Il vecchio che leggeva romanzi d'amore

Voto medio di 6134
| 563 contributi totali di cui 506 recensioni , 56 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Il vecchio Antonio José Bolivar vive ai margini della foresta amazzonicaequadoriana. Antonio vi è approdato dopo molte disavventure che non gli hannolasciato molto: i suoi tanti anni, la fotografia sbiadita di una donna che fusua moglie, i ricordi ... Continua
Ha scritto il 08/07/17
L'uomo e la Natura
Un viaggio bellissimo.
  • Rispondi
Ha scritto il 22/06/17
Il vecchio lo ha imparato dagli indigeni: la convivenza tra l'uomo e la foresta selvaggia, quell'equilibrio tra la lotta ad armi pari per la sopravvivenza e il grande rispetto per quella natura. Ma per vivere e sopravvivere, all'ombra della sua ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 20/05/17
Letto due volte. Piacevolissimo, tocca il cuore.
  • Rispondi
Ha scritto il 20/03/17
Ricordi di Marquez
Libro breve e semplice, che nella lettura mi ha ricordato un po' le descrizioni fatte da Garcia Marquez.
Mi è piaciuto, per cui consiglio questo libro.
  • Rispondi
Ha scritto il 27/02/17
Una favola, suggestiva e poetica, apre le porte della foresta Amazzonica, una terra umida, verde e preziosa che gli uomini stanno piano piano distruggendo. Le conseguenze di questo scempio si ripercuotono sugli stessi abitanti, essere umani e non, e ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Oct 04, 2016, 08:04
Era più grande di quello che aveva pensato vedendola la prima volta.Benché fosse magra, era un animale superbo, bellissimo, un capolavoro di vigore impossibile da riprodurre anche solo col pensiero. Il vecchio la accarezzò, ignorando il dolore ... Continua...
Pag. 81
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 14, 2016, 10:31
Antonio José Bolívar si occupava di tenerli a freno, mentre i coloni rovinavano la foresta costruendo il capolavoro dell'uomo civilizzato: il deserto
Pag. 54
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 24, 2016, 12:49
In definitiva era come uno di loro, ma non era uno di loro.Così ogni tanto doveva andarsene, perché -gli spiegavano- era un bene che non fosse uno di loro. Desideravano vederlo, averlo accanto, ma volevano anche sentire la sua mancanza, la ... Continua...
Pag. 48
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 24, 2016, 12:43
Quando un passaggio gli piaceva particolarmente lo ripeteva molte volte, tutte quelle che considerava necessarie per scoprire quanto poteva essere bello anche il linguaggio umano.
Pag. 35
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 24, 2016, 12:40
"Una femmina impazzita di dolore è più pericolosa di venti assassini messi insieme."
Pag. 28
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 14, 2016, 10:44
863
SEP 8455
Letteratura Spagnola
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi