Il visconte dimezzato

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar junior)

4.0
(10806)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 134 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Finlandese , Portoghese , Polacco , Catalano

Isbn-10: 8804598905 | Isbn-13: 9788804598909 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Emanuele Luzzati

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il visconte dimezzato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La bizzarra storia del visconte Medardo di Terralba che, colpito al petto da una cannonata turca, torna a casa diviso in due metà (una cattiva, malvagia, prepotente, ma dotata di inaspettate dosi di umorismo e realismo, l'altra gentile, altruista, buona, o meglio "buonista"). «Tutti ci sentiamo in qualche modo incompleti» disse Calvino in un'intervista «tutti realizziamo una parte di noi stessi e non l'altra.»
Ordina per
  • 4

    Sono giovane e sono un visconte dimezzato

    "Il visconte dimezzato" è uno di quei libri semplici e scorrevoli (come una favola dovrebbe essere) alla prima lettura, ma che mettono le radici e continuano a svilupparsi dentro di te anche dopo l'ul ...continua

    "Il visconte dimezzato" è uno di quei libri semplici e scorrevoli (come una favola dovrebbe essere) alla prima lettura, ma che mettono le radici e continuano a svilupparsi dentro di te anche dopo l'ultima pagina (come una favola dovrebbe fare).
    La palla di cannone che ci squarcia a metà arriva, prima o poi, nella vita di tutti noi. Può essere un evento o solamente la confusione della giovinezza. In fondo, "Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane", ci dice Calvino. Ci trasciniamo in giro divisi a metà, chi con la sua parte buona, chi con quella cattiva, ma anche chi ci sembra "completo", non lo è mai per davvero. Alla fine, dopo un duello in cui ogni parte attacca sè stessa, il visconte viene ricongiunto a sè stesso e torna ad essere uno. Metafora del processo di crescita? Io l'ho interpretata così. Nel finale tocca infatti al piccolo narratore la sventura di essere incompleto... Ma forse è soltanto giovane.
    Grazie, Calvino.

    ha scritto il 

  • 4

    Medardo di Terralba ci racconta che in ognuno di noi si nasconde la parte buona e la parte cattiva e quindi l'eterna lotta tra bene e male quello che ci dice però è che la cosa migliore da fare è acce ...continua

    Medardo di Terralba ci racconta che in ognuno di noi si nasconde la parte buona e la parte cattiva e quindi l'eterna lotta tra bene e male quello che ci dice però è che la cosa migliore da fare è accettarle entrambe e vivere in armonia con esse...Erano anni che volevo leggere questo libro e in tanti anni non mi ero ancora decisa..grave errore, Italo Calvino mi stupisce sempre

    ha scritto il 

  • 4

    A volte una palla di cannone è la miglior cosa che ci possa capitare....

    Letto molto tempo fa, ma ne ho ancora un vivido ricordo... la storia si snoda attorno all'eterna lotta tra il bene il male, il buono ed il cattivo latenti in ognuno di noi... la vera sfida sta nell'ac ...continua

    Letto molto tempo fa, ma ne ho ancora un vivido ricordo... la storia si snoda attorno all'eterna lotta tra il bene il male, il buono ed il cattivo latenti in ognuno di noi... la vera sfida sta nell'accettarci nella nostra completezza...

    ha scritto il 

  • 5

    Calvino, I love you

    Calvino, avrei proprio voluto conoscere un genio come te, che da una storia semplice tira fuori una storia grandiosa.
    Ancora più bello del Barone rampante.
    Volo in biblioteca a prendere Il cavaliere i ...continua

    Calvino, avrei proprio voluto conoscere un genio come te, che da una storia semplice tira fuori una storia grandiosa.
    Ancora più bello del Barone rampante.
    Volo in biblioteca a prendere Il cavaliere inesistente.
    Leggetelo!

    ha scritto il 

  • 4

    Calvino, il nostro è un amore che durerà in eterno, e che si rinnoverà a ogni lettura e rilettura e a ogni parola da te scritta che vivrò.
    questo breve romanzo, ad esempio, è pura arte. grazie, maestr ...continua

    Calvino, il nostro è un amore che durerà in eterno, e che si rinnoverà a ogni lettura e rilettura e a ogni parola da te scritta che vivrò.
    questo breve romanzo, ad esempio, è pura arte. grazie, maestro!

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo un approccio non proprio positivo con Calvino, questo libro mi ha piacevolmente sorpresa. Su consiglio di più persone ho poi deciso di leggerlo anche io e beh è stata una gran bella lettura. Il c ...continua

    Dopo un approccio non proprio positivo con Calvino, questo libro mi ha piacevolmente sorpresa. Su consiglio di più persone ho poi deciso di leggerlo anche io e beh è stata una gran bella lettura. Il conflitto tra il bene e il male, l'approfondimento sulla natura dell'essere umano, il fatto che come si dice dalle mie parti "il troppo, stroppa".
    Bello.

    Voto: 8/10

    ha scritto il 

  • 4

    La precarietà dell'equilibrio

    "Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane."

    Letto molto tempo fa, quando ero alle elementari e rileggerlo ora a quasi trent'anni di distanza... nostalgia a parte e un libro che simpati ...continua

    "Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane."

    Letto molto tempo fa, quando ero alle elementari e rileggerlo ora a quasi trent'anni di distanza... nostalgia a parte e un libro che simpatico e per certi versi non così casto come lo immaginavo, ma all'epoca della mia prima lettura non conoscevo il significato di certi termini.
    Un uomo completamente diviso in due meta: una buona e l'altra cattiva. Le vicende di Medardo di Terralba raccontate dall'occhio di suo nipote, una storia che fa sorridere e allo stesso tempo riflettere sulle azione degli uomini.
    Nessuno è mai troppo buono e, nessuno è mai troppo cattivo.

    ha scritto il 

  • 5

    Il dolore, il vero dolore, fa perdere la ragione in questo modo?

    Calvino è sicuramente un genio. Questo libro mi ha catturata dalla prima all'ultima riga e l'ho trovato molto originale e profondo; mi ha spiegato finalmente che non è necessario essere "del tutto buo ...continua

    Calvino è sicuramente un genio. Questo libro mi ha catturata dalla prima all'ultima riga e l'ho trovato molto originale e profondo; mi ha spiegato finalmente che non è necessario essere "del tutto buoni", ma che, come dice Aristotele, c'è bisogno di un "giusto mezzo" tra crudeltà e virtù.

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissimo!

    Com'é bravo Calvino a nascondere dietro piccole e divertenti fiabe delle riflessioni complesse sulla vita degli uomini! Qui é rappresentata la menomazione, l'incompletezza, che tutti noi, ognuno a suo ...continua

    Com'é bravo Calvino a nascondere dietro piccole e divertenti fiabe delle riflessioni complesse sulla vita degli uomini! Qui é rappresentata la menomazione, l'incompletezza, che tutti noi, ognuno a suo modo, avvertiamo e che quasi tutti tentiamo di sanare, proprio come nella fiaba, attraverso l'amore.
    Ma la mutilazione é preziosa, oltre che inevitabile: non si resta a lungo interi nella vita se si vuole trovare un senso passando attraverso l'esperienza, e qui mi viene in mente un verso di Francesco Guccini "perché a 20 anni é tutto ancora intero..." poi le battaglie della vita spesso ci fanno tornare a casa mutilati peró é curioso vedere che solo da mutilati potremo leggere e capire cose che da interi ci erano precluse. Mi é piaciuto molto anche come viene sviluppato il rapporto spesso ambiguo esistente tra Bene e Male. Libro da leggere!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per