Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Incidente artico

Di

Editore: Rizzoli

3.7
(41)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 440 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817037605 | Isbn-13: 9788817037600 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: M. Codignola

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Incidente artico?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando in un'isoletta dell'arcipelago artico canadese viene alla luce un bombardiere sovietico carico di una micidiale arma batteriologica, il presidente degli Stati Uniti invia una squadra di Covert-One e una missione di scienziati al comando di Jon Smith. E una lotta contro il tempo: bisogna recuperare l'antrace prima di un trafficante d'armi e dei suoi mercenari, decisi a mettere le mani su un'arma da rivendere a qualche Stato-canaglia. Ma i russi sanno che quell'aereo nasconde un segreto ancora più scottante, e sono disposti a uccidere pur di proteggerlo. Tra gli inospitali ghiacci del Polo, Jon Smith dovrà affrontare agguati, tradimenti e colpi di scena per salvare non solo la sua vita, ma la pace mondiale.
Ordina per
  • 2

    in promozione in Autogrill

    Dopo due pagine mi sono detto: adesso smetto, ché è una porcheria.
    Non è altro che un "segretissimo" camuffato da thriller. Ricordate la collana Mondadori? Avevano la copertina nera con il cerchio in centro, esattamente come i gialli, che però erano gialli e gli Urania che invece erano bian ...continua

    Dopo due pagine mi sono detto: adesso smetto, ché è una porcheria.
    Non è altro che un "segretissimo" camuffato da thriller. Ricordate la collana Mondadori? Avevano la copertina nera con il cerchio in centro, esattamente come i gialli, che però erano gialli e gli Urania che invece erano bianchi ed erano molto più intriganti, grazie anche alle illustrazioni di karel Thole.
    "Incidente artico" vale giusto i 6,60 euro del prezzo di promozione in Autogrill.
    L'autore, forse Ludlum, forse un ghost writer, si perde in quei dettagli che odio particolarmente in un libro: una minuziosa descrizione delle armi: calibro, gittata, mirino. Informazioni che stanno all'arte dello scrivere come la Santanchè ad un silenzio dignitoso. E' come quando, altri autori scrivono frasi come: "ordinò un Campari per sé e un cubalibre per lei". Ma chi se ne frega!!!
    Ma cambia qualcosa nella storia sapere cosa bevono o con che armi sparano?
    Aumenta la percezione dell'atmosfera?
    Ci svela qualcosa della personalità del protagonista?
    Peggio. Questa passione per le armi da fuoco è lontana parsec (leggete Urania per sapere a quanto corrisponde un parsec) dalla mia vita. Sono certo che Ludlum ed io, se lui fosse ancora vivo e se io votassi ancora, sceglieremmo partiti e candidati opposti.
    Una porcheria. E avrei dovuto smettere.
    Invece sono andato avanti, perché l'ambientazione della storia, in un arcipelago a nord del Canada, era interessante. Il freddo fa soffrire e il ghiaccio è uno scenario che mi attira da sempre.
    Poco per continuare, ma sono comunque arrivato alla fine, se non altro per poterlo recensire e dire che è una porcheria.
    Anche il commento è venuto una porcheria e faccio bene a finirlo qui.

    ha scritto il 

  • 4

    Scaldare bene il motore per il decollo

    Parte con calma, ma piano piano la tensione sale e progressivamente cresce anche il numero di pagine che si leggono di volta in volta.
    Un bel romanzo d'azione; anche se un vero e proprio thriller non è.

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo adatto per un film

    Premesso che posso dire una cavolata, ma non sarebbe ora di smetterla di intestare, seppure in coppia, i libri al compianto Ludlum, scritti successivamente alla sua scomparsa...


    Questo libro sembra ben scritto da uno sceneggiatore cinematografico, lo dico senza malizia, il romanzo regge b ...continua

    Premesso che posso dire una cavolata, ma non sarebbe ora di smetterla di intestare, seppure in coppia, i libri al compianto Ludlum, scritti successivamente alla sua scomparsa...

    Questo libro sembra ben scritto da uno sceneggiatore cinematografico, lo dico senza malizia, il romanzo regge bene il dipanarsi della trama senza calo di tensione.
    Consigliato per i fan dei romanzi d'azione.

    ha scritto il