Il tiranno di Roma

Di

Editore: Newton Compton Editori

2.9
(378)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 125 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8854151475 | Isbn-13: 9788854151475 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Storia

Ti piace Il tiranno di Roma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Crisso è uno schiavo.L'unico modo che ha per conquistare la libertà è entrare a far parte della guardia privata del vecchio Gaio Mario, nemico storico di Silla. Diventato un soldato, Crisso potrà conoscere una vita diversa, e partecipare all'assedio di Roma al fianco di uno dei più grandi condottieri di tutti i tempi. Ma all'interno della città dilaniata dalle guerre civili, il Senato resiste agli assalti, convinto dal console Ottavio, tenace sostenitore dell'ordine costituito. la sua schiava, Giunilla, segue le vicende del padrone dell'Urbe con trepidante attesa. Quando alla fine gli assediati sono costretti a cedere, seguono giorni di terrore, di stragi e vendette. E i destini di Crisso e Giunilla si intrecciano in una spirale sempre più drammatica.
Ordina per
  • 3

    quasi tre

    Comprato così, per curiosità e perchè costava 99 cent. Forse se avessi speso di più starei rosicando.
    é un raccontino molto soft, scorre via subito e lo stile è davvero molto semplice. Tutto sommato è ...continua

    Comprato così, per curiosità e perchè costava 99 cent. Forse se avessi speso di più starei rosicando.
    é un raccontino molto soft, scorre via subito e lo stile è davvero molto semplice. Tutto sommato è carino, ma sembra più una sorta di pezzo mancante da un altro libro (con varie contraddizioni/assurdità).
    Insomma, sì legge va'..se non avete di meglio da fare utile per passare un po' di tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    Un gradevole romanzo storico che dosa bene le due componenti essenziali del genere di realismo e fiction, con un’ambientazione accurata e protagonisti (sia i personaggi veri che non) interessanti.

    htt ...continua

    Un gradevole romanzo storico che dosa bene le due componenti essenziali del genere di realismo e fiction, con un’ambientazione accurata e protagonisti (sia i personaggi veri che non) interessanti.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/17480

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Molto carino

    Breve, ma intenso. Frediani è riuscito a fare un ottimo racconto breve, coinvolgente, ben ambientato (d'altro canto Frediani è esperto dell'antichità), ricco di colpi di scena.
    la fine poi è spettacol ...continua

    Breve, ma intenso. Frediani è riuscito a fare un ottimo racconto breve, coinvolgente, ben ambientato (d'altro canto Frediani è esperto dell'antichità), ricco di colpi di scena.
    la fine poi è spettacolare.

    ha scritto il 

  • 2

    Il giovane schiavo Crisso viene liberato da Gaio Mario e ne diventa un soldato della guardia personale; contemporaneamente Giunilla, affascinante schiava, serve fedelmente il suo padrone Ottavio e la ...continua

    Il giovane schiavo Crisso viene liberato da Gaio Mario e ne diventa un soldato della guardia personale; contemporaneamente Giunilla, affascinante schiava, serve fedelmente il suo padrone Ottavio e la moglie. Crisso e Giunilla si ritroveranno, loro malgrado, invischiati in una delle tante guerre di potere, dove l'Urbe viene invasa, saccheggiata, violentata e depradata, dove gli schiavi vengono liberati ma solo per diventare nuovamente sudditi di altri padroni e dove l'amore non può crescere se la cosa più importante, per certe persone, è solamente la sete di potere.

    Il secondo, classico romanzo storico: e con questo ho avuto conferma che a me i romanzi di questo tipo proprio non piacciono. Gli ho assegnato 2 stelline perchè son generosa e perchè, dopotutto, era talmente corto che sono anche riuscita a digerirlo. Ma le storie ambientate in epoca romana dove il più grosso della trama consiste in un resoconto di chi-assalta-chi e di chi-difende-chi .. anche no.

    ha scritto il 

  • 2

    Il problema con questo libro è che non mi piace la scrittura di Frediani. Non ho letto altro di suo, quindi non do per scontato che non mi possano piacere altri libri, magari più corposi, però in ques ...continua

    Il problema con questo libro è che non mi piace la scrittura di Frediani. Non ho letto altro di suo, quindi non do per scontato che non mi possano piacere altri libri, magari più corposi, però in questo Tiranno di Roma la scrittura mim è sembrata poco personale, quasi scolastica. Senza contare che la trama non era particolarmente avvincente, probabilmente avrebbe dovuto scrivere una cinquantina di pagine in più per renderlo un po' più ricco.
    Pollici versi per Giunilla, mi è sembrata di una stupidità disarmante.

    ha scritto il 

  • 2

    Uno spin-off letterario!

    Sono rimasto molto sorpreso quando ho scoperto questa iniziativa della Newton con romanzi (sia classici che nuovi di zecca) a 0,99 € e mi chiedevo, nel caso delle novità, come autori anche abbastanza ...continua

    Sono rimasto molto sorpreso quando ho scoperto questa iniziativa della Newton con romanzi (sia classici che nuovi di zecca) a 0,99 € e mi chiedevo, nel caso delle novità, come autori anche abbastanza conosciuti, potessero presentare nuove storie ad un prezzo tanto convincente. La risposta mi è venuta dalla lettura di questo romanzo. La storia, di per sè, non è nemmeno malvagia, interessante, scritta in maniera scorrevole e precisa da un punto di vista storico; ma risulta incompiuta e, a mio avviso, serve solo da introduzione ad un successivo e più ampio romanzo, utile solamente per presentare quelle che sono le vicende pregresse di un personaggio che, nella storia principale, avrà solamente un ruolo secondario, da supporto al protagonista. Insomma, usando un termine da serie tv (di cui sono un patito), si potrebbe definire questa storia uno spin-off; ma come la maggior parte degli spin-off, anche questa lascia alla fine con l'amaro in bocca e con la speranza che la "serie principale" possa essere qualcosa di meglio!

    ha scritto il