Inganno

Di

Editore: Einaudi (Tascabili. Scrittori, 1418)

3.5
(651)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 151 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8806182935 | Isbn-13: 9788806182939 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Raul Montanari

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Inganno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Con l'amante la vita quotidiana passa in secondo piano" scrive Roth edesibendo tutta la sua abilità di brillante osservatore della passione umana,presenta in "Inganno" il mondo circoscritto dell'intimità adulterina con unaschiettezza che non ha eguali nella narrativa americana. Al centro di"Inganno" ci sono due adulteri nel loro nascondiglio. Lui è uno scrittoreamericano di mezza età che vive a Londra, di nome Philip, lei è una donnainglese spigliata, intelligente e colta, compromessa da un matrimonioumiliante a cui, a poco più di trent'anni, è già quasi, a malincuore,rassegnata. L'azione del libro consiste nelle loro conversazioni, per lo piùschermaglie amorose prima e dopo aver fatto l'amore. Questo dialogo acuto,ricco, scherzoso, inquisitorio, "che si muove" come scrive Hermione Lee "suuna scala di dolore che va da un furioso sconcerto a una stoica gaiezza" èquasi l'unico ingrediente di questo libro, e l'unico di cui si senta ilbisogno.
Ordina per
  • 3

    Non c'è nulla di più reale di un personaggio di finzione

    Come spesso accade quando leggo Philip Roth, se il romanzo non mi prende subito dalle prime pagine, poi nel finale si riscatta e mi fa cambiare idea. Questo è uno dei suoi romanzi che pensavo, fino a ...continua

    Come spesso accade quando leggo Philip Roth, se il romanzo non mi prende subito dalle prime pagine, poi nel finale si riscatta e mi fa cambiare idea. Questo è uno dei suoi romanzi che pensavo, fino a poche pagine dalla fine, non mi piacesse, sia per la forma insolita, un ininterrotto dialogo tra due amanti, uno scrittore americano a Londra ed una affascinante donna inglese, sia per i “soliti” argomenti cui Roth è affezionato, l’adulterio, il sesso –che qui non è così esplicito come in altre sue opere-, la morte. Poi la svolta, data dalla scoperta da parte della moglie dello scrittore di un taccuino su cui egli aveva appuntato i suoi dialoghi con l’amante. A questo punto emerge il vero “inganno” di cui lo scrittore parla, il gioco di specchi tra immaginazione e realtà, di cui si fa protagonista la letteratura. Tutto assume l’aspetto di “vita”, il vero e anche il falso, che anzi all’apparenza è più vero del reale. “Sì, questa è la vita: sempre una forma leggermente distorta di letteratura”.
    Ed anche questo Roth, alla fine, non delude.

    ha scritto il 

  • 5

    bello

    Bellissimi i dialoghi che hanno i protagonisti gli amanti le confessioni i sentimenti detti. bellissimo libro che entra nei particolari di una storia d'amore tra amanti. da leggere assolutamente! ...continua

    Bellissimi i dialoghi che hanno i protagonisti gli amanti le confessioni i sentimenti detti. bellissimo libro che entra nei particolari di una storia d'amore tra amanti. da leggere assolutamente!

    ha scritto il 

  • 4

    La quarta di copertina è fuorviante...

    Questo taccuino è un Roth molto raffinato...

    "Io non vivevo con te solo durante quelle poche ore, avevo tutta una vita da vivere con te quando scrivevo. Avevo qu ...continua

    La quarta di copertina è fuorviante...

    Questo taccuino è un Roth molto raffinato...

