsi qua si ha da leggerlo sto libro perché vale, é un bel leggere, un bel ritrovassi in un “sentire” che per me é stato condivisione, talora identificazione.

    Is this helpful?

    Maktub59 said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Per gustarselo a dovere, questo tempo bastardo, bisogna farlo filtrare tra i propri pensieri e non avere fretta, ma attenzione a non abbandonarsi a un andamento troppo blando, altrimenti si rischia di smarrircisi dentro. Evidentemente è una storia pe ...(continue)

    Per gustarselo a dovere, questo tempo bastardo, bisogna farlo filtrare tra i propri pensieri e non avere fretta, ma attenzione a non abbandonarsi a un andamento troppo blando, altrimenti si rischia di smarrircisi dentro. Evidentemente è una storia per la quale è necessario trovare il giusto ritmo. E le giuste pause.
    Il mio primo tentativo di lettura fu disastroso, poi circa un mese fa sono inciampata in "The times they are a-changin'" di Bob Dylan, che per associazione mentale mi ha fatto venire voglia di riprovarci e questa volta devo essermi sintonizzata ben bene perché l'ho trovato un romanzo stupendo. È uno stupefacente mosaico di persone, pensieri, esistenze, connessioni e punti di vista. Anzi, forse sarebbe più giusto paragonarlo a una di quelle palle a specchio da discoteca, capace di riflettere luce e vita di ogni sua sfaccettatura.

    Is this helpful?

    Ardesia said on Jun 3, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book