Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

In cielo come in terra

Storia filosofica del male

Di

Editore: Laterza

4.2
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 368 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842091618 | Isbn-13: 9788842091615 | Data di pubblicazione: 

Genere: Philosophy

Ti piace In cielo come in terra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Ci chiediamo se spiegare le cose si avvicini troppo a giustificarle e, se è così, dove dovremmo fermarci. Ci preoccupiamo su come mantenere un impegno di giustizia quando il mondo intero non lo fa. Ci chiediamo quale sia lo scopo di dare senso teorico al mondo quando non possiamo dare un senso alla miseria e al terrore. Possiamo farlo con ironia, asciuttezza o passione, ma in ogni caso troviamo il modo per considerare una parte trascurata del problema come il senso stesso della vita. Concentrarsi su tali questioni non consiste nel sostituire il pensiero critico con il buonismo. Al contrario: i testi qui discussi dovrebbero rivelare che poche cose danno adito a un pensiero di profondità e rigore tali da togliere il fiato e che, soprattutto, danno adito al dialogo, il vero inizio della filosofia": da queste considerazioni prende avvio la riflessione di Susan Neiman sul problema del male. Che senso ha un mondo dove gli innocenti soffrono? Quale fede in un potere divino o nell'umano progresso resiste a non catalogare il male? Il male è forte e radicato o banale e mediocre? Fino a quando l'impossibile può divenire possibile in termini di brutalità e violenza? In un serrato confronto con molte voci della filosofia degli ultimi tre secoli - da Voltaire e Rousseau a Kant, da Leibniz a Schopenhauer, passando per Nietzsche e Freud, fino a giungere ai contemporanei Adorno, Camus, Arendt e Rawls - Susan Neiman dimostra come il male non abbia una essenza costante.
Ordina per
  • 4

    Diventerà un classico?

    Questo libro è decisamente bello! Per altro credo sia affrontabile anche dai non addetti ai lavori, nel senso che il linguaggio è specifico ma senza essere inutilmente complicato e laddove lo è ci sono metafore e immagini che aiutano la comprensione. Le citazioni sono incisive e presenti solo là ...continua

    Questo libro è decisamente bello! Per altro credo sia affrontabile anche dai non addetti ai lavori, nel senso che il linguaggio è specifico ma senza essere inutilmente complicato e laddove lo è ci sono metafore e immagini che aiutano la comprensione. Le citazioni sono incisive e presenti solo là dove servono. I contenuti sono difficilmente criticabili. La Neiman presenta una lettura molto efficace dei grandi pensatori dell'età moderna e contemporanea. Si potrebbe dire che sono divisi a "squadre". Da una parte i difensori della ragione, quelli che dicono "la realtà non si riduce alle apparenze!" Dietro il male che vediamo ci stanno dei motivi e tutto sta nel vedere se e come è possibile comprenderli. Dall'altra parte abbiamo i difensori delle apparenze: "Il mondo è esattamente come appare". Non c'è da ricercare un senso nascosto perchè di senso proprio non ce n'è. Forse possiamo costruirlo noi il senso ma poi...è arrivato Auschwitz. E a quel punto rimangono solo i "senza tetto" come Adorno e la Arendt che recuperano i frammenti che possono. Una lettura veramente entusiasmante per ogni appassionato di filosofia! Forse, un giorno, questo libro diventerà un classico del pensiero, posto che io abbia un po' di fiuto per queste cose...

    ha scritto il