Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il tracollo dell'urbanistica italiana

Di

Editore: Laterza (Saggi tascabili Laterza)

3.2
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 116 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842099619 | Isbn-13: 9788842099611 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Art, Architecture & Photography

Ti piace Il tracollo dell'urbanistica italiana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"L'eclissi del paesaggio italiano, avvenimento di rilievo mondiale, avviene nella generale indifferenza in un paese che, a partire dall'amministrazione dello Stato che ha delegato ogni competenza in materia, rinuncia volontariamente agli strumenti e alle politiche di regolazione, comprovati dall'esperienza internazionale, capaci di contribuire a invertire la tendenza. Credo che il racconto storico dal dopoguerra a oggi del processo di cambiamento della sostanza, e della considerazione politica e sociale, della materia urbanistica in Italia è certamente istruttivo. Per mettere in risalto i molti errori che hanno condotto alla situazione attuale ma anche i possibili punti di riferimento per concepire qualche concreta speranza di un futuro migliore": architetto e urbanista di fama mondiale, Leonardo Benevolo spiega i processi decisionali sulle trasformazioni urbane, le politiche che incidono sulla qualità di vita di tutti, quelle che dovrebbero decidere la riqualificazione delle nostre città. Benevolo traccia una ricostruzione storico-politica e al tempo stesso denuncia il paradossale dissesto dell'urbanistica in un momento storico in cui si fa più urgente l'attenzione per il paesaggio e le sue modificazioni, per l'ambiente e per la "sostenibilità".
Ordina per
  • 3

    Lo scempio del paesaggio italiano, la stasi dell'urbanistica imbrigliata tra dispute di principio ideologiche ed incapacità di mediare tra gli interessi pubblici e privati, alcune soluzioni percorribili, l'assenza colpevole dello Stato e delle forze politiche. Ne risulta un saggio accessibile anc ...continua

    Lo scempio del paesaggio italiano, la stasi dell'urbanistica imbrigliata tra dispute di principio ideologiche ed incapacità di mediare tra gli interessi pubblici e privati, alcune soluzioni percorribili, l'assenza colpevole dello Stato e delle forze politiche. Ne risulta un saggio accessibile anche ai non addetti ai lavori scritto dal massimo studioso di storia dell'architettura, architetto ed urbanista che, senza dogmi ideologici cerca di guardare alla situazione reale.

    ha scritto il 

  • 2

    Regretful is worse than poor

    Divulgare non dovrebbe essere un pretesto per scarnificare i concetti e vendere opinioni poco giustificate: ogni pagina è una nuova mezza verità, se non una vera e propria bugia.

    ha scritto il