Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Inconfessabili desideri

Di

Editore: Harlequin Mondadori (I Grandi Storici Seduction, 4)

2.8
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Tascabile economico

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Romance

Ti piace Inconfessabili desideri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Salisburgo, 1804. Durante una serata musicale, Mathilda Haidel conosce Arie De Voss, un pianista di eccezionale talento che è anche il suo idolo. Entrambi capiscono subito che tra loro scorre una sottile ma inesorabile attrazione e, complici le lezioni di musica, i loro incontri si fanno sempre più piccanti. Così, mentre meravigliose melodie tessono intorno ai loro corpi un incantesimo, Mathilda e Arie si abbandonano alla magia di una passione travolgente. Il maestro, tuttavia, nasconde un segreto inconfessabile che gli impedisce di abbandonarsi totalmente all'amore. E un giorno, tra attrazione e bugie, arriva il momento della resa dei conti.
Ordina per
  • 3

    Ad alcuni autori fa male vedere troppe volte Amadeus di Froman.... E anche informarsi troppo sui compositori, trovare il più famoso gossip Wagneriano rielaborato, così in un libro, è quasi comico!!! W i Wesendonck

    ha scritto il 

  • 1

    E' più erotico Topolino

    Ora, uno potrebbe pensare, giustamente: "ti leggi un Harmony, con una copertina al limite del trash (lui e lei in abiti ottocenteschi, lui le abbassa una spallina pizzettata del vestito, lei sguardo malizioso del tipo «no, no… oh… siii»), non potrai mica aspettarti alta letteratura!”


    1. ...continua

    Ora, uno potrebbe pensare, giustamente: "ti leggi un Harmony, con una copertina al limite del trash (lui e lei in abiti ottocenteschi, lui le abbassa una spallina pizzettata del vestito, lei sguardo malizioso del tipo «no, no… oh… siii»), non potrai mica aspettarti alta letteratura!”

    1. Premetto che non ho nulla contro i romanzi di pura evasione

    2. Sottolineo che mi è stato regalato ad una manifestazione sportiva femminile (credo che questo fosse l’unico modo per indurre qualche decina di ignare lettrici ad intraprenderne la lettura)

    3. Confesso che sono stata incuriosita proprio dalla copertina trash, e ho pensato: “dai, provo a leggerlo, mentre sono bella spaparanzata in spiaggia, non sarà poi così terribile…”

    Ma no, no, e poi NOOO!!!

    Da ingenua, io pensavo che gli Harmony fossero la risposta femminile ai film porno, in cui donne finte ululano in modo finto di un piacere evidentemente finto che può compiacere solo un pubblico maschile (a noi donne, al limite, possono farci sorridere).

    Ok, lui è talmente premuroso da preoccuparsi solo ed esclusivamente del piacere di lei anziché del suo (e vogliamo dire che pure questo pare un po’ finto?!), ma è tutto talmente insulso e banale che persino un’avventura di Topolino, Gambadilegno e la Banda Bassotti è più emozionante, e pure più erotica.

    E poi, nelle note storiche finali, paragonarmi quello sfigato magrolino del protagonista a Beethoven, dico, Beethoven!!, cara Carrie Lofty, non me lo dovevi fare!!!

    4. Giuro che piuttosto che leggere un’altra di queste porcherie aggiungo Youporn ai “Preferiti”.

    ha scritto il