Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Incesto

Di

Editore: Bompiani

3.8
(102)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 386 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8845220346 | Isbn-13: 9788845220340 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Fiction & Literature

Ti piace Incesto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Credo sia un problema di eccessiva empatia:mi sembra disperata e sull'orlo di una crisi di nervi, dopo cinquanta pagine mi sono sentita così anche io, mi mancava l'ossigeno.
    Come si fa ad amare Henry Miller, poi, vorrei davvero saperlo.

    ha scritto il 

  • 5

    Certi libri

    Certi libri ti entrano dentro anche se cerchi di resistere.
    Non è possibile altrimenti, succede e basta.
    Questo è uno di quelli. Un minuto sei disgustata, un attimo dopo completamente rapita e dopo quel “basta, questo è troppo” viene sempre “ancora, avanti”.
    In que ...continua

    Certi libri ti entrano dentro anche se cerchi di resistere.
    Non è possibile altrimenti, succede e basta.
    Questo è uno di quelli. Un minuto sei disgustata, un attimo dopo completamente rapita e dopo quel “basta, questo è troppo” viene sempre “ancora, avanti”.
    In questa alternanza di stati d’animo, perdi completamente la bussola. Se entri dentro a questi libri qui, finisci per smarrire te stesso. Perché sai bene che ci sono dei limiti oltre i quali non si può andare - tu non puoi andare - ma altrettanto bene ti accorgi che quei limiti li stai già superando, col procedere della lettura, e ti stupisci di essere ancora lì, con il libro in mano.
    Cos’è, allora, quest’incantesimo?
    Io penso che ciascuno di noi si possa specchiare dentro un libro a modo suo; che ogni libro parli a ognuno di noi con un linguaggio intimo, privato, modulato dalla sensibilità personale.
    Non conta neanche tanto che le esperienze narrate siano condivise, conta il modo di esporle, di renderle accessibili anche se lontanissime, di usare un linguaggio che possa favorire immedesimazione e identificazione.
    La Nin lavora proprio così: affresca esperienze.
    Erotiche, psicologiche, assurde o tragiche come lo sono qui, ma sempre vivide, come se, anziché scriverle, le proiettasse su uno schermo. Ecco il suo dono: una scrittura realistica e immediata, che colpisce il segno. Una scrittura “multicanale”: visiva, uditiva, cinestetica.
    Dalle sue agili parole, prendono forma le immagini, i suoni, gli odori che racconta e che ti proiettano in quelle stanze di Louveciennes… che un giorno vorrei visitare.

    Incesto prosegue la vicenda di Henry & June.
    Il titolo, per intenderci, va inteso proprio nel suo significato letterale.

    Non c’è niente, in questo libro, che parli di me o della mia storia.
    Ma, nonostante ciò, esso mi è più caro di un diario. Lo tengo sul comodino; ogni tanto ne rileggo dei passi, come fossero pillole di antidoto alla malinconia, alla stanchezza, al cattivo umore.
    E la Nin, che scrive per me - io lo so - sa cosa dirmi. Sempre.

    ha scritto il 

  • 0

    traduzione francesco saba sardi, bompiani i grandi tascabili 445, biografie e memorie

    il testo è ricavato dai volumi dei diari numerati dal trentasette al quarantasei; titolo originale _the unexpurgated diary of anaïs nin 1932-1934_

    ha scritto il 

  • 4

    Chiunque voglia scrivere di passione e sesso, uomo e donna che sia, non può prescindere da lei. E chi pensa che pensare e scrivere 'sporco' sia sempre obiettabile, be', si vede che non l'ha mai letta.

    ha scritto il 

  • 0

    "Amoral, greedy for experience, passionately self absorbed, she was guilty of many betrayals." were the words at the back cover of Anais Nin's diary spanning the yers 1932-1934. But why do they sound like a description of a ghost I knew?

    ha scritto il 

  • 4

    Viviamo nell'epoca del conformismo della trasgressione: la ricerca ad ogni costo della trasgressione è diventata l'imperativo categorico più o meno implicito di molte scelte di vita, una trasgressione naturalmente moderata, addomesticata, cloroformizzata, perché spesso resta in superficie, non sc ...continua

    Viviamo nell'epoca del conformismo della trasgressione: la ricerca ad ogni costo della trasgressione è diventata l'imperativo categorico più o meno implicito di molte scelte di vita, una trasgressione naturalmente moderata, addomesticata, cloroformizzata, perché spesso resta in superficie, non sconvolge i piani profondi dell'anima, mettendoci di nuovo in gioco.
    Ecco, la Nin è una delle poche scrittrici donne in grado di fare della trasgressione un'esperienza autentica di crescita interiore, di dare voce alla carne ed al desiderio, di farsi attraversare e travolgere dall'eros per forgiare il nucleo vibrante della sua anima.

    ha scritto il 

  • 4

    Può essere definito come il continuo di " herny e june ", anche se questo libro è un diario di Anais Nin, un diario di cose vissute all'inizio degli anni '30. l'incontro e l'amore per Miller, ma anche l'amore che vive con suo padre che conoscerà solo in età adulta. e non saranno in grado di tener ...continua

    Può essere definito come il continuo di " herny e june ", anche se questo libro è un diario di Anais Nin, un diario di cose vissute all'inizio degli anni '30. l'incontro e l'amore per Miller, ma anche l'amore che vive con suo padre che conoscerà solo in età adulta. e non saranno in grado di tenere a bada l'amore carnale. Anais lo racconta con un velo di malinconia, con franchezza ma anche con candore. è un libro " porco " e puro. perchè l'amore per suo padre è sincero, è verecondo e ovviamente, è doloroso.

    ha scritto il 

Ordina per