Incubi

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.5
(317)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 495 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Polacco

Isbn-10: 888274437X | Isbn-13: 9788882744373 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Incubi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Crudele, inquietante, cinico e spietato. Il ritmo del racconto si fa sempre più incalzante col procedere degli eventi e coinvolge il lettore in modo esponenziale fino alla fine.
    A volercela trovare, ...continua

    Crudele, inquietante, cinico e spietato. Il ritmo del racconto si fa sempre più incalzante col procedere degli eventi e coinvolge il lettore in modo esponenziale fino alla fine.
    A volercela trovare, unica pecca: da 2/3 del libro in avanti il rompicapo diventa intuibile ma resta un thriller mozzafiato ugualmente.

    ha scritto il 

  • 2

    Deludente

    Avevo tante aspettative per Koontz molti me ne avevano parlato bene , forse non era il libro giusto perchè l'ho trovato molto deludente ... romanzo psicologico con un pizzico di paranormale , scorrevo ...continua

    Avevo tante aspettative per Koontz molti me ne avevano parlato bene , forse non era il libro giusto perchè l'ho trovato molto deludente ... romanzo psicologico con un pizzico di paranormale , scorrevole ma a volte troppo lento direi che un 150 pagine di nulla se le poteva risparmiare... finale piu movimentato ma ormai gia scritto vedi la copertina spoileratrice vedi l'inizio del libro abbastanza scontato ... interessante la teoria dello sdoppiamento tra fisico e anima ma non è una novità ... riproverò con questo autore ma per il momento è stato una delusione

    ha scritto il 

  • 2

    Due stelle e mezzo per Koontz

    Ambientato in una Los Angeles piovosa e plumbea , Koontz ci trascina in questo thriller metropolitano con virate nel paranormale e nello psicologico.
    L'idea di base , che vagamente può ricordare i due ...continua

    Ambientato in una Los Angeles piovosa e plumbea , Koontz ci trascina in questo thriller metropolitano con virate nel paranormale e nello psicologico.
    L'idea di base , che vagamente può ricordare i due capitoli della saga cinematografica di "Insidious" , non è particolarmente geniale ma lo stile accattivante e veloce dell'autore riuscirà come sempre a tenerci incollati alle pagine per vedere come si svilupperà la vicenda. Fra misteri , intrighi , un passato che ritorna a far visita di continuo ai protagonisti, il libro vola via in un niente , senza annoiare o tediare il lettore.
    Purtroppo questa perfetta scorrevolezza non è sostenuta da una storia degna di nota; infatti la trama non è tutto questo granché (nonostante qualche interessante tematica) , e il dipanarsi del mistero non è poi cosi imprevedibile.
    Il romanzo zoppica anche per quanto riguarda i personaggi , stereotipati al massimo e divisi troppo marcatamente in buoni e cattivi , e per un finale dove manca il colpo da maestro.
    Nel complesso "Incubi" è una discreta storia d'intrattenimento , veloce e fluida , ma che non riesce a raggiungere picchi troppo elevati. Con Koontz continuerò la mia conoscenza , malgrado al momento sia riuscito con i suoi libri sempre ad intrigarmi ma mai a convincermi del tutto.

    ha scritto il 

  • 3

    La Porta di Dicembre...

    La porta di dicembre mi ha fatto impazzire per tutto il libro... la bambina mi lasciava sempre con un punto interrogativo.
    Cosa sarà mai questa porta di dicembre??
    Alla fine ci sono arrivata da sola.. ...continua

    La porta di dicembre mi ha fatto impazzire per tutto il libro... la bambina mi lasciava sempre con un punto interrogativo.
    Cosa sarà mai questa porta di dicembre??
    Alla fine ci sono arrivata da sola... era una porta astrale.
    Il libro scorre abbastanza bene, ma lo ammetto mi aspettavo qualcosa di più... non sono tre stelline ma tre stelline e mezzo.
    L'assassino si capisce con facilità... o almeno così è stato per me.
    La cosa emozionante è stata la mamma di Melany, Laura... quanto amore metteva nel volerva far tornare una bambina normale, dopo gli esperimenti subiti dal padre della bambina. Povera creatura... tifi per Melany questo è certo e non importa se dentro lei cova qualcosa di sospetto.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Foderate i libri

    Siamo nella Los Angeles degli anni 90 dove ai detective della squadra omicidi non manca di certo il lavoro. Per uno di questi, il tenente Dan Haldane, il caso da risolvere è molto insolito poiché rigu ...continua

    Siamo nella Los Angeles degli anni 90 dove ai detective della squadra omicidi non manca di certo il lavoro. Per uno di questi, il tenente Dan Haldane, il caso da risolvere è molto insolito poiché riguarda una serie di omicidi avvenuti in circostanze che non hanno nulla di reale. Corpi ritrovati devastati e maciullati da un forza che non ha nulla di umano, omicidi avvenuti in stanze dove nessuno ha forzato finestre e serrature, oibò.
    Guarda caso i primi corpi sono stati ritrovati insieme ad una bambina, Melanie, ancora viva che era stata rapita anni addietro dal padre, uno pseudo-scenziato simpatizzante dell'occulto, e sottoposta a strani esperimenti di "privazioni sensoriali" nella stanza di cui sopra. Ovviamente il padre era uno dei corpi ritrovati morti in circostanze paranormali.
    La bambina però non è di aiuto al tenente Haldane per risolvere il caso dal momento che è diventata autistica e non spiccica parola. A pochi giorni di distanza si susseguono altri inspiegabili omicidi tutti di persone comunque coinvolte negli esperimenti con la bambina.
    Ma chi sarà a commetere questi inspiegabili omicidi? Dico io.. chi sarà???? MAH! Povero tentente Haldane se avesse visto la copertina del libro l'avrebbe capito subito prima di iniziare la storia.

    ha scritto il