Il trapezio volante

e altri racconti

Voto medio di 57
| 20 contributi totali di cui 10 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Armeni, ebrei, polacchi, irlandesi, italiani: tutto il mondo si incontra a San Francisco. Tutto il mondo scorre nelle pagine di Saroyan: sulle ali di una bicicletta, di una macchina per scrivere, di una formidabile capacità di vedere. Un ritornello j ...Continua
Anna Prejanò
Ha scritto il 09/08/12
Troppo sentimentale e bozzettistico per i miei gusti. San Francisco tra le due guerre, vitaccia squattrinata di scrittore, bordelli e corse dei cavalli, musica jazz, tutti temi che mi lasciano fredda. E maestro di John Fante, che francamente detesto....Continua
Viducoli
Ha scritto il 08/05/12
Hopper con fiori e giardini
Molti di questi racconti sono stati pubblicati da Saroyan nel 1934, quindi in piena Grande Depressione. Narrano piccole, in genere intime storie di personaggi marginali, ragazzi indecisi sulla vita, scrittori che non pubblicheranno mai, immigrati che...Continua
Dario
Ha scritto il 24/03/12
Mi aspettavo qualcosa di meglio da questi racconti, la presentazione li descriveva come un'improvvisazione jazz. Ed invece ne sono rimasto deluso, nessuna divagazione, nessun assolo, racconti che non mi hanno lasciato nulla. Un libro che sconsiglio!!...Continua
Bezdomnyj86
Ha scritto il 17/03/12
Avevo già apprezzato Saroyan per il suo romanzo "La Commedia Umana", ma devo dire che è come scrittore di racconti che esprime tutto il suo talento. Questa raccolta è anche il manifesto programmatico della sua poetica. Solo di una cosa gli interessa...Continua
swirlingclouds
Ha scritto il 24/06/11
I venticinque racconti contenuti in questa raccolta fanno parte della fase giovanile della produzione letteraria di Saroyan, essendo stati pubblicati dal 1934 al 1941. Alcuni di essi sono straordinari, bellissimi, toccanti, profondi e umani in un mod...Continua

Bezdomnyj86
Ha scritto il Mar 17, 2012, 14:41
[...] tutti noi viaggiamo verso la morte. Niente catastrofi, niente terribili incidenti: la morte è lenta, e viene dalla vita.
Pag. 123
Bezdomnyj86
Ha scritto il Mar 17, 2012, 14:39
Non credo nella fama. E' una forma di inganno, qualsiasi personaggio famoso ve lo potrà confermare. Ogni persona onesta, quantomeno. Com'è possibile che un essere umano sia superiore a un altro? Che differenza c'è tra uno scrittore di grandi romanzi...Continua
Pag. 69
Bezdomnyj86
Ha scritto il Mar 17, 2012, 14:35
Non credo nelle razze. Non credo nei governi. Abbraccio con un solo sguardo tutta la vita, milioni di esseri nello stesso tempo, sulla terra intera. I bambini che non hanno ancora imparato a parlare sono l'unica razza del mondo, la razza umana: tutto...Continua
Pag. 46
Bezdomnyj86
Ha scritto il Mar 08, 2012, 20:24
Il suggerimento più importante per uno scrittore, tuttavia, è questo: impara a respirare profondamente, a gustare davvero il cibo quando mangi, e quando dormi, dormi davvero. Cerca di vivere più che puoi, con tutte le tue forze, e quando ridi, ridi c...Continua
Pag. 12
Giovanni Linke...
Ha scritto il Oct 08, 2008, 12:36
La mia faccia era bluastra, muovevo a stento le labbra, tanto erano contratte dal gelo. La stanza era piena del fumo delle Chesterfield, anche quello congelato. Nuvole di fumo riempivano la camera, ma rimaneva gelida quanto prima. Una volta, mentre s...Continua
Pag. 137

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi