Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Inés dell'anima mia

Di

Editore: Mondadori

3.9
(2635)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Tedesco , Portoghese , Olandese , Francese , Svedese

Isbn-10: A000106743 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Inés dell'anima mia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Anche gli episodi piu' inverosimili della vicenda pare siano accaduti realmente. Storia incredibile di una piccola donna spagnola che avrebbe dovuto passare la vita chiusa in casa a ricamare, cucinare e curare i vecchi genitori ed ha finito per vivere avventure straordinarie e fondare Santiago d ...continua

    Anche gli episodi piu' inverosimili della vicenda pare siano accaduti realmente. Storia incredibile di una piccola donna spagnola che avrebbe dovuto passare la vita chiusa in casa a ricamare, cucinare e curare i vecchi genitori ed ha finito per vivere avventure straordinarie e fondare Santiago del Cile.

    ha scritto il 

  • 5

    L'avventura di Inés de Suàrez alla "conquista" del Cile..

    L'epopea romanzata della vita di Inés de Suàrez, una donna...
    un carattere forte, una coraggiosa, una impavida, una innamorata, una intraprendente, una appassionata, una passionevole, una determinata..
    una donna del 1.500 ..
    alla scoperta delle Americhe, alla conquista del Cile. ...continua

    L'epopea romanzata della vita di Inés de Suàrez, una donna...
    un carattere forte, una coraggiosa, una impavida, una innamorata, una intraprendente, una appassionata, una passionevole, una determinata..
    una donna del 1.500 ..
    alla scoperta delle Americhe, alla conquista del Cile..
    in questo racconto che Inés fa alla "figlia adottiva"..
    c'e' tutto, il bene e il male di quella incredibile avventura..
    La Allende, impeccabile, racconta in modo scorrevolissimo ma con forti basi storiche e ci lascia ogni pagina impressa nella memoria..
    5 Stars...

    ha scritto il 

  • 5

    E' un libro che scorre veloce ed appassiona. Molto bello con ambientazione storica ben condotta ed una nota avventurosa e tragica, come avventurosa e "bestiale" e' stata la colonizzazione del Sud America, che non fa stancare. Si legge in un soffio!! Lo consiglio

    ha scritto il 

  • 4

    La conquista del Cile…

    Non mi sembra vero, finalmente dopo giorni che ho finito di leggere questo libro riesco a trovare un pochino di tempo per scriverne la mia personale recensione.<br />Perché ho iniziato a leggere questo libro? Quasi per caso; nel senso che questa scrittrice non mi ha mai ispirato, infatti, n ...continua

    Non mi sembra vero, finalmente dopo giorni che ho finito di leggere questo libro riesco a trovare un pochino di tempo per scriverne la mia personale recensione.<br />Perché ho iniziato a leggere questo libro? Quasi per caso; nel senso che questa scrittrice non mi ha mai ispirato, infatti, non avevo mai letto niente di suo, anche se ne avevo sentito nominare fino il mese scorso quando il club del libro al quale sono abbonata, me lo hanno mandato per sbaglio. Dopo aver aperto il pacco ho deciso di tenerlo e provare a leggere un suo romanzo.<br />Non mi sono pentita perché devo ammettere che mi ha intrigato e incuriosito come scrittrice e questo libro mi è piaciuto abbastanza.<br />Un libro storico diviso praticamente in due parti dove è la stessa Inés vista in due periodi di tempo diversi. E’ lei invecchiata e ormai giunta alla fine della sua vita che scrive in prima persona questa specie di diario, rivolto alla figlia Isabella, raccontandole appunto della sua vita, della sua grande avventura alla conquista del Cile e soprattutto dei suoi legami sentimentali e al suo grande amore.<br />Se devo essere sincera non mi ha intrigato moltissimo la trama ma con il susseguirsi delle pagine la storia mi ha coinvolto ed emozionato anche se a volte non riuscivo ad entrare completamente nella storia stessa, anzi, in alcuni momenti mi sono sentita molto estranea come se non riuscissi ad entrare nei personaggi e nella storia e quindi a vivere la storia. Ho perso spesso la concentrazione e la curiosità soprattutto nella fase finale del libro.<br />Una lettura semplice, scorrevole e abbastanza piacevole. Un susseguirsi di scene più o meno piacevoli, avventurose e anche romantiche con un finale però prevedibile e un tantino noioso, in ogni caso ha confermato il giudizio che già mi ero fatta.<br />Ne consiglio la lettura perché fa scoprire un personaggio molto interessante, un’eroina e una gran donna da scoprire…<br />Ho letto tantissime opinioni che riguardano questo libro su internet e la maggioranza lo definisce un ottimo libro, scorrevole, avvincente, piacevole, interessante e ne consigliano tutti la lettura. Ci sono stati anche commenti negativi, definendo il libro un po’ noioso in alcuni punti.<br />Sono piuttosto d’accordo con tutti questi aggettivi che definiscono il romanzo e sento di potermi schierare dalla parte di chi lo ha definito un romanzo buono ma non particolarmente emozionante.

