In villa

Di

Editore: Adelphi (Piccola biblioteca, 431)

3.8
(686)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Catalano , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8845914569 | Isbn-13: 9788845914560 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Franco Salvatorelli

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , eBook

Genere: Criminalità , Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace In villa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un décor quasi convenzionale (la Firenze frequentata dalla colonia inglese, vista però da una distanza molto più ravvicinata del solito), una donna bellissima e a suo modo perduta, due uomini molto diversi che se la contendono, e al centro di tutto uno scabroso fatto di sangue. Ma per combinarli a dovere ci voleva la mano di Somerset Maugham.
Ordina per
  • 5

    Stile fluido e "pulito". La lettura scorre senza difficoltà all'interno di una trama piuttosto lineare ed esaustiva. Ho certamente apprezzato molto questo mio primo approccio con Maugham.

    ha scritto il 

  • 5

    Ehi Bonnie...!

    Light thriller dal sapore agrodolce. Lo stile è perfetto nel rappresentare personaggi peculiari , ma che allo stesso tempo riflettono la quotidianità intima della vecchia aristocrazia europea. Scrit ...continua

    Light thriller dal sapore agrodolce. Lo stile è perfetto nel rappresentare personaggi peculiari , ma che allo stesso tempo riflettono la quotidianità intima della vecchia aristocrazia europea. Scrittura pulita, elegante. Intreccio ..seducente!

    ha scritto il 

  • 4

    Una storia magistralmente costruita nel magico paesaggio del panorama fiorentino. Una storia che, nella sua trama perfetta, l, ega i quattro personaggi della vicenda. Da una parte la ricca, giovane e ...continua

    Una storia magistralmente costruita nel magico paesaggio del panorama fiorentino. Una storia che, nella sua trama perfetta, l, ega i quattro personaggi della vicenda. Da una parte la ricca, giovane e vedova Mary Panton che dalla vita può avere "tutto ciò che ha diritto di sperare e dall'altra tre uomini. I primi due, ricchi borghesi inglesi, e il terzo, studente, austriaco e fuggito dalla sua patria. Dei due inglesi il primo,Rowley Flint, è uomo determinato ma soprattutto "viziato senza rimedio" e il secondo, Edgar Swift, è uomo di grande personalità ed autorevolezza ma è incapace "di penetrare nel labirinto della sensibilità femminile". Infine, il terzo uomo, Karl Richter, che si trovava a 23 anni nella romantica situazione di vivere con una donna un momento in cui poteva pensare che "lei non era una dea da invocare, ma una donna da possedere". Questi sono i personaggi che solo Maugham avrebbe potuto legare in una vicenda dove il cinismo e l'individualismo egoistico prevalgono sul comportamento e la dignità umana.

    ha scritto il 

  • 2

    Commento su richiesta, scritto di malavoglia

    Vedova consolabile, sullo sfondo di una cartolina di Firenze, rischia il matrimonio con un baccalà.
    L'arrivo provvidenziale (sempre in Italia siamo) di un sacrificabile povero evita la sciagura, mette ...continua

    Vedova consolabile, sullo sfondo di una cartolina di Firenze, rischia il matrimonio con un baccalà.
    L'arrivo provvidenziale (sempre in Italia siamo) di un sacrificabile povero evita la sciagura, mettendo in risalto le qualità profonde dell'altro candidato alla mano della vedova .

    Riposante.

    ha scritto il 

  • 3

    Dialoghi scorrevoli.

    Dialoghi scorrevoli. Io ho una vecchia edizione dal titolo "una inglese a Firenze". Banale la scelta di lei 'bellissima' e il fatto che siano quasi tutti inglesi alto-borghesi a Firenze, poteva essere ...continua

    Dialoghi scorrevoli. Io ho una vecchia edizione dal titolo "una inglese a Firenze". Banale la scelta di lei 'bellissima' e il fatto che siano quasi tutti inglesi alto-borghesi a Firenze, poteva essere ambientata anche altrove. Pensavo di leggere un romanzo rosa soprattutto quando lei si concede ad uno studente conosciuto da poco e dal fascino intellettuale. Lo sconosciuto regge tutta la storia e anche il pizzico di giallo.

    ha scritto il 

  • 4

    Una gradevole lettura

    Ambientato negli anni 40’ è un romanzo breve che si sviluppa nell’arco di pochi giorni. Protagonista è Mary, una donna bellissima, consapevole di esserlo, che trascorre i giorni in una Villa toscana, ...continua

    Ambientato negli anni 40’ è un romanzo breve che si sviluppa nell’arco di pochi giorni. Protagonista è Mary, una donna bellissima, consapevole di esserlo, che trascorre i giorni in una Villa toscana, fra passeggiate in giardino ed inviti a cena. Due gli uomini che le girano intorno: Edgar, diplomatico e vecchio amico di famiglia, e Rowley , un giovane simpaticamente sfrontato. Nel giro di poche ore si inserisce nella vicenda un nuovo personaggio che cambierà tutti i rapporti…
    Belli i dialoghi che catturano per l’eleganza e la sottile ironia e perfette le descrizioni.

    Penso di aver visto anche la trasposizione cinematografica e così ora sono ancor più curiosa di recuperarla.

    ha scritto il 

  • 3

    Dopo aver visto decine di film tratti dalle sue opere, finalmente leggo qualcosa di Maugham.
    Leggero, tragico e dramamtico insieme.
    Breve romanzo scritto con leggiadria dalla trama improbabile, ma, e ...continua

    Dopo aver visto decine di film tratti dalle sue opere, finalmente leggo qualcosa di Maugham.
    Leggero, tragico e dramamtico insieme.
    Breve romanzo scritto con leggiadria dalla trama improbabile, ma, e qui sta la bravura, perfettamente credibile nel contesto.
    Non entusiasma, non è indimenticabile, ma è bello.

    ha scritto il 

  • 3

    In equilibrio fra leggiadria e dramma

    Le sere estive sono lievemente profumate dai fiori bianchi notturni, il panorama di Firenze dalla Villa è un'opera d'arte e, dentro le sale dell'immensa proprietà, gli affreschi di Ghirlandaio il Giov ...continua

    Le sere estive sono lievemente profumate dai fiori bianchi notturni, il panorama di Firenze dalla Villa è un'opera d'arte e, dentro le sale dell'immensa proprietà, gli affreschi di Ghirlandaio il Giovane sono talmente celebri da essere citati nelle guide turistiche ma quasi insopportabili nella quotidianità.
    Lei è bellissima e sa di esserlo. E gli uomini che le gravitano intorno possiedono qualità diverse comunque apprezzabili.
    Cosa potrebbe succedere di perturbante in uno scenario così ameno?
    Qualcosa succede...
    E la scelta del tempo narrativo (breve, rapido) e dello stile (semplice, lineare) contribuiscono a sottolineare l'ineluttabilità di ogni singola decisione, di ciascuna svolta nell'agire.
    Un bell'equilibrio. Niente di eccezionale: non sarà certamente questo il capolavoro di Somerset Maugham né tantomeno questa l'opera rappresentativa di un'epoca. Talvolta, la caduta in uno scontato stereotipo disturba un po' la leggiadria della scrittura...
    Nell'arco di due, tre giorni - di una manciata di ore di letture, insomma - resta un romanzo non indimenticabile ma piacevole.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per