Il vecchio e il mare

Di

Editore: Mondadori-De Agostini

4.0
(16339)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 172 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Catalano , Spagnolo , Galego , Portoghese , Francese , Tedesco , Svedese , Olandese , Giapponese

Isbn-10: A000056165 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Sport, Attività all\'aperto & Avventura

Ti piace Il vecchio e il mare?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    SANTIAGO è un vecchio pescatore che da 84 giorni non prende più un pesce, e anche il suo aiutante, il giovane MANOLIN, ha dovuto lasciarlo per pescare su una barca più fortunata. Santiago esce come se ...continua

    SANTIAGO è un vecchio pescatore che da 84 giorni non prende più un pesce, e anche il suo aiutante, il giovane MANOLIN, ha dovuto lasciarlo per pescare su una barca più fortunata. Santiago esce come sempre e fa abboccare un enorme MARLIN, che tira la lenza per tre giorni, tre lunghissimi giorni, nei quali Santiago si ferisce alle mani, dorme pochissimo ed è quasi allo stremo delle sue forze. Ma anche il marlin è esausto, perciò Santiago riesce a ucciderlo. Durante il viaggio di ritorno, Santiago combatte e perde la sua battaglia contro gli SQUALI che a poco a poco divorano tutto il pesce, lasciandolo tornare a terra a mani vuote. A terra Manolin e gli altri abitanti del villaggio lo aspettano a braccia aperte, pronti a stargli vicino per consolarlo della grave perdita.

    Al mio alunno è piaciuto moltissimo. L'unico pesce che mangio è il tonno in scatola. Perciò leggere di pesci sventrati e mangiati crudi... bleah, avevo il voltastomaco. Non lo ritengo un gran capolavoro, o quanto meno non rientra nelle mie corde. Pazienza, non siamo tutti uguali! Vedo il rispetto, la dignità, la forza sia di Santiago che del marlin, ma forse lo leggo con gli occhi di chi poi dovrà scriverci un tema! Oppure, semplicemente, ha ragione Dwight Macdonald: sopravvalutato!

    * Tutto in lui era vecchio tranne gli occhi che avevano lo stesso colore del mare ed erano allegri e indomiti.
    * È stupido non sperare, pensò. E credo che sia peccato. Non pensare ai peccati, pensò. Ci sono abbastanza problemi adesso, senza i peccati.

    ha scritto il 

  • 5

    null

    Straordinario! Un capolavoro!
    Vittorioso di suo, ma sconfitto dalla sorte, quanto può esserlo il simbolo di una condizione umana che proprio dall'inevitabilità dello scacco trae il movente di una sof ...continua

    Straordinario! Un capolavoro!
    Vittorioso di suo, ma sconfitto dalla sorte, quanto può esserlo il simbolo di una condizione umana che proprio dall'inevitabilità dello scacco trae il movente di una sofferta grandezza, nonché di una stoica e ribelle accettazione del destino che la segna.
    Lo sento molto vicino a me che combatto con la Sclerosi multipla da 22 anni!

    ha scritto il 

  • 2

    Eppure mi avevano avvertito: questo libro o lo ami o lo odi.... e io di solito sto sempre dalla parte sbagliata. L'ho amato come potrebbe amarlo uno studente di terza liceo che lo deve leggere durante ...continua

    Eppure mi avevano avvertito: questo libro o lo ami o lo odi.... e io di solito sto sempre dalla parte sbagliata. L'ho amato come potrebbe amarlo uno studente di terza liceo che lo deve leggere durante le vacanze estive perdendosi il divertimento di una gita al mare con gli amici

    ha scritto il 

  • 3

    Libro prettamente concentrato sui "contenuti", il mare e la pesca ben si prestano a spiegare e concretizzare i concetti che l'autore vuole esprimere, ma con un po di fantasia possiamo proiettare la tr ...continua

    Libro prettamente concentrato sui "contenuti", il mare e la pesca ben si prestano a spiegare e concretizzare i concetti che l'autore vuole esprimere, ma con un po di fantasia possiamo proiettare la trama su tante altre attività, lo sport, il lavoro e soprattutto la vita nel suo insieme.
    Il cronico ottimismo e la fiducia in se stesso di Santiago sono i significati che rimangono più impressi e suscitano simpatia nei confronti del protagonista.
    Per il resto, come è noto, ogni lettura ha il suo tempo e credo che questa l'avrei apprezzata di più anni fa.

    ha scritto il 

  • 2

    "Now is no time to think of what you do not have. Think of what you can do with what there is".

    Fosse stato possibile avrei messo due stelline e mezzo. Tre per non dare una delusione a Hemingway (a me tanto caro) che riteneva "Il vecchio e il mare" la cosa migliore che avesse mai scritto, come r ...continua

    Fosse stato possibile avrei messo due stelline e mezzo. Tre per non dare una delusione a Hemingway (a me tanto caro) che riteneva "Il vecchio e il mare" la cosa migliore che avesse mai scritto, come recita la prefazione, e due perché i racconti di mare e sul mare non sono il mio genere.
    Bisogna riconoscere, ad ogni modo, che qui lo stile paratattico e piano (nel senso di asciutto e facile da comprendere) del buon vecchio Hem raggiunge il suo culmine anche in termini di bellezza:
    "Non ho mai visto nulla di grande e bello e calmo e nobile come te, fratello."
    "Allora il pesce tornò in vita, recando in sé la sua morte, e si librò alto fuori dell'acqua mostrando la grande lunghezza e larghezza e tutta la sua forza e la sua bellezza."
    Senza dimenticare che sempre qui trovano posto due tra gli aforismi che preferisco in assoluto:
    Ogni giorno è un nuovo giorno.
    Ora non è il momento di pensare a quello che non hai. Pensa a quello che puoi fare con quello che hai.
    Bella anche la maniera in cui l'autore passa con disinvoltura e senza scossoni dalla prima alla terza persona dialogando con il vecchio pescatore, un vero e proprio tocco di stile.
    Insomma, Hem, non temere hai fatto un buon lavoro e sicuramente ne è valsa la pena.

    ha scritto il 

  • 5

    Purtroppo in questo ultimo mese non ho avuto assolutamente tempo per la lettura, e mi è dispiaciuto relegare un titolo che avevo in lista da anni a quei pochi minuti accartocciati che riuscivo a tener ...continua

    Purtroppo in questo ultimo mese non ho avuto assolutamente tempo per la lettura, e mi è dispiaciuto relegare un titolo che avevo in lista da anni a quei pochi minuti accartocciati che riuscivo a tenermi liberi per leggere alla bell'e meglio. Tuttavia, ho trovato che la scelta di leggere Il vecchio e il mare proprio durante queste mie giornate frenetiche sia stata azzeccata: dopo ore e ore di lavoro e appuntamenti, trovarsi in una storia che invece è intrisa di silenzio e pazienza è stato benefico. Non avevo fretta di finire di leggere, e il vecchio non aveva fretta di tornare a riva senza il suo pesce. Ci siamo trovati in sintonia.
    Non sono però riuscita a scrollarmi di dosso l'inquietudine e il fatalismo che secondo me pervade questo libro, il timore che per quanto deciso e rassegnato il vecchio fosse stesse per succedere qualcosa. Non so qual è l'opinione dominante circa Il vecchio e il mare , ma credo di averci visto giusto.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per