    "Io non vivevo con te solo durante quelle poche ore, avevo tutta una vita da vivere con te quando scrivevo. Avevo questa vita immaginaria e la vivevo con te mentre tu non c'eri. Tutto questo era così intenso."

    ha scritto il 

  • 5

    Cosa si dicono due amanti prima, dopo e durante l'amore? Un libro fatto di dialoghi, a volte divertenti, a volte tristi, avvenimenti, memorie. Quei dialoghi che sono tipici degli amanti proprio perché ...continua

    Cosa si dicono due amanti prima, dopo e durante l'amore? Un libro fatto di dialoghi, a volte divertenti, a volte tristi, avvenimenti, memorie. Quei dialoghi che sono tipici degli amanti proprio perché ne sottolineano l'eccezionalità in confronto con lo squallore dei loro matrimoni e di tutto ciò che li circonda. Ma sono veri questi dialoghi, sono fedeli trascrizioni, o sono l'accurato montaggio operato da un bravo scrittore? Dove finisce la realtà e dove comincia la fantasia? Quanto è autobiografia e quanto invece finzione? E' davvero possibile per lo scrittore immaginare una vita diversa da quella quotidiana, inventare una realtà così convincente da far incarnare i personaggi? Oppure è tutta una scusa per condurre una vita libertina? Chi telefona alla fine? La donna vera o il personaggio?
    Uno splendido romanzo sulla forza dell'immaginazione e su come la fantasia tradisce (nel senso di scopre) la realtà e vice versa.

    What do they say two lovers before, during and after love? A book made of dialogues, sometimes funny, sometimes sad, events, memories. Dialogues that are typical of lovers because they emphasize their exceptional nature in comparison with the squalor of their marriages and everything around them. But arethese dialogues real, are they faithful transcripts, or have the accurate assembly operated by a good writer? Where reality ends and where begins the imagination? How much it is autobiographical and how much fiction? It is really possible for a writer to imagine a life other than the daily, invent a reality so convincing as to embody the characters? Or is it all an excuse to lead a libertine life? Who is the callers in the end? The real woman or the character?
    A wonderful novel about the power of imagination and how the imagination betrays (meaning uncover) the reality and vice versa.

    ha scritto il 

  • 2

    Philip Roth - Inganno

    Il peggiore libro di Roth letto fino ad oggi (e me ne mancano giusto una manciata).
    Inganno è la storia di un adulterio. L'inizio è quanto mai traumatico, nel senso che ci sono questi dialoghi spezzet ...continua

    Il peggiore libro di Roth letto fino ad oggi (e me ne mancano giusto una manciata).
    Inganno è la storia di un adulterio. L'inizio è quanto mai traumatico, nel senso che ci sono questi dialoghi spezzettati, senza alcun legame, quasi delle istantanee messe lì una dopo l'altra. Ma non sono uno che si spaventa, visto che spesso mi è capitato di leggere romanzi che hanno un inizio in salita, ma poi il resto è pura e semplice soddisfazione. Questa volta però non ci siamo proprio, il libro risulta essere troppo sfilacciato, troppo spezzettato, non da Roth insomma che mi ha sempre affascinato per quel suo saper narrare avanti ed indietro nel tempo incastrando tutto alla perfezione. Nulla di tutto ciò funziona e si salvano direi solo poche pagine che fotografano alla perfezione gli stati d'animo di due amanti, sempre alla ricerca di qualcosa l'uno nell'altro che sia più del semplice fare sesso insieme e tradire i propri coniugi.
    Libro talvolta anche di difficile comprensione ma soprattutto troppo, troppo sfilacciato.
    Il peggior Roth quindi, non iniziate assolutamente questo autore da qui perché rischiate di bruciarvelo per sempre per me.

    ha scritto il 

  • 4

    Philip, homo ludens

    Dialoghi a due. Dialoghi brevi. Dialoghi tra amanti.
    Ma è il dialogo tra Philip e la moglie l'inizio di una incredibile inaspettata iperbole.
    Una iperbole che trova conferma nel suo apice, il successi ...continua

    Dialoghi a due. Dialoghi brevi. Dialoghi tra amanti.
    Ma è il dialogo tra Philip e la moglie l'inizio di una incredibile inaspettata iperbole.
    Una iperbole che trova conferma nel suo apice, il successivo confronto con l'amante.
    Roth, malgrado le iniziali perplessità, non delude neanche stavolta.
    4 stelle sono abbastanza. Fossi stata uomo anche 5.

    ha scritto il 

Ordina per