Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

In fuga

By Alice Munro

(299)

| Hardcover | 9788806171834

Like In fuga ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una serie di racconti brevi, collocati in quell'indefinito territorio che per alcuni altro non è che il "Paese di Alice Munro". La maggior parte delle storie si svolgono in piccole città della regione dell'Ontario; protagoniste sono per lo più donne: Continue

Una serie di racconti brevi, collocati in quell'indefinito territorio che per alcuni altro non è che il "Paese di Alice Munro". La maggior parte delle storie si svolgono in piccole città della regione dell'Ontario; protagoniste sono per lo più donne: di tutte le età, anelanti passioni e bramose di libertà. Ma l'autrice racconta anche le ansie dell'adolescenza, i difficili rapporti fra genitori e figli, i diversi aspetti dell'amore, della malattia e della morte. Racconti che in poche pagine condensano un'intera vita. Una scrittrice che costruisce, utilizzando una prosa diretta e fintamente semplice, strutture narrative di grande profondità e complessità.

166 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il segreto della vita, aveva spiegato Harry a Lauren, era stare al mondo pieni di curiosità. Tenere gli occhi aperti e cogliere le occasioni, l’umanità, di tutte le persone che si incontravano. Stare all’erta.

    In fuga (2013-10-13 00:00:00+02:00). Mu ...(continue)

    Il segreto della vita, aveva spiegato Harry a Lauren, era stare al mondo pieni di curiosità. Tenere gli occhi aperti e cogliere le occasioni, l’umanità, di tutte le persone che si incontravano. Stare all’erta.

    In fuga (2013-10-13 00:00:00+02:00). Munro Alice (Kindle Locations 2995-2996). Kindle Edition.

    Is this helpful?

    PattyB said on Jul 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pace fatta!

    Questo romanzo mi riconcilia con la Munro. L'imbarazzo provato con "Nemico, Amico, Amante", non portato nemmeno a termine, mi ha convinto a provare di nuovo, e questa volta devo dire che il romanzo mi è piaciuto molto. I racconti sono ben scritti, co ...(continue)

    Questo romanzo mi riconcilia con la Munro. L'imbarazzo provato con "Nemico, Amico, Amante", non portato nemmeno a termine, mi ha convinto a provare di nuovo, e questa volta devo dire che il romanzo mi è piaciuto molto. I racconti sono ben scritti, come sempre (questo non l'ho mai messo in discussione e lo ribadisco) ma stavolta un po' più accattivanti e tutti accomunati dalla fuga da qualcosa o da qualcuno.
    Adesso posso dire davvero che il premio Nobel 2013 sia stato davvero centrato.

    Is this helpful?

    Paloma said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimi racconti che alla fine ti lasciano una tristezza infinita, un senso di impossibilità di cambiare il proprio destino che spesso nella vita noi proviamo o abbiamo provato.
    Ogni racconto mi ha molto colpito o per la descrizione di un personag ...(continue)

    Bellissimi racconti che alla fine ti lasciano una tristezza infinita, un senso di impossibilità di cambiare il proprio destino che spesso nella vita noi proviamo o abbiamo provato.
    Ogni racconto mi ha molto colpito o per la descrizione di un personaggio (nel primo il marito mi ha ricordato un familiare e confesso di aver quasi fatto fatica a leggerlo) o per un accadimento (il racconto “Scherzi del destino” è davvero un pugno allo stomaco e mi ha lasciato un senso di angoscia perché un attimo o un’incomprensione banale può cambiare un’esistenza.)
    Solo una grande autrice riesce a fare dei racconti un gioiello condensando in poche pagine tutta una vita e tutte le sfacettature dei personaggi.
    Da leggere.

    Is this helpful?

    Ciucchino said on Jun 26, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Quando leggiamo la Munro, tutto ci sembra incantenvole: ma lo sfondo, vasto e intermittente, che si avverte in ogni riga, è pieno di minacce - morti sinistre, destini incomprensibili, dolori che nessuno potrebbe sopportare, disastri, irruzioni di qu ...(continue)

    "Quando leggiamo la Munro, tutto ci sembra incantenvole: ma lo sfondo, vasto e intermittente, che si avverte in ogni riga, è pieno di minacce - morti sinistre, destini incomprensibili, dolori che nessuno potrebbe sopportare, disastri, irruzioni di qualcosa che assomiglia all'amore, le tremende ferite che ci infliggono i morti; o al contrario, beffe crudeli che realizzano i piani di colei che, forse, porta il nome di Provvidenza.
    Non sappiamo cosa la Munro pensi della vita: suppongo che accetti religiosamente tutto ciò che accade, e che nutra una "ferrea devozione" verso quello che vede; eppure cerchi, con calma, lentamente e segretamente, di mettere ordine nell'esistenza.
    Sebbene da nessuna parte si intraveda una luce, l'arte è ancora, per lei, un timido tentativo di mettere ordine nelle cose scritte, e, dunque, anche in quelle che sono accadute, accadono e accadranno nel mondo". (dalla 4^ di copertina: Pietro Citati)

    Is this helpful?

    Sondello said on Jun 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che belle queste storie così intense e originali, che parlano di sentimenti profondi senza appesantirsi con retorica e dramma! Le protagoniste sono figure che si stagliano nette sullo sfondo del loro tempo, mal disposte a ridursi al ruolo di comparse ...(continue)

    Che belle queste storie così intense e originali, che parlano di sentimenti profondi senza appesantirsi con retorica e dramma! Le protagoniste sono figure che si stagliano nette sullo sfondo del loro tempo, mal disposte a ridursi al ruolo di comparse, desiderose di farsi una propria idea, a volte non del tutto in grado di portare avanti le proprie battaglie, ma mai ignare del prezzo da pagare per il mito del "quieto vivere".

    Is this helpful?

    Raffa said on Jun 11, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    La mia prima esperienza Munro e ho dovuto posare il libro più volte. Per far decantare i racconti letti. Per digerirli. Per aspettare che il già letto cominciasse a fare meno male prima di leggere il non ancora letto. Perché questi racconti fanno mal ...(continue)

    La mia prima esperienza Munro e ho dovuto posare il libro più volte. Per far decantare i racconti letti. Per digerirli. Per aspettare che il già letto cominciasse a fare meno male prima di leggere il non ancora letto. Perché questi racconti fanno male. Creano uno stato di ansia, a volte di paura. La nostra paura più nascosta e profonda, i nostri incubi, le nostre angosce, il vissuto che non abbiamo raccontato perché anche noi vorremmo dimenticare... È tutto lì. E riconoscersi nelle parole di un'estranea lontana fa paura.
    Grandiosa.

    Is this helpful?

    claudia said on Jun 8, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book