Il tempo che vorrei

Di

Editore: Mondadori

3.4
(5307)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 294 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8804592389 | Isbn-13: 9788804592389 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Intrattenimento , Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace Il tempo che vorrei?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ci sono padre e figlio su un treno, non si sa per dove né perché. Il figlio ha l'età dell'autore, e non è questa l'unica somiglianza. In treno, si sa, è facile perdersi nei pensieri. E allora il figlio pensa, e ricorda. Un'infanzia fatta di fantasie assurde, le stesse che passano per la testa a quasi tutti i bambini. Un amore finito male. L'amicizia, la malattia, il lavoro, il riscatto sociale. Ma il figlio pensa al padre, soprattutto. È innegabile ormai che la notorietà di Fabio Volo non basta da sola a spiegare le ragioni del successo enorme che, con due milioni e mezzo di copie e un passaparola entusiasta e incessante, lo ha reso uno degli autori più letti in assoluto in Italia. Nessuno come lui infatti riesce a entrare in sintonia con il sentire, superficiale e profondo, di una macrogenerazione che va dai ventenni ai quarantenni e oltre. E con questo nuovo libro, trattando con una sensibilità e un'efficacia sorprendente temi cari a tutti (e al suo pubblico in maniera particolare), si consacra come voce di primissimo piano della nostra narrativa.
Ordina per
  • 3

    "Il tempo che vorrei" è sicuramente un libro dalla lettura scorrevole, che pone il lettore di fronte ad una storia che potrebbe riguardare ognuno di noi. Però non mi piace l'estrema "schiettezza" del ...continua

    "Il tempo che vorrei" è sicuramente un libro dalla lettura scorrevole, che pone il lettore di fronte ad una storia che potrebbe riguardare ognuno di noi. Però non mi piace l'estrema "schiettezza" del linguaggio usato, che, pur riproducendo il modo in cui oggi molti adolescenti e adulti maschi parlano quando trattano determinati argomenti, rasenta spesso la prosaicità: sembra che l'autore abbia scritto il libro solo per una piccola cerchia di lettori...

    ha scritto il 

  • 1

    Citazione: [...]però sappi che leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. È un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e ch ...continua

    Citazione: [...]però sappi che leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. È un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. (Pag.71)

    ha scritto il 

  • 4

    Inaspettato

    Non ho mai letto nulla di di Volo perché non ho sentito parlar bene. Invece mi è capitato questo libro per caso in mano. Devo ricredermi. Scorrevole e piacevole, una chiacchierata con un vecchio amico ...continua

    Non ho mai letto nulla di di Volo perché non ho sentito parlar bene. Invece mi è capitato questo libro per caso in mano. Devo ricredermi. Scorrevole e piacevole, una chiacchierata con un vecchio amico sulla sua storia, che - il caso - è simile alla mia. Stesso padre, stessi ricordi... un tuffo nel passato lontano rivisto nel proiettore di casa.

    ha scritto il 

  • 3

    A dispetto di molti che criticano i lavori di Fabio Volo, io lo reputo un bravo scrittore e i suoi testi non mi hanno mai delusa. Trovo che i suoi romanzi siano scorrevoli, piacevoli, delle buone lett ...continua

    A dispetto di molti che criticano i lavori di Fabio Volo, io lo reputo un bravo scrittore e i suoi testi non mi hanno mai delusa. Trovo che i suoi romanzi siano scorrevoli, piacevoli, delle buone lettura insomma.

    ha scritto il 

  • 1

    Passare da Roth a Volo è uno schianto tale da farsi male.
    Sono una convinta assertrice del "meglio leggere qualunque cosa che non leggere affatto", ma, dopo questa lettura, le mie convinzioni hanno i ...continua

    Passare da Roth a Volo è uno schianto tale da farsi male.
    Sono una convinta assertrice del "meglio leggere qualunque cosa che non leggere affatto", ma, dopo questa lettura, le mie convinzioni hanno iniziato a vacillare...

    ha scritto il 

  • 4

    Un tuffo nei ricordi

    Scrittura scorrevole, descrizione di un quotidiano fatto di semplicità e povertà in cui mi sono rispecchiata portando a galla tanti ricordi della mia infanzia, una storia d'amore da recuperare ed un r ...continua

    Scrittura scorrevole, descrizione di un quotidiano fatto di semplicità e povertà in cui mi sono rispecchiata portando a galla tanti ricordi della mia infanzia, una storia d'amore da recuperare ed un rapporto con il padre da ricostruire anzi oserei dire da imparare a riconoscere: questi gli elementi essenziali del libro.
    A me è piaciuto, ma devo ammettere che le trame ed i personaggi dei libri di Volo tendono ad essere leggermente ripetitivi tra loro; io l'ho letto con qualche anno di distanza dall'ultimo e questo mi ha permesso di poterlo apprezzare a pieno

    ha scritto il 

  • 4

    Un buon libro, senza conclusione

    Ho apprezzato molto la dinamica del libro anche se non amo la narrazione spezzettata. Purtroppo, a mio parere, il finale non è degno della delicatezza del resto della narrazione.

    ha scritto il 

  • 3

    carino, scrittura scorrevole, centrato nelle descrizioni dellae normalissime emozioni e sfigaggini della nostra comune vita di tutti i giorni. Volo ci dà belle sensazioni e soprattutto ci si immedesim ...continua

    carino, scrittura scorrevole, centrato nelle descrizioni dellae normalissime emozioni e sfigaggini della nostra comune vita di tutti i giorni. Volo ci dà belle sensazioni e soprattutto ci si immedesima nei personaggi quotidiani.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per