Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il testamento

Di

Editore: Mondolibri

3.6
(1685)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 487 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Olandese , Polacco , Ceco , Portoghese

Isbn-10: A000198724 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri

Genere: Fiction & Literature , Law , Mystery & Thrillers

Ti piace Il testamento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Troy Phelan è un grande magnate americano, la cui fortuna viene valutata 11 bilioni di dollari. Dopo aver apparentemente lasciato come legittimi eredi le sue tre ex mogli e i suoi sette figli, si uccide. Ma pochi istanti prima del suicidio, l'anziano miliardario esibisce il suo ultimo testamento secondo il quale l'enorme eredità spetterà a una sconosciuta figlia illegittima, Rachel Lane, missionaria in Brasile. Toccherà all'avvocato Nate, in crisi a causa dell'alcol e del recente divorzio, difendere i diritti di Rachel contro i soprusi dei presunti eredi.
Ordina per
  • 4

    Una storia di redenzione, un po' atipica rispetto ai legal thriller di Grisham. Somiglia più a un romanzo d'avventura che a un giallo. Come al solito la scrittura è scorrevole, i personaggi ben delineati. E il tifo per i buoni è alto

    ha scritto il 

  • 3

    per grisham le trame sono talvolta pretesti per raccontare personaggi che ti restano poi attaccati addosso, con le loro cadute e le loro rivincite, a combattere contro la vita per non soccombere. Nate e Rachel sono due nuovi personaggi che resteranno con me.

    ha scritto il 

  • 5

    4,5 * (per essere precisi). Un romanzo su più fronti. Un legal.thriller piacevole e un libro d'avventura. E un pizzico di religiosità. Insomma un libro interessante che mi ha portato a scoprire una zona del mondo che non conoscevo: Corumbà e il Pantanal.

    ha scritto il 

  • 2

    Grisham invece di migliorare peggiora più scrive, con lui ho chiuso.
    La storia parte bene e lo stile è abbastaza vivace, almeno a sufficenza per continuare a leggere anche quando non succede un bel niente ma l'autore desidera in ogni caso dilungarsi nel descrivere le ore passate in una fattoria i ...continua

    Grisham invece di migliorare peggiora più scrive, con lui ho chiuso. La storia parte bene e lo stile è abbastaza vivace, almeno a sufficenza per continuare a leggere anche quando non succede un bel niente ma l'autore desidera in ogni caso dilungarsi nel descrivere le ore passate in una fattoria in mezzo al nulla nell'attesa di trovare uyn elicottero che vada a prenderli. Ai fini della trama non serve a un bel niente, appena a dare un'idea della mancanza di efficaci mezzi di comunicazione nel mezzo delle paludi brasiliane, ma Grisham ci spende pagine su pagine. La deriva religiosa segna la fine di ogni speranza per una storia che avrebbe potuto rivelarsi invece avvincente o almeno interessante. Ancora una volta a metà libro, con mia somma delusione, ho indovinato il finale del libro, o meglio: date le premesse fin lì gettate ho pensato quale sarebbe stato il finale più scontato e meno problematico, e ho indovinato!

    ha scritto il 

Ordina per