Inferno

By

Publisher: Planeta

3.5
(4750)

Language: Español | Number of Pages: 640 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , Dutch , German , Portuguese , Catalan , French , Turkish , Chi traditional , Polish , Greek , Chi simplified , Swedish

Isbn-10: 8408114174 | Isbn-13: 9788408114178 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , eBook , Others , Mass Market Paperback

Category: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Inferno ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
En el corazón de Italia, el catedrático de Simbología de Harvard Robert Langdon se ve arrastrado a un mundo terrorífico centrado en una de las obras maestras de la Literatura más imperecederas y misteriosas de la Historia: el Infierno de Dante.

Con este telón de fondo, Langdon se enfrenta a un adversario escalofriante y lidia con un acertijo ingenioso en un escenario de arte clásico, pasadizos secretos y ciencia futurista. Apoyándose en el oscuro poema épico de Dante, Langdon, en una carrera contrarreloj, busca respuestas y personas de confianza antes de que el mundo cambie irrevocablemente.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Sono una gran fan di Dan Brown, ho tutti i cuoi libri tranne questo e mio malgrado non so se riuscirò mai a rimediarlo. Fortunatamente la mia biblioteca ne è fornita.
    Questo libro è uno dei rari casi ...continue

    Sono una gran fan di Dan Brown, ho tutti i cuoi libri tranne questo e mio malgrado non so se riuscirò mai a rimediarlo. Fortunatamente la mia biblioteca ne è fornita.
    Questo libro è uno dei rari casi in cui ho visto prima il film. Sono passati alcuni mesi da allora e per qualche ragione a me oscura ho scordato i dettagli del finale, ma non mi sembra proprio coincida con il libro. Innanzitutto mi ricordo chiaramente che nel film a contattarlo all'inizio era stata una sua vecchia fiamma, non una sconosciuta, per quanto importante. Inoltre non mi pare che Sienna alla fine del film si redima, anzi: ho questo vago ricordo di una battaglia in acque rosse per disinnescare il timer del virus che a questo punto non sono sicura corrisponda al vero. Altro enorme dettaglio: non ricordo che nel film il virus sia mai stato rilasciato, ma sicuramente nel libro non c'era nessun timer e la sacca in cui era contenuto era già bella che disciolta da un pezzo. A questo proposito, la soluzione di rendere sterile un terzo della popolazione è stato geniale, per quanto drastico. Molto più sensato che sterminarlo, quindi non riesco a considerare Zobrist un genio pazzo solo perchè voleva risolvere il problema non da poco della sovrappopolazione.
    Insomma, io mi spettavo una cosa fedele al libro come per gli altri, invece sono stata fortunata e l'unica volta che ho visto prima il film non mi sono poi annoiata col libro.

    said on 

  • 4

    Intrigante la parte iniziale in cui si iniziano a mettere insieme i pezzi del “puzzle” e molto scorrevole la parte finale che ho praticamente divorato perché non vedevo l’ora di capire come si conclud ...continue

    Intrigante la parte iniziale in cui si iniziano a mettere insieme i pezzi del “puzzle” e molto scorrevole la parte finale che ho praticamente divorato perché non vedevo l’ora di capire come si concludeva il libro.
    Peccato per la parte centrale del romanzo che è stata veramente pesante da affrontare.
    A rotazione vengono riprese e ripetute le varie rivelazioni o aneddoti e sembra che il racconto non arrivi mai da nessuna parte, sfociando nel noioso. Secondo me una bella sfoltita gli avrebbe sicuramente giovato.

    Arrivata alla fine però posso dire che non mi è dispiaciuto.
    Ho trovato molto interessante la scelta della sovrappopolazione come tema intorno al quale far ruotare la storia. Un tema che apre molti dibattiti e che sarebbe interessante approfondire.

    said on 

  • 3

    Deluso.

    Dopo aver letto tutti i libri di Dan Brown, questo mi è sembrato quello peggiore... storia con una trama poco credibile, a mio parere...

    said on 

  • 3

    Un finale senza colpi di scena

    Essendo un'amante della Divina Commedia ho iniziato la lettura di questo libro con qualche aspettativa di troppo....
    La storia è bella ed avvincente, la lettura scorrevole anche se a volte si dilunga ...continue

    Essendo un'amante della Divina Commedia ho iniziato la lettura di questo libro con qualche aspettativa di troppo....
    La storia è bella ed avvincente, la lettura scorrevole anche se a volte si dilunga troppo in alcune spiegazioni non necessarie alla vicenda; il ritmo è sostenuto ed i colpi di scena non mancano.
    Più volte le situazioni si capovolgono facendo diventare gli amici nemici e viceversa fino a che i misteri pian piano vengono svelati del tutto.
    Bello il tema affrontato ma il finale a me non è piaciuto, tutto troppo veloce, sembra che in poche pagine lo scrittore voglia liquidare il tutto....

    said on 

  • 4

    丹布朗是我喜愛的作家, 而他的小說作品也很合我的胃口: 懸疑, 刺激, 情節豐富, 峰迴路轉. 這次的故事男主角依舊是蘭登教授, 場景移到義大利的佛羅倫斯跟土耳其的伊斯坦堡. 坦白說, 我覺得「地獄」沒有前面兩部作品「達文西密碼」,「天使與魔果」好看,可能是因為太喜歡前面兩部作品,所以對這部作品的要求自然就提高了,看前面兩部作品時只要一翻開書,就沒辦法睡覺做事,非得一氣呵成看完不可,但是這部「地獄 ...continue

    丹布朗是我喜愛的作家, 而他的小說作品也很合我的胃口: 懸疑, 刺激, 情節豐富, 峰迴路轉. 這次的故事男主角依舊是蘭登教授, 場景移到義大利的佛羅倫斯跟土耳其的伊斯坦堡. 坦白說, 我覺得「地獄」沒有前面兩部作品「達文西密碼」,「天使與魔果」好看,可能是因為太喜歡前面兩部作品,所以對這部作品的要求自然就提高了,看前面兩部作品時只要一翻開書,就沒辦法睡覺做事,非得一氣呵成看完不可,但是這部「地獄」,是利用每晚睡前在床上的零碎時間慢慢看完的,雖然如此,我還是很佩服丹布朗在宗教,歷史方面的超人知識,貫注在書本的情節之中,再加上這兩個故事場景都在近年來拜訪過,在閱讀的過程中,我也不斷地回想起當初旅遊中的點點滴滴.我真的非常喜愛小說跟旅遊結合的故事題材!滿足了個人在這兩方面的巨大需求!如果你喜歡冒險小說,也對佛羅倫斯或者伊斯坦堡有興趣,那麼,我還是很推薦這部小說!當然,如果你想去看看丹布朗之前的那兩部小說,那就更歡迎了,我保證你絕對不會後悔的!

    最後, 放上這本書裡面讓我印象最深刻的一句話: 地獄最黑暗的地方, 保留給在道德存亡之際袖手旁觀的人.

    said on 

  • 4

    4 stelle e 1/2

    http://romance-e-non-solo.blogspot.it/2017/03/recensione-inferno-di-dan-brown.html

    Con questo sono a quota di tre romanzi che ho adorato di Dan Brown riguardanti le avventure di Robert Langdon, il pro ...continue

    http://romance-e-non-solo.blogspot.it/2017/03/recensione-inferno-di-dan-brown.html

    Con questo sono a quota di tre romanzi che ho adorato di Dan Brown riguardanti le avventure di Robert Langdon, il professore di simbologia dell'Università di Harvard (Angeli e Demoni ed Il simbolo perduto.)

    Con Inferno ci immergiamo nuovamente in un romanzo dal ritmo prima calmo e molto descrittivo per passare ad una velocità di narrazione frenetica alla ricerca dell'indizio successivo, nascosto o meno che ci porterà alla soluzione finale, ad una corsa contro il tempo per salvare l'umanità da una nuova e pericolosa emergenza globale.

    Una qualità che ho sempre ammirato nella scrittura di questo autore è la sua capacità incredibile di mettere insieme una marea di descrizioni dei minimi dettagli delle varie città, opere o semplici approfondimenti che ti danno la sensazione di essere lì davanti a vederli con i propri occhi e non semplicemente sfogliando delle pagine. Da tutte le pagine di narrazione che ci troviamo ad affrontare in questo romanzo, ci si potrebbe quasi addirittura scoraggiare visto che occupano 3/4 del romanzo, ma invece sono tutte collegate da una scrittura fluida e coinvolgente che non ti rendi nemmeno conto di quando ti ritrovi ad un passo dal finale.

    Ho sempre trovato fantastico come l'autore riesce a far interessare in maniera molto intensa il lettore dopo una breve descrizione di un oggetto, magari un dipinto, tanto da indurti ad andare a cercare su Google ulteriori informazioni su di esso per riuscire meglio ad entrare nella storia e nella psiche dei personaggi.

    In questo romanzo, per esempio troveremo delle magnifiche descrizioni di tre città: Firenze, Venezia e Istanbul; descrizioni di dipinti, musiche, sculture dedicati ad un autore fiorentino che ha ispirato moltissimi artisti con una parte di una delle sue opere più famose: Inferno di Dante Alighieri che con il Purgatorio e Paradiso ci mostra la strada che l'autore con l'aiuto di due importante guide compirà.

    Vedremo anche temi legati al sovraffollamento del mondo per la forte crescita della popolazione umana con lo squilibrio tra il numero di persone e le risorse utilizzabile su questo pianeta.

    Un'altra cosa che mi destabilizza in quasi ogni suo romanzo è la capacità di farti credere una cosa, quasi in maniera cieca come se non può essere altrimenti per poi smontarti tutto nel giro di due pagine.

    Ogni romanzo con protagonista Robert Langdon sono oramai un marchio di fabbrica garantito per tutti i lettori di questo genere, anche se a mio parere Il Codice da Vinci è leggermente sottotono rispetto agli altri.

    Non voglio raccontarvi di più di questa nuova avventura del nostro professore, ma ho trovato che questo romanzo è leggermente diverso dagli altri... In tutti i romanzi della serie su Langdon, il professore arriva sempre in tempo prima dello scadere dell'ora X e con l'aiuto di alcune persone, a salvare il mondo dall'ennesima minaccia...

    In questo caso...

    Vi tocca leggere il libro fino alla fine per scoprire cosa succede!

    p.s. Dopo aver letto il romanzo ho voluto vedere il film che è stato tratto... Volevo solo avvisarvi di una cosa... il finale che non vi ho voluto svelare sopra è diverso da quello della versione cinematografica.

    said on 

  • 4

    In realtà 4 stelline e mezza

    Sarebbero 5 stelline, ma se paragonato ad altri libri di Dan Brown gliene dò solo 4 e mezzo.
    Adoro come scrive Dan Brown.
    Come riesce ad appassionare il lettore all'arte e alle città italiane, in ques ...continue

    Sarebbero 5 stelline, ma se paragonato ad altri libri di Dan Brown gliene dò solo 4 e mezzo.
    Adoro come scrive Dan Brown.
    Come riesce ad appassionare il lettore all'arte e alle città italiane, in questo caso Firenze e Venezia. Sembra di non esserci mai stati e viene voglia di tornare con una nuova consapevolezza artistica e culturale.
    Non mi ha mai appassonato Dante, ma Dan Brown riesce a far piacere tutto andando al di là dell'apparenza, scavando nell'opera dell'artista, rendendolo attuale.

    Oltre a questo c'è il thriller vero e proprio. Anche qui intrigante per il fatto di trattare un argomento attuale e spinoso come il problema del sovrappopolamento
    Attraverso le visioni folli di uno scienziato che trova un modo drastico per risolvere il problema, Dan Brown porta alla luce una questione morale: "se ti dicessero che schiacciando un bottone uccideresti metà della popolazione cosa faresti? ... E se ti dicessero invece che schiacciando quel bottone salveresti metà della popolazione dall'estinzione?"
    La soluzione che propone questo personaggio visionario e genio al tempo stesso è forse meno drastica, ma fa riflettere sul futuro dell'umanità e della sopravvivenza della specie.
    " I luoghi più caldi dell'Inferno sono riservati a coloro che in tempi di grande crisi morale si mantengono neutrali" ovvero "nei momenti di pericolo non esiste peccato più grave dell'inerzia."

    said on 

  • 3

    情節薄弱,明顯是為電影做準備。 全書只是不停在不同國家遊走, 再把大量資料硬塞進去,但對劇情完全沒有推進作用。 失敗之作!

    said on 

  • 3

    看到最後有爆點(?),但整體而言不是很有趣的故事,除去男主角又在___的部分,就幾乎什麼劇情也沒有的感覺XDD
    我覺得,與其把這系列當冒險懸疑小說來看,還不如把它當作主要在介紹文物藝術知識的小說 (誤很大

    said on 

  • 4

    Molto ma molto meglio di quanto mi aspettassi, una lettura assai piacevole, un tema di fondo meno banale di quanto potessi pensare. Per essere Dan Brown, è un ottimo Dan Brown.

    said on 

Sorting by
Sorting by