Imperium

Voto medio di 634
| 94 contributi totali di cui 86 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Imperium" è la narrazione del viaggio di un "esploratore" molto speciale attraverso terre, realtà, storie per lo più ancora sconosciute. Nel momento incui il grande impero sovietico si dissolve in mille rivoli e staterelli, lacronaca personale di ... Continua
Ha scritto il 29/08/17
E’ un volo, nello spazio e nel tempo, su quello che l’Autore chiama l’Impero: l’ultimo grande impero che ancora sopravviveva quando questo libro fu scritto (1992), quello russo.I fatti narrati hanno una scansione temporale divisa nettamente ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/06/17
Storia moderna dell'URSS
Bel passaggio su varie epoche della storia sovietica recente. Solito stile efficace e facile da leggere.
Ha scritto il 28/05/17
miseria e umanità
Ha scritto il 20/05/17
«“Sicuri che le recinzioni siano a posto?” Per anni e anni, invece di costruirsi case e ospedali, invece di riparare le fognature e gli impianti elettrici perennemente scassati, la gente (per fortuna non tutta) non ha fatto altro che occuparsi della recin
“Imperium” non è altro che una raccolta di articoli, saggi e impressioni raccolte dal grande reporter polacco sull’ex URSS a partire dai suoi primi contatti con l’Impero, quand’era ancora un bambino durante la seconda guerra mondiale, ..." Continua...
  • 23 mi piace
  • 10 commenti
Ha scritto il 04/05/17
Favoloso affresco dell'impero sovietico prima e dopo il disfacimento del comunismo. Un viaggio lungo una vita nei meandri più inaccessibili delle repubbliche federate e nella testa di popoli che vanno dal Mar Baltico al Pacifico.Mai banale, mai ..." Continua...

Ha scritto il Jun 23, 2014, 23:14
Stalin ordinò la costruzione di una strada tra Jakutsk e Magadan. Duemila chilometri attraverso la taygà e i deserti ghiacciati. I lavori partirono in contemporanea dai due capi opposti. Arrivò l'estate con il disgelo, i ghiacci si sciolsero, la ... Continua...
Pag. 164
Ha scritto il Jun 23, 2014, 23:09
Il grande gelo, spiega, si riconosce dal fatto che in aria sta sospesa una nebbia chiara e brillante. Passandoci in mezzo, la persona ci stampa un corridoio delle sue dimensioni. Dopo che sei passato, il corridoio resta lì, fermo nella nebbia. Un ... Continua...
Pag. 157
  • 1 commento
Ha scritto il Jun 23, 2014, 23:04
Da queste parti la gente prende le disgrazie, persino quelle dovute all'insensibilità e all'idiozia vigenti, come eccessi di una natura onnipotente e capricciosa, al pari delle inondazioni, dei terremoti, degli inverni eccezionalmente rigidi. Anche ... Continua...
Pag. 143
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 21, 2014, 15:07
Tre piaghe, tre flagelli minacciano il mondo.La prima è la piaga del nazionalismo.La seconda, la piaga del razzismo.La terza, la piaga del fondamentalismo religioso.Le tre piaghe sono unite dalla stessa caratteristica, dallo stesso comun ... Continua...
Pag. 241
Ha scritto il Feb 21, 2014, 14:59
Quante vittime, quanto sangue, quanto dolore legati alla questione delle frontiere! Non si contano i cimiteri dei caduti in difesa delle frontiere. Non meno sterminati sono i cimiteri degli audaci che tentarono di allargare le loro. Praticamente ... Continua...
Pag. 31

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi