In Patagonia

di | Editore: Adelphi
Voto medio di 2191
| 235 contributi totali di cui 233 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Sciarpina أنــا
Ha scritto il 01/02/18
“Salutato il poeta, mi avviai per la strada che porta verso Occidente, risalendo lungo il fiume Chubut e sulla Cordigliera. Un camion, con tre uomini nella cabina, si fermò. Andavano a fare un carico di fieno sulle montagne. Passai la notte sballottato sul retro e all’alba, coperto di polvere, vidi il sole accendere le cime ghiacciate e, lontano, gli alti pendii striati di bianco dalla neve e anneriti dalle foreste di faggi.”
Il richiamo della Patagonia in Bruce Chatwin nasce presto, quando cioè, ancora piccolo, resta attratto a casa della nonna da un pezzo di pelle con un ciuffo di peli appartenuto a un brontosauro della Patagonia e rinvenuto da un loro parente. Non sarà...Continua
Federica Breimaier
Ha scritto il 30/10/17
SPOILER ALERT
Cos’è un “libro di viaggi”? Cos’è una “traveling litterature””? Si tratta semplicemente di un romanzo che parla di un viaggio, come è accaduto dall’Odissea in poi? Troppo vago. Occorre un io narrante che racconti un suo viaggio? Sì, ma non basta. Ed...Continua
Ennio
Ha scritto il 28/05/17
Da leggere
Non l'ho trovato un libro eccezionale, interessante, a tratti coinvolgente, ma spesso troppo didascalico. Nonostante questo penso sia un libro da leggere, un libro cult che merita almeno una lettura, senza però pretendere troppo o avere troppe aspett...Continua
Fradalla
Ha scritto il 04/03/17
In Patagonia davvero

Ho letto questo diario mentre ero proprio in Patagonia io stessa e l'ho usato come guida. Non mi è dispiaciuto, belle alcune immagini e descrizioni. Alcuni aneddoti invece, come il pro zio, sono un po' inutili per l'economia della storia

Sergiobianchi52
Ha scritto il 07/01/17
Un classico di questo tipo di letteratura. Si dice che un viaggio è la realizzazione di un sogno. Chatwin inizia il viaggio spinto dalla ricerca di una pelle di un dinosauro, che desiderava fortemente quando era bambino. La nonna infatti teneva un fr...Continua

ApettaVale ebook
Ha scritto il Nov 22, 2011, 10:04
[...] Un territorio della tribù, per quanto scomodo, era sempre un paradiso che non poteva mai essere migliorato. Per contrasto, il mondo fuori dal loro territorio era un inferno e i suoi abitanti non erano meglio delle bestie.
Pag. 182
ApettaVale ebook
Ha scritto il Nov 22, 2011, 10:02
[...] wejna [...] «andare alla ventura, vagare qua e là come un bambino senza casa o sperduto», «essere attaccato ma nello stesso tempo libero, come un occhio nella sua orbita o un osso nella sua cavità» [...] «esistere o essere».
Pag. 181

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi