Una guerra coloniale in Africa raccontata dall'alfiere di una nuovagenerazione di scrittori portoghesi, capace di restituirci un pezzo nonglorioso della storia novecentesca.
Ha scritto il 07/11/16
Leggo per diletto
…non per dovere, per motivi di studio o impegno di lavoro.Non capisco quindi perché dovrei continuare a cozzare contro le pagine di questo libro, che pure sono state tanto apprezzate da diversi miei amici, ma che a me producono solo fatica e ...Continua
  • 5 mi piace
  • 4 commenti
Ha scritto il 14/02/16
Una bellissima e intensa scrittura sostiene questo libro che apre uno squarcio sulla dittatura di Salazar e sulla repressione nella colonia portoghese dell'Angola. Il lungo monologo del protagonista, rivolto ad una compagna reale o forse immaginaria ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 10/11/15
Libro complesso e surreale, un monologo incredibilmente scorrevole, e non certo per superficialità, anche se procede a volte lentamente e su più piani in una descrizione di guerra in Angola. L'A. però coglie gli aspetti più salienti dell'uomo, ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 25/08/15
Iniziato senza particolari aspettative si è rivelato un capolavoro. Vorrei averla io questa capacità di cogliere l'aspetto grottesco del mondo, insieme ridicolo e tragico, e riuscire ad esprimerlo in questa maniera insieme cruda e ridondande. ...Continua
  • 9 mi piace
Ha scritto il 31/05/15
Ventisette mesi di monologo in una notte fumosa di Lisbona, “Vede, mia cara”, un vomito alcolico di coscienza, di albe untuose, gelate, acri, colme di amarezza e di rancore. È una clessidra di terra rossa dai tempi serrati e indistinguibili, un ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jun 05, 2016, 15:21
Questo mio involucro goffo e brutto mi irrita, non sopporto le frasi che mi si aggrovigliano in gola, il fatto di non saper dove posare le mani in presenza di persone sconosciute che mi mettono in soggezione.
Ha scritto il May 31, 2016, 19:24
Le pare un po spoglio, l'appartamento? È vero, mancano quadri, libri, ninnoli, sedie, il disordine sapiente di riviste e fogli, di panni sparsi sul letto, di cenere per terra, insomma, tutto ciò che fa credere che continuiamo a esistere, ad ...Continua
Ha scritto il May 31, 2016, 19:21
No, davvero, la felicità, quella condizione che viene fuori dall'impossibile convergenza di parallele fra una digestione senza acidità e l'egoismo soddisfatto e privo di rimorsi, continua a sembrarmi, a me che appartengo alla dolorosa classe di ...Continua
Ha scritto il Feb 19, 2015, 16:03
No, davvero, la felicità, quella condizione che viene fuori dall'impossibile convergenza di parallele tra una digestione senza acidità e l'egoismo soddisfatto e privo di rimorsi, continua a sembrarmi, a me che appartengo alla dolorosa classe di ...Continua
Pag. 109
Ha scritto il Feb 19, 2015, 16:03
La viuzza, il vicolo, il muro alto della casa, il cortile dalla conceria dove guaiva costantemente un cagnetto disperato, il cielo piovigginoso e lattiginoso, i rami secchi della bouganvillea sul muro: sono arrivato, salirò le scale trascinandomi ...Continua
Pag. 77

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi