Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Indesiderata

Di

Editore: piemme

3.6
(153)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8856613557 | Isbn-13: 9788856613551 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Indesiderata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sul treno, stracolmo di passeggeri, che va da Göteborg a Stoccolma, in una piovosa giornata estiva, viaggiano una mamma e una bambina. Poco prima di giungere a destinazione, il treno si ferma per un problema tecnico e la mamma scende per informarsi sulle ragioni di quell'improvviso arresto, lasciando nella carrozza la sua piccola, addormentata. Un'imprudenza, perché il treno riparte e, all'arrivo, della bambina non c'è più traccia. A quanto pare, nessuno ha visto nulla e, dopo molte ricerche, non c'è che una conclusione: la bambina è stata rapita. Ma da chi? E perché? Le indagini, affidate all'ispettore Alex Recht, coadiuvato da Fredrika Bergman, una giovane analista investigativa che affianca il lavoro della polizia nei casi più complessi, si orientano, all'inizio, sul padre della bambina, un uomo violento e geloso, da cui la moglie si era separata in modo traumatico. Ma quando il cadavere della piccola viene ritrovato nel parcheggio di un ospedale, il caso si trasforma in un incubo. La bambina ha la testa rasata e, sulla fronte, una scritta: indesiderata. Alex e Fredrika capiscono di avere a che fare con un pericoloso psicopatico che potrebbe essere già in cerca della prossima vittima.

Ordina per
  • 4

    Un uomo crudele e disturbato rapisce e uccide una bambina, a cui scrive sulla fronte "Indesiderata". Tra varie località della Svezia si risvegliano i demoni personali della madre, e della madre successiva a cui capiterà la stessa cosa; una bizzarra battaglia antiabortista di un figlio mai voluto ...continua

    Un uomo crudele e disturbato rapisce e uccide una bambina, a cui scrive sulla fronte "Indesiderata". Tra varie località della Svezia si risvegliano i demoni personali della madre, e della madre successiva a cui capiterà la stessa cosa; una bizzarra battaglia antiabortista di un figlio mai voluto muove questo thriller molto appassionante, forse sarà il primo di una nuova serie nordica?

    ha scritto il 

  • 4

    le prime pagine mi davano l'impressione di essere un po banalotto e scontato ma poi si è ripreso subito.
    niente di eccezionale ma un thriller ben scritto,godibile e scorrevole con un finale particolare,che può piacere o meno,ma sicuramente rende più originale il romanzo.

    ha scritto il 

  • 4

    "I bambini non scompaiono: vengono smarriti."


    "Il dolore aveva molte facce e molte fasi. Qualcuno , Alex non ricordava chi, aveva detto che portare un grande dolore è come camminare sul ghiaccio sottile: un attimo ti sembra di potercela fare, e l'attimo dopo all'improvviso il ghiaccio si s ...continua

    "I bambini non scompaiono: vengono smarriti."

    "Il dolore aveva molte facce e molte fasi. Qualcuno , Alex non ricordava chi, aveva detto che portare un grande dolore è come camminare sul ghiaccio sottile: un attimo ti sembra di potercela fare, e l'attimo dopo all'improvviso il ghiaccio si spezza e sprofondi nelle tenebre più nere."

    ha scritto il 

  • 4

    Non è affatto male questo romanzo. l'autrice ha uno stile molto simile a quelli di Unni Lindell. E la trama, con violenze su donne e bambini, richiama molto Indridason.

    ha scritto il 

  • 4

    Fuoco sulla pelle

    Questa signora, sa decisamente il fatto suo!Bellissimo davvero questo giallo d'autore. Scritto con eleganza e fermezza, una trama avvincente e per nulla scontata, calamita l'attenzione del lettore fino alla fine per il garbo e la sagacia con cui l'indagine si affianca alle vicende personali dei p ...continua

    Questa signora, sa decisamente il fatto suo!Bellissimo davvero questo giallo d'autore. Scritto con eleganza e fermezza, una trama avvincente e per nulla scontata, calamita l'attenzione del lettore fino alla fine per il garbo e la sagacia con cui l'indagine si affianca alle vicende personali dei protagonisti. Protagonisti che convincono perché assolutamente "normali" nella loro quotidianità, nei loro problemi, nelle loro insicurezze. Nessuno bianco e nero, ma infinite sfumature di grigi, che escono dalla penna di un'autrice di serie A, non c'è dubbio. La protagonista Frederika è una donna comune, bella certo, ma come molte donne che incontriamo ogni giorno sul nostro cammino, di una bellezza viva, vera, reale. Una donna che non nasce con la vocazione dello sbirro, ma molto semplicemente impara ad amare un lavoro non sempre gradevole perché capisce di poter "rendere giustizia". Non un'eroina granitica tutta d'un pezzo dunque ma un essere umano carico di contraddizioni che possiede un dono raro: ragionare fuori dagli schemi. Con lei un giovane poliziotto arrogante e arrivista, pessimo come marito e uomo, ma onesto e integerrimo nel suo lavoro, e un capo, Alex Recht, vecchio e disincantato, eccezionale nel suo lavoro, ma non infallibile, che dovrà ricredersi su Federika e sulle sue doti. Non una squadra da subito affiatata ma un gruppo eterogeneo di esseri umani che trovano nell'ideale di giustizia un obbiettivo comune. E' questo il fascino del romanzo, la sua "autenticità", che ci porta a credere nella possibilità che esista un male altrettanto autentico e reale, per quanto orrido e oscuro, proprio come lo sono le vite dei personaggi. Che esistano esseri indesiderati che portano la loro mostruosità nel mondo, esseri che abbiamo contribuito noi stessi a creare.
    Da leggere in inverno, su un treno affollato, con i sensi all'erta.

    ha scritto il