Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Incompreso

Di

Editore: Lucchi

3.8
(685)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: A000077892 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Tascabile economico , Non rilegato

Genere: Children , Fiction & Literature , Social Science

Ti piace Incompreso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Più di qualunque saggio sociologico, Incompreso chiarifica in maniera esplicita i rapporti sociali padre-figli nell'alta società britannica del tardo periodo vittoriano. Troppe tragiche storie di tutori crudeli, padri snaturati e madri pazze hanno offuscato la ben più semplice realtà: i ba ...continua

    Più di qualunque saggio sociologico, Incompreso chiarifica in maniera esplicita i rapporti sociali padre-figli nell'alta società britannica del tardo periodo vittoriano. Troppe tragiche storie di tutori crudeli, padri snaturati e madri pazze hanno offuscato la ben più semplice realtà: i bambini venivano cresciuti non come tali, ma come adulti in tutto e per tutto, dall'abbigliamento alle buone maniere alla conversazione, con le uniche differenze che sono ancora bassi di statura e mancano dell'esperienza che si accumula con l'età, e questa cosa veniva loro resa nota così che potessero far tesoro degli errori. Così, il bimbetto di appena due anni maggiore del fratellino, si permette di dirgli che lui è ancora piccolo e non capisce le grandi cose della vita. L'idea, al tempo comune, che i bambini non avessero ancora un'esperienza completa del mondo, portava come diretta conseguenza che i bambini non avessero una tavolozza dei sentimenti non essendo ancora stati sollecitati a usarli: ciò è evidentemente falso, ed è anche quello che sembra suggerirci l'autrice Florence Montgomery raccontandoci di come il padre sia stupito di una cosa assolutamente ovvia come la tristezza del figlio per la morte della madre, come se un bambino non potesse provare tristezza. È chiaro che la Montgomery sta cercando di dirci che è importante capire i bambini: l'incomprensione del titolo non è tanto riferita a ingiustizie o privazioni che subisce il protagonista, il giovane Humphrey Duncombe che fondamentalmente vive una vita serena benché ferita dal lutto materno, ma dal fatto che il padre sir Duncombe molto semplicemente lo crede uno sciocco buono solo a correre nei campi, senza nemmeno provare a capirne i sentimenti: tanto è un bambino, non ha ancora esperienza dei sentimenti. Ovviamente non è così e il padre vi sarà messo di fronte nella più brusca delle maniere.
    A parte gli aspetti psicologici e sociologici piuttosto dettagliati e interessanti, il resto del libro non brilla per capacità narrativa e soprattutto è molto sbilanciato: nei primi quattro quinti di libro non succede sostanzialmente nulla, o meglio osserviamo e impariamo a conoscere i due fratellini Humphrey e Miles mentre giocano nei campi, studiano francese, pregano, mangiano, fanno cose, vedono gente; solo nelle ultime pagine la narrazione si sblocca e parte la trama, peraltro ben raccontata. Forse la lentezza iniziale serve per creare un volontario contrasto col veloce finale? Forse, ma questo non cancella le lunghe pagine in cui la Montgomery ci ammorba con i sermoni del pastore e con le sue lezioncine di catechismo, per non parlare di quando interrompe la narrazione per parlare direttamente col lettore. A posteriori ci si rende conto che la parte iniziale conteneva indizi e allusioni sul finale, ma erano così blandi e minimi da passare del tutto inosservati. Non il capolavoro letterario del periodo, ma certamente un punto di vista diverso dal solito: un libro sui bambini, non per bambini.

    ha scritto il 

  • 4

    Incompreso

    Breve, semplice, scorrevole, ma allo stesso tempo incisivo.
    Nel titolo viene riassunto perfettamente il significato dell'intero romanzo: una storia commovente, fatta di amore, dolore, solitudine.

    "In un primo tempo ho sentito molto la tua mancanza, papà, ma poi la mamma mi ha aiutato ...continua

    Breve, semplice, scorrevole, ma allo stesso tempo incisivo.
    Nel titolo viene riassunto perfettamente il significato dell'intero romanzo: una storia commovente, fatta di amore, dolore, solitudine.

    "In un primo tempo ho sentito molto la tua mancanza, papà, ma poi la mamma mi ha aiutato: da lì – e Hamphrey indicò il quadro appeso alla parete. – Penso che con la mamma potrei vivere... Ma forse con il tempo anche questo mi verrebbe a noia. La mia vita è fuori, papà, sotto il sole, a saltare come un coniglio, a ridere, a vivere.
    – Vivere – ripeté sir Edward, e parve accasciarsi sotto il peso di questa parola."

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Toccante ma...

    Una storia davvero commovente, triste. Un bambino che all'improvviso perde una importante figura di riferimento nella sua vita e che si ritrova solo: una infanzia strappata da un padre che lo ritiene già maturo e pronto per affrontare la vita, un padre che non si sforza di comprendere cosa realme ...continua

    Una storia davvero commovente, triste. Un bambino che all'improvviso perde una importante figura di riferimento nella sua vita e che si ritrova solo: una infanzia strappata da un padre che lo ritiene già maturo e pronto per affrontare la vita, un padre che non si sforza di comprendere cosa realmente prova il figlio. Da qui "incompreso".
    ...Nota davvero dolente: lo stile di scrittura, troppo pesante a mio parere, abbassa il voto di qualche stelletta.

    ha scritto il 

  • 5

    ..Incompreso..

    un libro bellissimo! Il linguaggio è un po' fuori dal comune perchè sembra strano che i bimbi abbiano un linguaggio del genere, però lascia un messaggio molto fondamentale e importante.. quella della solitudine.. e il finale è molto toccante, tant'è che mi è venuto un magone..... bellissimo, è un ...continua

    un libro bellissimo! Il linguaggio è un po' fuori dal comune perchè sembra strano che i bimbi abbiano un linguaggio del genere, però lascia un messaggio molto fondamentale e importante.. quella della solitudine.. e il finale è molto toccante, tant'è che mi è venuto un magone..... bellissimo, è un libro per ragazzi ma consiglio di leggerlo a chiunque perchè è davvero un bel libro!

    ha scritto il 

Ordina per