Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

In attesa dell'alba

Appunti per servire ad una nuova visione della musica e dell'arte

By Roberto Becheri

(14)

| Others | 9788845611162

Like In attesa dell'alba ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In Cielo l'essere, il suono, gli armonici e le loro leggi universali.
In Terra le proporzioni, le forme, gli archetipi, l'arte.
Una proposta originale, un viaggio sorprendente all'insegna di analogie note e meno note fra numero e musica tenterà di Continue

In Cielo l'essere, il suono, gli armonici e le loro leggi universali.
In Terra le proporzioni, le forme, gli archetipi, l'arte.
Una proposta originale, un viaggio sorprendente all'insegna di analogie note e meno note fra numero e musica tenterà di condurci verso un luminoso Orizzonte, ove un'alba di Bellezza attende l'umanità.

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 5 people find this helpful

    Eredi di Pitagora

    Devo la conoscenza di questo interessantissimo libro a Mitzicat, vicina in Anobii. Si tratta di un testo difficile da descrivere in poche righe ma che presenta svariati motivi di interesse, alcuni più ovvi altri meno ovvi; lo stimolo dell'interesse p ...(continue)

    Devo la conoscenza di questo interessantissimo libro a Mitzicat, vicina in Anobii. Si tratta di un testo difficile da descrivere in poche righe ma che presenta svariati motivi di interesse, alcuni più ovvi altri meno ovvi; lo stimolo dell'interesse permane anche quando può sorgere qualche perplessità, soprattutto in chi ha alle proprie spalle studi scientifici, come capita all'autore di queste righe. Tra i motivi più ovvi c'è la descrizione di ciò che è alle basi della musica, ovvero il suono, la sua classificazione e la sua misura. L'esposizione è davvero notevole anche se occorre notare il fatto che qualche volta l'autore usa dei termini che non sono stati definiti in precedenza, cosa che può creare qualche problema in lettori la cui conoscenza della musica sia definibile come una immensa voragine circondata da lacune, come può dirsi per il sottoscritto. Tra i motivi meno ovvi è il fatto che è difficile non rimanere colpiti da un approccio - o meglio: da un modus intelligendi - che non si potrebbe meglio qualificare che con l'aggettivo: pitagorico. Uso questo aggettivo nel senso migliore del termine, in quanto la firma intellettuale dell'autore del testo richiama così specificamente, così ben riconoscibilmente quella del pitagorismo da lasciare quasi interdetti ed è tale da rendere la lettura molto stimolante e piacevole anche quando la visione dell'autore si discosta significativamente dalla propria. Ci sono passaggi in cui l'associazione tra forma, testo, immagini e suoni diventa decisamente coinvolgente - come ad esempio nella immagini di Lissajous che corredano il testo - facendo risuonare gradevoli assonanze con altri testi in cui emerge, come materia, sostanza ultima di cui è composto il testo, una grande curiosità intellettuale e un tentativo consapevolmente articolato di cogliere un significato ultimo, unificante della umana esperienza. Anche se ho qualche dubbio sul fatto che la ricerca dell'autore possa condurre a una comprensione "vera" della realtà (e questa è solo una opinione), tuttavia c'è in questo testo qualcosa che potrei definire una poetica perfettamente coniugata a una ricerca personale evidente e profonda che trovo stimolante, oltre che seducente

    Is this helpful?

    Cadetblue said on Apr 17, 2010 | Add your feedback

  • 13 people find this helpful

    un Orizzonte di Bellezza

    Da giorni ho terminato questa lettura e da giorni mi riprometto una recensione, ma davvero non so da che parte cominciare, tante sono le particolarità di questo saggio sorprendente. A partire dalla struttura dei 7 Capitoli, di cui il 4 è… l’ultimo! ...(continue)

    Da giorni ho terminato questa lettura e da giorni mi riprometto una recensione, ma davvero non so da che parte cominciare, tante sono le particolarità di questo saggio sorprendente. A partire dalla struttura dei 7 Capitoli, di cui il 4 è… l’ultimo!

    Dedicati al “Cielo” sono i capitoli 1-2-3: l’Essere, individuato dall’Autore nei fondamenti della vibrazione e della relazione; il Suono, che di questi fondamenti è la manifestazione per noi più immediata da cogliere e da sperimentare, nonché strumento analogico di conoscenza; gli Armonici, con una spiegazione dettagliatissima di tutte le loro stupefacenti proprietà, che sono intrinsecamente le stesse proprietà del Numero, e del Suono, e delle Vibrazioni, e delle Relazioni, e di Tutto.

    Poi i capitoli dedicati alla “Terra”, che sono i 5-6-7: si “scende” sulla terra ad osservare le più pure e immutabili manifestazioni dell’Essere-Suono-Numero. Quindi si parla delle Proporzioni, sempre ancorando ogni riflessione agli armonici e alle analogie possibili con il cosmo. Poi si scende nelle Forme, che sono tutte intrinsecamente sonore (con bellissimi esempi musicale di quali accordi costituiscano i poligoni, i poliedri, etc.), anche se di alcune di esse, quelle simboliche, il suono è ”inconoscibile”. Poi gli Archetipi, casi particolari di Forme.

    Infine, l’ultimo Capitolo, l’”Orizzonte”, denominato 4 perché il punto di intersezione fra Cielo e Terra. Qui ogni paragrafo ripercorre i precedenti capitoli, rileggendone i contenuti ad un livello più elevato e presentando in certi paragrafi delle ipotesi veramente emozionanti, come un’ipotesi meravigliosa sulla forma dell’Universo e il concetto per me nuovo e folgorante di “proporzione morfogenetica”.

    Non sono così profana da non aver riconosciuto a quali e quanti contributi altrui l’Autore ha attinto: da Pitagora ad Hans Kayser tanto per dirne un paio. Ciò che mi ha entusiasmato è stato il modo in cui questi contributi sono stati ri-sistemati in generale e poi sintetizzati nell’ultimo capitolo.
    Una lettura sulla quale non riesco ancora a smettere di riflettere e che consiglio a tutti i curiosi, gli scettici, i ricercatori e viaggiatori della conoscenza.

    Metto il link all’indice, così potete farvi da soli un’idea più precisa:
    http://www.scribd.com/full/27730274?access_key=key-1mbf…

    Is this helpful?

    Mitzicat said on Mar 5, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (14)
    • 5 stars
  • Others 144 Pages
  • ISBN-10: 8845611167
  • ISBN-13: 9788845611162
  • Publisher: Campanotto
  • Publish date: 2010-01-01
Improve_data of this book