Il volo del pellicano

Di

Editore: Bevivino

4.3
(11)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 512 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8888764879 | Isbn-13: 9788888764870 | Data di pubblicazione: 

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Il volo del pellicano?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un thriller alchemico-esoterico, in cui un grafico quarantenne, con la passione per la cucina, si trova per caso coinvolto in un'insolita ricerca, un'avventura intellettuale tra antichi simboli e opere d'arte, che lo porterà a scoprire i segreti dei Rosa Croce, degli iniziati alla fratellanza, dei personaggi storici che nei secoli hanno costruito il destino della Stirpe di David. Si ritrova coinvolto in un assassinio del quale all'inizio viene sospettato e anche per questa ragione decide di cercare la verità. Il commissario Bertossi indaga sull'omicidio e Giulio, ormai detective per caso, si ritrova ad affiancare il lavoro del poliziotto. Il finale è a sorpresa: riuscirà a sciogliere l'enigma e a recuperare un filo dei Rosa Croce. Ma come?
Ordina per
  • 5

    quando lo finisci... devi ricominciare :-)

    Un bellissimo giallo alchemico-esoterico (come cita la quarta di copertina)? O un libro di alto significato alchemico-esoterico con un pizzico di thriller?
    Difficile dirlo. Quello che invece è possibil ...continua

    Un bellissimo giallo alchemico-esoterico (come cita la quarta di copertina)? O un libro di alto significato alchemico-esoterico con un pizzico di thriller?
    Difficile dirlo. Quello che invece è possibile, senza tema di smentite, dire è che questo libro ti trascina nel mondo della simbologia che l'autore conosce così bene e ti avviluppa rendendotene quasi "schiavo". Schiavo senza catene ovviamente ;-)
    Arrivi ai versi che intola "La chiave" e dopo un attimo di smarrimento capisci che devi ricominciare da capo. Quasi un gioco enigmistico capace di tenerti lì ore a leggere e rileggere in attesa di una illuminazione.
    Finisci di leggerlo e devi ricominciare. E intanto leggi te stesso e la mente si apre inesorabilmente portandoti in luoghi mistici e sconosciuti.
    Ecco dunque che posso dire di aver finito la prima lettura e mi appresto, con calma, molta calma, a ricominciare da zero. :-)

    ha scritto il