    ha scritto il 

  • 3

    Un periodo storico intenso, una guerra senza quartiere tra la cosiddetta civiltà europea e la presunta barbarie americana. Una donna forte, attratta da uomini altrettanto forti.
    Purtroppo questi elementi non bastano a fare di "Ines dell'anima mia" un buon romanzo. Lo stile è pesante, le fre ...continua

    Un periodo storico intenso, una guerra senza quartiere tra la cosiddetta civiltà europea e la presunta barbarie americana. Una donna forte, attratta da uomini altrettanto forti.
    Purtroppo questi elementi non bastano a fare di "Ines dell'anima mia" un buon romanzo. Lo stile è pesante, le frequenti anticipazioni rovinano non poco il gusto della lettura. Anche la violenza di certe scene - per quanto "importante", viste le riflessioni che questi episodi dovrebbero scatenare nel lettore medio - risulta essere fastidiosa. Per quanto sia incontestabile l'autorevolezza del personaggio di Ines, trovo difficile accostarmi - sentimentalmente parlando - a questa figura femminile e alle sue scelte amorose.
    Ripeto, godibile come romanzo storico, e perfetto per valutare l'importanza del ruolo della donna in tutti i tempi (ricordiamo che siamo ad appena mezzo secolo dalla fine del medioevo). Grazie a questo, la Allende merita tre stelline. Ma non so se la leggerò ancora.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro scritto da una donna su un'altra donna.
    Viaggio geografico e spirituale, descrizione di come fu scoperto il Cile nel turbinio di scoperte e spedizioni in partenza dalla Spagna del Cinquecento, con la guerre europee a fare da sfondo, e il miraggio americano a colmare sete di ambizio ...continua

    Un libro scritto da una donna su un'altra donna.
    Viaggio geografico e spirituale, descrizione di come fu scoperto il Cile nel turbinio di scoperte e spedizioni in partenza dalla Spagna del Cinquecento, con la guerre europee a fare da sfondo, e il miraggio americano a colmare sete di ambizione e potere, ma anche il gusto della conquista e della gloria terrena.
    Ma questo romanzo è molto altro: viene rivalutata la figura di Inès de Suarèz, scopritrice del Cile, figura "nascosta", colpevolmente, dalla storiografia maschilista. Con una scrittura mirabile, e con episodi affascinanti, attraverso l'espediente del racconto biografico a ritroso, la Allende fa parlare e raccontare Inès. Emerge una donna dalla straordinaria personalità, con il suo sguardo sugli uomini con le loro glorie e miserie, le loro passioni e debolezze, le iniziazioni sessuali. Inès Suarez, donna troppo moderna per quell'epoca, guardata prima con commiserazione, poi con ammirazione dai maschi, si impone con il suo delicato, ma anche appassionato punto di vista, senza ipocrisie, "regalandoci" una figura storica indimenticabile, per il suo fascino e il suo acume.
    Stupendi i riferimenti alle battaglie, alle asperità del Territorio con il terribile Atacama, agli usi e costumi del primo impenetrabile Cile, terra degli irriducibili indios Mapuche.

    ha scritto il 

Ordina per